Corriere di Novara

Periodico Indipendente delle Province di Novara e V.C.O.

Corriere di Novara
Fondato nel 1877 / In edicola il lunedì, giovedì e sabato

Il giornale di Oggi

Sfoglia abbonati
domenica, 19 febbraio 2017
 
 
Articolo di: martedì, 10 gennaio 2017, 6:51 p.

Mistero del Sulky rosso ripescato nel lago: i due cadaveri sarebbero di due uomini scomparsi nel 1987

La pista seguita è quella di un incidente, con il veicolo che è finito nelle acque del Cusio

OMEGNA, Un ‘giallo’ che, in breve tempo, ha fatto il giro d’Italia, finendo sui tg e i gr delle principali emittenti televisive e radiofoniche. Ovviamente senza contare i giornali nazionali e l’infinito mondo del web.

E’ il mistero del Sulky rosso ripescato dalle acque del lago d’Orta, nella zona di Bagnella a Omegna, nel pomeriggio di domenica scorsa; un Sulky (un veicolo a tre ruote, che ricorda un apecar e tipico degli anni ’80), al cui interno sono state trovate anche alcune ossa. Dalle prime informazioni apparterrebbero a ben due persone.

La pista principale seguita dalla Procura di Verbania (sul posto domenica anche il procuratore capo Olimpia Bossi, per molti anni pm a Novara) è quella di un incidente stradale risalente ormai a ben 30 anni fa e che a bordo del Sulky finito nelle acque del Cusio ci fossero due uomini che, da allora, furono dati per scomparsi. Ossia Luciano Genduso, classe 1921, e Donato Musto, classe 1913, il primo residente a Cireggio e il secondo a Bagnella. La loro scomparsa venne segnalata a fine gennaio del 1987 dai rispettivi famigliari.

I due, entrambi a bordo del Sulky, furono con ogni probabilità protagonisti di un incidente, che li fece finire in acqua. Del resto era gennaio di ormai tre decenni fa e la strada era con ogni probabilità gelata; inoltre il lungolago Gramsci era tutt’altro da quello che è adesso. Non c’era un marciapiede, non c’era un guardrail, che avrebbe potuto evitare la caduta in acqua. Facile che il veicolo possa essere sbandato, finendo poi in acqua. Il Sulky inoltre risulta intestato a uno dei due uomini scomparsi e che quel giorno di gennaio del 1987 pare fossero diretti insieme a Novara.

mo.c.

 


Articolo di: martedì, 10 gennaio 2017, 6:51 p.

Dal Territorio

Scontro tra due veicoli sulla Ticinese

Scontro tra due veicoli sulla Ticinese
BORGO TICINO, E’ in fase di ricostruzione da parte della Polizia stradale di Borgomanero l’esatta dinamica dell’incidente che si è verificato al chilometro 29 della statale Ticinese l’altra sera. Il tutto all’altezza dell’intersezione con la provinciale Borgo Ticino-Castelletto, nel Novarese. In questo punto si sono scontrate una Mercedes,(...)

continua »

Altre notizie

Il Novara espugna Latina!

Il Novara espugna Latina!
LATINA - NOVARA 0- 1   LATINA:  Pinsoglio, Brosco, Dellafiore, Garcia Tena, Nica (29’ st Regolanti), Bandinelli (37’ st De Vitis), Mariga, Bruscagin, Buonaiuto (13’ st De Giorgio), Corvia, Insigne.  All.:  Vivarini. NOVARA:  Da Costa, Troest, Lancini, Scognamiglio, Dickmann, Casarini, Cinelli (5’ st(...)

continua »

Altre notizie

Gli appuntamenti a Novara e dintorni in questi giorni di festa

Gli appuntamenti a Novara e dintorni in questi giorni di festa
MOSTRE NOVARA Miserere mei Sino al 29 gennaio è visibile nel quadriportico del Duomo la mostra “Miserere mei. Immagini e visioni in terra gaudenziana”, iniziativa ideata e promossa dell’Ufficio dei Beni culturali della Diocesi di Novara con l’Atl, “Instagramersnovara”, in collaborazione con il Capitolo della Cattedrale novarese, Arcidiocesi(...)

continua »

Altre notizie

Anche Shell cerca petrolio nel Novarese

Anche Shell cerca petrolio nel Novarese
Oltre 400 chilometri quadrati di terreno tra Piemonte e Lombardia, nelle province di Novara, Vercelli, Varese e Biella. Da Castelletto Ticino a Borgomanero, sino a Gattinara e Sizzano: è su questa larga porzione di Nord Italia - denominata nel suo complesso “Cascina Alberto” - che il colosso petrolifero Shell eserciterà nel prossimo futuro il permesso di ricerca di(...)

continua »

Altre notizie

youkata - sidebar id 34
^ Top