Corriere di Novara

Periodico Indipendente delle Province di Novara e V.C.O.

Corriere di Novara
Fondato nel 1877 / In edicola il lunedì, giovedì e sabato

Il giornale di Oggi

Sfoglia abbonati
martedì, 12 dicembre 2017
 
 
Articolo di: mercoledì, 29 novembre 2017, 10:21 m.

Una targa del Coni a Meo Sacchetti

Al Broletto saranno 50 i premiati dello sport novarese

TORINO - La targa del Coni novarese porta bene a Meo Sacchetti. Prima del fortunato debutto alla guida dell’Italbasket del nuovo commissario tecnico, al PalaRuffini di Torino contro la Romania (battuta 75-70), lo sport di casa nostra ha voluto omaggiare uno dei suoi figli prediletti.

A consegnargli il riconoscimento la delegata provinciale Rosalba Fecchio e il presidente della Fip regionale, Gianpaolo Mastromarco, anche lui novarese: «Un messaggio di buon augurio per un campione del nostro sport – ha spiegato la dirigente – Sacchetti era tra i premiati nel nostro appuntamento annuale del 1° dicembre e, visti i suoi impegni, abbiamo approfittato dell’occasione. Sacchetti era molto contento».

Come anticipato venerdì prossimo, nella sala dell’arengo del Broletto dalle 17 alle 19, si terrà la tradizionale cerimonia dei premi Coni. Ricordiamo che il giovane Daniele Pinto (tennistavolo) riceverà il riconoscimento intitolato a Guglielmo Radice come atleta dell’anno 2016 , mentre il “Gorla-Una vita per lo sport” verrà ritirato da Domenico Foti: «Ma in tutto i premiati saranno 50 – rivela Fecchio – Per ogni atleta abbiamo invitato il sindaco e l’assessore di ciascun paese di residenza».

Un periodo intenso per la responsabile dello sport novarese, che la scorsa settimana ha partecipato a Roma agli Stati Generali del Coni, che sono coincisi con i due giorni più difficili del calcio italiano: «Per il presidente Malagò c’è stato questo fuori programma – sorride – Come si dice, è stato tirato per la giacchetta per mettere ordine nel calcio italiano. E’ stata un’esperienza molto bella e arricchente, un bel confronto tra tutte le componenti del nostro mondo».

In un momento economicamente complicato per lo sport italiano: «Il Coni è più povero rispetto a prima – sottolinea Rosalba Fecchio – E nell’incontro tra Malagò e i presidenti dei comitati regionali è emerso chiaramente che bisogna ripartire dalla scuola. Penso anch’io si debba mettere le mani sulla scuola primaria, serve più professionalità. Il bambino che fa sport, a quell’età, oggi è troppo specializzato».

Paolo De Luca

Articolo di: mercoledì, 29 novembre 2017, 10:21 m.

Dal Territorio

Il Novara Calcio a Pescara: trema Zeman

Il Novara Calcio a Pescara: trema Zeman
CALCIO SERIE B- Bisogna tenere duro. Ultimi 270 minuti prima della fine del girone di andata: il Novara è chiamato a migliorare la sua classifica in un campionato sempre più difficile e aperto ad ogni soluzione.  Gli azzurri, dopo il rocambolesco pareggio contro la Cremonese (il secondo consecutivo casalingo), hanno sì allungato la propria striscia a tre(...)

continua »

Altre notizie

Comunità per minori Santa Lucia in festa per la patrona

Comunità per minori Santa Lucia in festa per la patrona
NOVARA, Si intitola “Tre cose…” ed è lo spettacolo che, martedì 12 dicembre, aprirà l’edizione 2017 della festa per la patrona della Comunità per minori Santa Lucia di via Azario.A essere coinvolti nello spettacolo, che vede la regia di Alessandra Bordino, come da tradizione, i ragazzi ospiti della struttura diretta da Cristina Signorelli,(...)

continua »

Altre notizie

Weekend sulle piste del Rosa

Weekend sulle piste del Rosa
MACUGNAGA -Per gli appassionati dello sci, impianti aperti ai piedi del Rosa. Con il weekend di Sant’Ambrogio e dell'Immacolata, si è dato il via alla stagione sciistica. Sole e condizioni ottimali per questo atteso ponte di vacanza sulla neve che ha favorito l’arrivo di molti turisti. Per il primo giorno l’apertura è stata limitata alla prima seggiovia: il tratto(...)

continua »

Altre notizie

Donna cade dal balcone, è in Rianimazione

Donna cade dal balcone, è in Rianimazione
ARONA - Una donna precipita dal balcone e finisce in ospedale, indagano i carabinieri di Arona. Una cittadina marocchina di 32 anni,  sabato, è caduta dal balcone di una palazzina di via Vittorio Veneto per cause ancora da chiarire. Molto probabilmente un incidente all’origine del fatto. Forse la donna è caduta mentre si trovava a svolgere alcuni lavori di pulizia(...)

continua »

Altre notizie

^ Top