Corriere di Novara

Periodico Indipendente delle Province di Novara e V.C.O.

Montipo - Spazio alto home
Corriere di Novara
Fondato nel 1877 / In edicola il lunedì, giovedì e sabato
sabato, 31 gennaio 2015

Polizia municipale, non solo multe

| Territorio OLEGGIO – Un grande lavoro svolto nel 2014 da parte della Polizia municipale per migliorare la sicurezza: «Non solo multe. – sottolinea ancora una volta il comandante Umberto Cantù – Il lavoro che viene svolto dagli agenti oggi non si limita più solo alle sanzioni agli automobilisti»: 770 pattuglie di cui 52 serali per un totale di 5.220 utenti controllati e 1.098 punti decurtati dalle patenti. Certo, con l’ente in fase di scioglimento (da gennaio 2015 il consorzio di vigilanza si è ufficialmente sciolto: ndr) anche l’attività si è ridotta e la fase di rodaggio nel monitoraggio del territorio non è ancora finita. Una riduzione nell’ambito delle sanzioni che nel 2014 sono arrivate a 2.725, «in lieve calo rispetto all’anno precedente – spiega Cantù – La causa? Magari la crisi, la gente gira meno e sta più attenta».

Dopo il falso dentista, la Finanza di Borgomanero scopre anche un falso avvocato

| Territorio BORGOMANERO – L’altro giorno la scoperta di un falso dentista, ora, sempre dalla zona del Borgomanerese, la notizia che la Finanza ha scovato un falso avvocato.A svelare il tutto è stata la denuncia di un privato cittadino, a seguito della quale l’Autorità Giudiziaria di Novara ha delegato la Compagnia della Guardia di Finanza di Borgomanero, allo svolgimento di più accurate indagini di polizia giudiziaria.Gli accertamenti svolti, come spiegano le Fiamme Gialle in una nota stampa, hanno consentito “di rilevare che il falso legale, pur non essendo iscritto ad alcun Albo professionale, risultava esercitare fraudolentemente la professione forense”.Le indagini hanno anche permesso di appurare come il sedicente avvocato, “al fine di garantire la genuinità delle proprie credenziali forensi, ha utilizzato alcuni siti internet, ossia pagine web di siti dedicati alla consulenza forense on-line a distanza, offerta dallo stesso, in qualità di avvocato, millantando l’iscrizione a diversi Ordini degli Avvocati e riportando sugli stessi siti matricole risultate inesistenti”.  mo.c.  

Storia trecatese, patrimonio da conoscere

| Territorio TRECATE – Quello della valorizzazione dell’Archivio storico comunale di Trecate è un progetto di cui si parla da anni, ma che non ha ancora trovato concreta attuazione. L’archivio è infatti ospitato in alcuni locali del seminterrato del municipio, che a stento riescono a contenere tutti i documenti e che non sono accessibili al pubblico. Nel 2012 l’Amministrazione comunale aveva previsto lo spostamento della parte più antica dell’archivio (quella comprendente i documenti risalenti al periodo compreso fra il 1334 e il 1897) e delle antiche mappe territoriali a Villa Cicogna. Per realizzare la sezione separata dell’archivio era stata prevista una spesa di circa 40.000 euro, per sostenere la quale era stato chiesto un contributo alla Regione. Il progetto, però, non è mai stato realizzato.

Si esporta l’arte, aumentano i prestiti

| Spettacoli NOVARA - È sempre un motivo di orgoglio “condividere” il proprio patrimonio culturale con altre città. Ecco l’esperienza che stanno vivendo alcune opere che fanno parte dei Musei Civici Novaresi. La lista dei prestiti si sta allungando. Dal Dürer ai pittori vigezzini dal Cerano al Fattori dal Segantini al Legnanino. Sempre più frequenti le “trasferte” delle opere novaresi che lasciano la città per altre destinazioni dove mostre e allestimenti temporanei regalano loro massima visibilità. «Un’occasione importante – commenta l’assessore alla Cultura del Comune Paola Turchelli – per far conoscere le opere della Galleria Giannoni e dei Musei Civici. Una vecchia tradizione quella di concedere in prestito le opere, soprattutto quelle della Pinacoteca. Il tutto in accordo con le Soprintendenze. Stiamo lavorando in questa direzione, per diffondere sempre più la conoscenza della nostra pinacoteca considerata tra le più importanti d’Italia, seconda solo a Firenze come affermano alcuni critici. Lo dimostra il fatto che le richieste di prestiti stanno aumentando, sia per la politica di conoscenza che stiamo attuando che per i rapporti tra i musei che si sono instaurati. I prestatori, come è avvenuto per la mostra “In Principio”, accompagnano le opere, soggiornano a Novara una giornata intera, visitano la galleria, poi si discute e si parla prospettando anche uno scambio di opere, come avvenuto per “Homo sapiens” e “In Principio”. Le grandi mostre sono una occasione per attirare visitatori. Che poi passano anche dalla “Giannoni”. Alcune sono opere uniche nella loro storia. Quella di Segantini ci racconta una storia importante, lo sviluppo della ritrattistica femminile. Confesso che è stata una grande emozione vedere il nostro quadro esposto a Palazzo Reale. Una politica che intendiamo continuare. Stanno arrivando molte richieste di prestito in occasione di EXPO. Tutte le città del Nord Italia si stanno attrezzando per organizzare mostre di livello. Abbiamo fatto una scelta, in accordo con la Soprintendenza, quella di non sguarnire la Giannoni. Avremo eventi importanti che attireranno turisti: la pinacoteca è il nostro fiore all’occhiello e presteremo solo un paio di opere tra cui un Fattori». I prestiti sono un canale importante perché aprono le porte a un percorso inverso. Allora è Novara a ospitare opere che arrivano da sedi prestigiose. È giusto che a girare siano anche le opere e non solo le persone. Per valorizzare sempre più il patrimonio di arte e storia del Comune di Novara. Leggi tutto il servizio di Eleonora Groppetti sul Corriere di Novara di giovedì 29 gennaio 2015

A Novara siglato l’atto aggiuntivo al Patto per la sicurezza del Lago Maggiore

| Territorio NOVARA – Provincia di Novara, Prefettura e i Comuni di Arona, Castelletto Ticino, Dormelletto, Lesa e Meina, realtà rivierasche del lago Maggiore, alla presenza dei rappresentanti delle Forze dell’Ordine e del Comando provinciale dei Vigili del fuoco, hanno sottoscritto l’atto aggiuntivo al “Patto per la sicurezza dell’area del Lago Maggiore”, siglato a Varese il primo luglio 2010, con l’obiettivo di assicurare un più alto livello di risposta alla domanda di sicurezza proveniente dal territorio. Visti i buoni risultati fatti registrare nei bienni 2010-2012 e 2012-2014, tanto in tema di azioni preventive delle diverse forme di criminalità quanto nel settore della protezione civile e soccorso pubblico, è stato, infatti, ritenuto utile prorogare per altri due anni il Patto, integrato da Atto aggiuntivo, che prevede la possibilità di stipula di convenzioni con gli Enti Locali per la realizzazione dei programmi straordinari di incremento dei servizi di polizia e per la sicurezza dei cittadini. Anche la Regione Piemonte ha provveduto a rinnovare gli impegni assunti con il “Patto”. Analogo Atto aggiuntivo è stato sottoscritto anche alla Prefettura di Varese e del Verbano Cusio Ossola. mo.c.
ablondi
itof - sotto scoop
15-12-2014
| INAUGURAZIONE DELLA CASA DEI PADRI
11-12-2014
| INTERVISTA A SIMONE PESCE (NOVARA CALCIO)
07-12-2014
| CONCERTO JAZZ CON FABIO GIACHINO TRIO
29-11-2014
| AUTOMAGENTA NOVARA E CITROEN DS
14-11-2014
| INTERVISTA A SIMONE CORAZZA (NOVARA CALCIO)
Vai alla sezione Fotogallery completa » Guarda tutti i video »
^ Top
"POPUP"