Corriere di Novara

Periodico Indipendente delle Province di Novara e V.C.O.

Corriere di Novara
Fondato nel 1877 / In edicola il lunedì, giovedì e sabato

Il giornale di Oggi

Sfoglia abbonati
lunedì, 24 luglio 2017
 
 
Articolo di: martedì, 01 maggio 2012, 9:05 m.

"Pranzo solidale" per raccogliere fondi per Fundu Racaciuni, piccolo paese della Romania

A promuovere l'iniziativa, il Centro di solidarietà di S. Francesco

NOVARA - Ben duemila euro. E' quanto è stato raccolto grazie al 'pranzo solidale' promosso qualche giorno fa dal Centro di solidarietà della parrocchia di San Francesco a Novara. Fondi che andranno a favore della popolazione di Fundu Racaciuni, piccolo paese particolarmente povero della Romania, dove, da molto tempo, sono impegnati alcuni parrocchiani di S. Francesco.

Grande, dunque, la risposta. A prender parte all'appuntamento, infatti, 120 commensali. Un'iniziativa di solidarietà, dunque, pienamente riuscita.

Non è la prima volta che la comunità di San Francesco si mobilita per realizzare forme di solidarietà nei confronti di questo paese della Romania, del distretto di Bacau, realtà che si trova quasi ai confini con la Moldavia e che conta oltre duemila abitanti.

In passato i parrocchiani hanno contribuito alla realizzazione di una struttura polifunzionale che, attualmente, ospita un servizio sanitario di base e costituisce l’unico luogo di aggregazione per la popolazione. Il progetto era nato su sollecitazione di un medico di San Francesco, il dottor Valleverde Paoletta, e aveva trovato il sostegno di altre associazioni, di aziende novaresi e di privati cittadini. «Gli aiuti alla popolazione di Fundu Racaciuni - spiegano dal Centro di solidarietà di San Francesco - peraltro, non sono estemporanei, ma si collocano all’interno di un rapporto di amicizia coltivato ormai da anni e di un percorso volto a contribuire a elevare il livello di vita di un paese che non può, ancora oggi, contare sui servizi di primaria necessità (acquedotto, energia elettrica, viabilità)».

Spesso alcuni parrocchiani di San Francesco, proprio in virtù di questo legame creato con Fundu Racaciuni, si recano in Romania per monitorare di persona la situazione. Il parroco del piccolo paese, padre Eugenio, negli anni scorsi ha avuto l’occasione di venire a trovare la comunità di San Francesco. Suor Maria, religiosa della congregazione delle suore Francescane e originaria di Fundu Racaciuni, è stata nel 2009 a far visita alla parrocchia.

Monica Curino

Articolo di: martedì, 01 maggio 2012, 9:05 m.

Tags: fundu racaciuni, valleverde, san francesco, parrocchia, padre eugenio

Dal Territorio

Lite con investimento tra piazza Martiri e parco dell’Allea nella notte

Lite con investimento tra piazza Martiri e parco dell’Allea nella notte
NOVARA, Ancora un episodio particolarmente animato in centro città, a Novara, nella notte tra sabato e domenica. La vicenda, una lite tra due albanesi e un marocchino, che ha poi visto il coinvolgimento anche di un italiano, è iniziata in piazza Martiri, davanti al locale 049, intorno alle 2,30. Un’accesa discussione, che si è trasformata in una lite e poi in un(...)

continua »

Altre notizie

Calcio, Corini lancia già il Novara: «Ottimo inizio»

Calcio, Corini lancia già il Novara: «Ottimo inizio»
NOVARA - In pochi giorni Eugenio Corini si è conquistato la simpatia dell’ambiente Novara, grazie alla signorilità e alla serietà nel lavoro.   Fin da subito il tecnico e il nuovo staff si sono dimostrati estremamente disponibili con i tifosi che quotidianamente stazionano a Novarello, incontrando lunedì sera anche alcuni rappresentanti del(...)

continua »

Altre notizie

Midsummer, grande jazz sul lago

Midsummer, grande jazz sul lago
Primo appuntamento oggi, martedì 18 luglio, nel parco di Villa La Palazzola, con Midsummer Jazz Concerts, dal 18 al 21 a Stresa, sabato 22 e domenica 23 luglio al Teatro “Il Maggiore" di Verbania. Ad aprire la rassegna jazz, giunta alla sesta edizione e inserita nel cartellone di Stresa Festival, sono il pianista spagnolo Chano Dominguez, Horacio Fumero al contrabbasso e David(...)

continua »

Altre notizie

Lunga Notte di Arona: massima sicurezza per accogliere 25mila persone

Lunga Notte di Arona: massima sicurezza per accogliere 25mila persone
ARONA - Massima sicurezza, ma senza censura al divertimento, per la Lunga Notte del weekend. A seguito dei recenti fatti di Torino sono aumentati i controlli in occasione di manifestazione con forte afflusso di persone. E la Lunga Notte non sarà da meno. «Già dall’anno scorso sono stati messi in atto protocolli di prevenzione in modo da far svolgere con(...)

continua »

Altre notizie

youkata - sidebar id 34
^ Top