Corriere di Novara

Periodico Indipendente delle Province di Novara e V.C.O.

Corriere di Novara
Fondato nel 1877 / In edicola il lunedì, giovedì e sabato

Il giornale di Oggi

Sfoglia abbonati
giovedì, 23 novembre 2017

Arrestato camionista di 40 anni per ricettazione

| Cronaca NOVARA, Nel corso della tarda serata del 21 novembre, i Carabinieri delle Stazioni di Momo, Cameri e Oleggio, coordinati dal Comando della Compagnia di Novara, hanno tratto in arresto per il reato di riciclaggio O. C., rumeno, classe 1977, autotrasportatore, incensurato. I militari, nel corso delle attività di monitoraggio e controllo del territorio finalizzate al contrasto del fenomeno dei furti di mezzi agricoli, hanno individuato in una zona di campagna di Momo un trattore stradale “Mann” di proprietà di un’azienda con sede in Romania, con agganciato un semirimorchio di proprietà di un’altra azienda sempre rumena, condotto dal soggetto poi tratto in arresto.Nel corso del controllo i militari rinvenivano, all’interno del semirimorchio, un trattore agricolo marca “John Deere” che era stato rubato il 13 novembre scorso ai danni di un’azienda agricola di Caltignaga. Il trattore, che era stato privato della targa al fine di eludere i controlli delle forze dell’ordine, era con ogni probabilità destinato al mercato illegale estero. Nel corso dei successivi controlli sono stati trovati un coltello a serramanico (che determinava la denuncia del rumeno anche per il reato di porto abusivo di arma) e un passamontagna, il tutto sottoposto a sequestro. L’arrestato è stato associato presso la casa circondariale di Novara. mo.c.

E' morto Giovanni Mogna, lutto d'impresa e sport

| Cronaca NOVARA - L’imprenditoria novarese è in lutto. Nella serata di ieri si è spento in città Giovanni Mogna, presidente di Probiotical Spa, azienda leader nella ricerca, lo sviluppo e la produzione di microrganismi probiotici. Mogna, 67 anni, da pochi mesi combatteva contro un brutto male. Accanto a lui negli ultimi anni si era affiancata la figlia Vera (nella foto con il padre), nominata responsabile del “business development” del gruppo.Una laurea in Scienze dell’Alimentazione, un altra ad honorem in Biotecnologie Industriali conferitagli nel 2009 dall’Università degli Studi di Modena e Reggio Emilia. Tanti i riconoscimenti nel corso di una carriera ricca di soddisfazioni, come la nomina a Cavaliere della Repubblica Italiana nel 1995 e l’elezione a Novarese dell’Anno nel 2010.Ma non era solo il lavoro la sua passione. In primis c’era l’amore per la vela. Come timoniere della barca  “Bona” ha vinto insieme al suo team il campionato del mondo nella sua categoria per ben quattro volte dal 2000 al 2004.E, soprattutto, negli ultimi anni era stato coinvolto da Fabio Leonardi assieme ad altri imprenditori novaresi nel progetto sportivo-sociale dell’Agil Volley, divenendo uno degli sponsor principali della società. Infine, negli ultimi due anni, aveva sposato il progetto dell’Amatori Rugby Novara, diventando main sponsor e contribuendo alla promozione in serie B.L'Associazione Industriali di Novara esprime profondo cordoglio per la scomparsa di Giovanni Mogna. «L'imprenditoria novarese – dichiarano il presidente dell'Ain, Fabio Ravanelli e il direttore, Aureliano Curini – perde un rappresentante di grande valore ed esemplarità, un uomo che ha saputo coniugare, con coraggio e con successo, intraprendenza, innovazione e ricerca del nuovo, senza mai perdere di vista il proprio territorio e le sue peculiarità».I funerali si svolgeranno domani, venerdì 24 novembre, alle ore 10 in Duomo.Paolo De Luca

Linea ferroviaria Novara-Laveno, trasformazione per il trasporto merci

| Territorio Il presidente della Provincia di Novara Matteo Besozzi, nei mesi scorsi ha incontrato i sindaci del territorio. Nel corso di questa iniziativa, svolta in modo itinerante, ha avuto modo di raccogliere alcune segnalazioni su importanti temi riguardanti infrastrutture e promozione territoriale. «Alcuni temi sono stati affrontati con risultati positivi, - spiega -  uno di questi è la trasformazione della linea merci Novara - Laveno. La vecchia linea ferroviaria Luino - Novara, attualmente non utilizzata, viene trasformata in linea totalmente commerciale e diventa un tratto del corridoio Rotterdam Genova, un’opera essenziale per il trasporto merci su ferro al fine di alleggerire il trasporto su gomma. La Provincia condivide questo progetto, di contro si tratta di un processo da condividere con le amministrazioni comunali nella maniera più approfondita. Ci sono dei tratti - aggiunge - che passano all’interno dei nuclei urbani, una parte del tracciato entra nel Parco del Ticino, è necessario individuare eventuali criticità e prevedere le opere di mitigazione. Questa condivisione non era stata così tanto approfondita da Rfi (Rete ferroviaria italiana, ndr.). Non trattandosi di una nuova linea ma di una linea già esistente, Rfi avrebbe potuto fare da sé ma la Provincia di Novara l’ha richiamata al tavolo con i Comuni interessati. Da un anno e mezzo lavoriamo per affermare il principio di condivisione con le Amministrazioni comunali delle opere che vengono realizzate sui territori della nostra provincia e su questa strada ci siamo incamminati. Otto sono i Comuni interessati dal passaggio della ferrovia per le merci, si tratta di Castelletto Ticino, Varallo Pombia, Pombia, Marano Ticino, Mezzomerico, Oleggio, Bellinzago e Cameri».Mariateresa Ugazio Leggi di più sul Corriere di Novara in edicola

Processo sul ‘voto di scambio’: dalle intercettazioni emerse tutto

| Cronaca NOVARA, Seconda udienza, martedì pomeriggio in Tribunale a Novara, per il processo per il voto di scambio che vede come principale imputato l’ex assessore all’Istruzione della Giunta di Massimo Giordano e consigliere d’opposizione nell’amministrazione di Andrea Ballarè, Raimondo Giuliano, 52 anni. A Palazzo Fossati sono stati ascoltati ancora diversi testi, cui è stato chiesto se riconoscevano o meno la propria firma apposta sulle schede per la presentazione delle liste del Pdl e di Gioventù Novarese alle elezioni comunali del 2011, quelle poi vinte dalla coalizione di centrosinistra. Ad andare un po’ oltre, entrando nella nascita dell’inchiesta che ha poi portato all’odierno processo, l’ultimo testimone ascoltato, un luogotenente del comando provinciale dell’Arma: «stavamo indagando sull’omicidio Marcoli e in occasione di un’intercettazione relativa a un personaggio che monitoravamo era uscito qualcosa che sembrava interessante». Una realtà estranea al delitto, ma che necessitava indagare, tra cui promesse di interessamento – questa l’accusa sostenuta dal pm Nicola Serianni – da parte di Giuliano per far ottenere posti di lavoro, case popolari, in cambio di promesse di voto. Alla sbarra, con Giuliano, ci sono altre 23 persone. Prossima udienza il 19 dicembre. mo.c. Per saperne di più leggi il Corriere di Novara in edicola

Irruzione al Broletto dei gestori delle slot contro Chiamparino

| Cronaca NOVARA - Fuori programma martedì sera al Circolo dei lettori, dove era prevista la presentazione del libro di Paolo Natale e Luciano Mario Fasano “L’ultimo partito”, dedicato ai dieci anni del Pd. Il presidente della Giunta regionale piemontese Sergio Chiamparino, ospite principale dell’incontro, appena preso posto nella saletta insieme al suo assessore novarese Augusto Ferrari, ha dovuto subire una piccola contestazione da parte di un gruppo di esercenti delle slot machine in merito all’applicazione della nuova legge sulla ludopatia, operativa da un giorno appena.Prima un paio di voci che si sono alzate, coprendo il brusio del locale già piuttosto gremito da circa mezz’ora, poi frasi più chiare distinte: «Presidente, questa legge uccide il nostro lavoro…». Pronta, senza scomporsi, la replica di Chiamparino: «E lei non sa quante persone arrivano ad ammazzarsi a causa del gioco?». Ma chi sono nel Novarese i dipendenti dal gioco d'azzardo? Più uomini che donne (con un rapporto di 8 a 2), di ogni fascia d’età (con un 80% che si colloca tra i 18 e i 26 anni) e, per la maggior parte, con un’occupazione. E’ questa la fotografia che emerge dall’utenza dell’ambulatorio per il gioco d’azzardo patologico (Gap) dell’Asl; struttura attiva dal 2008 a Trecate, al Dipartimento Patologia delle Dipendenze, e cui arrivano utenti da tutta la provincia.Il dato è stato fornito domenica in un dibattito sulla ludopatia, inserito nel ciclo di incontri “Giocarsi la vita. Dalla lotteria… alla ludopatia”, promosso dall’associazione di promozione sociale Circolo Anspi S. Martino e dalla Parrocchia di S. Martino con l’associazione C.R.O. Soms S. Martino. Un convegno ospitato nel salone dell’oratorio di via Agogna e che ha visto tra i relatori la referente dell’ambulatorio, la psicoterapeuta Caterina Raimondi. L’ambulatorio ha visto una costante crescita dei casi. Si è passati dai 16 iniziali a 32 e quindi, in pochi anni, ai 408 utenti odierni. A oggi 129 sono i nuovi casi seguiti dalla struttura. Monica CurinoLuca Mattioli Leggi di più sul Corriere di Novara in edicola

Crac Phonemedia, gli ex dipendenti in aula

| Cronaca NOVARA, Nuova udienza, martedì mattina in Tribunale a Novara, per il crac “Phonemedia”, vicenda che ha interessato molto da vicino anche il capoluogo gaudenziano. In aula, a questa nuova udienza del processo, che riguarda una delle vicende più discusse degli ultimi anni in città, anche cinque ex lavoratori, una parte dei venti che si sono costituiti parte civile, assistiti dall’avvocato Antonio Costa Barbè, per ottenere un risarcimento. Una degli ex dipendenti è giunta sino dalla zona del Bergamasco, dove è dovuta rientrare dopo il fallimento del call center, non avendo più la possibilità di poter restare in città, a Novara, dove si era stabilita, lavorando a “Phonemedia”. Non avendo più un lavoro e uno stipendio, era impossibile proseguire. Scelse così di lasciare il capoluogo gaudenziano e di fare rientro a Bergamo. Martedì, così come accaduto in occasione dell’udienza preliminare della primavera del 2016, i difensori degli imputati hanno cercato in ogni modo, con una serie di eccezioni, di porre ancora problemi alla costituzione di parte civile di questi 20 lavoratori, cercando di ‘eliminarli’ dal processo. Un tentativo, il loro, andato a vuoto, anche grazie all’opposizione posta dall’avvocato delle parti civili, che ha spiegato come fosse corretta la loro presenza e la loro ammissione come parti offese al processo. I giudici, infatti, dopo un’ora di camera di consiglio, sono rientrati e hanno respinto tutte le eccezioni avanzate dai difensori, ammettendo le 20 parti civili. A quel punto il processo, si è aperto concretamente, con l’ascolto del primo teste, il custode giudiziario. Ora alla sbarra si trovano Antonangelo Liori, ex direttore dell’Unione Sarda e gestore di call center, 52 anni, Claudio Marcello Massa, commercialista cagliaritano, uno dei responsabili del gruppo Omega, società che aveva acquistato da Raf la gestione di Phonemedia, 68 anni, Giuseppe Belletti (47 anni), Alessandro Delle Cese, di 54 e Patrizio Pollini di 49, sindaci della società fallita. Prossima udienza il 16 gennaio, quando sarà ascoltato il curatore fallimentare. Monica Curino Per saperne di più leggi il Corriere di Novara in edicola giovedì 23 novembre

Festa degli Alberi al Parco del Terdoppio e al nuovo bosco in strada Prelle

| Novara Città NOVARA - In occasione della Giornata nazionale dedicata agli alberi, il Comune ha organizzato due incontri di presentazione delle attività portate avanti dall’Unità progettazione e manutenzione del verde pubblico del Servizio Lavori pubblici, interventi giunti dopo un confronto progettuale congiuntamente condiviso tra gli assessorati ai Lavori pubblici, all’Ambiente, all’Urbanistica e all’Istruzione.Nella mattinata del 21 novembre gli assessori al Verde pubblico Simona Bezzi, e all’Urbanistica Federica Borreani, insieme con il Dirigente del Servizio Manutenzione patrimonio immobiliare Lavori pubblici Edoardo Candiani e con i tecnici dell’Unità progettazione e manutenzione verde pubblico Francesco Bosco, Pier Mario Travaglia e Sergio Carnero hanno illustrato le piantumazioni all’interno del parco del Terdoppio (con la messa a dimora di centocinquantadue platani adulti a integrazione delle piante già esistenti, opera di “ricucitura” e integrazione dei viali esistenti e di nuova formazione di un nucleo nel grande prato centrale) e, sempre nel quartiere Sant’Agabio, in strada Prelle (con l’ampliamento del nuovo bosco della città, area destinata alle forestazioni urbane pari a quasi due ettari di terreno nella quale, grazie ad una compensazione ambientale a costo zero per il Comune, sono stati piantati più di milleseicento nuovi alberi che integra i quasi cinque ettari già esistenti, importante isola per la biodiversità cittadina).Nella mattinata di oggi, mercoledì 22 novembre, l’assessore all’Istruzione Angelo Sante Bongo, gli assessori Bezzi e Borreani, il Dirigente e i tecnici dell’Unità progettazione e manutenzione Verde pubblico hanno presentato unitamente ai rappresentanti del Circolo Legambiente di Novara il progetto condiviso per il recupero dell’area di via Cefalonia, recentemente messa in ordine dopo anni di abbandono: saranno i bambini e i ragazzi delle Scuole “Don Milani” e “Bottacchi” (presenti con i loro insegnanti), insieme con i volontari di Legambiente, ad avviare il progetto sperimentale che vedrà la restituzione alla cittadinanza dell’area tramite progettazione e realizzazione partecipata di un frutteto libero e condiviso con l’attivazione di corsi di potatura e innesto tenuti dagli stessi volontari dell’associazione ambientalista. Questa mattina, intervallati dalle letture dei bambini sul tema dell’importanza degli alberi, sono stati simbolicamente piantati due meli. Da parte dell’Unità progettazione e manutenzione verde pubblico sono inoltre già stati previsti sessanta nuovi alberi di platano adulto resistente al cancro colorato che verranno messi a dimora nei primi mesi del 2018 nei viali cittadini potati l’anno passato e trentacinque alberi a Vignale a compensazione degli abbattimenti per il rifacimento del marciapiede di corso Risorgimento.
22-06-2016
| Il rapinatore dell' MD
17-06-2016
| Bullismo: tre misure cautelari nei confronti di tre ventenni 
06-06-2016
| Rave party Granozzo
28-05-2016
| My Sweet Moon Dena 2016
26-05-2016
| Azzurro Valzer trailer
Vai alla sezione Fotogallery completa » Guarda tutti i video »
Newsletter
Iscriviti alla nostra Newsletter
^ Top
"POPUP"