Corriere di Novara

Periodico Indipendente delle Province di Novara e V.C.O.

Corriere di Novara
Fondato nel 1877 / In edicola il lunedì, giovedì e sabato

Il giornale di Oggi

Sfoglia abbonati
martedì, 28 marzo 2017
 
 
Articolo di: giovedì, 24 ottobre 2013, 8:56 m.

Lunedì allo stadio “Piola” la targa per ricordare Weisz

Presentato anche il volume “Un azzurro infinito” dedicato al periodo novarese dell’allenatore magiaro

NOVARA - Lunedì, in occasione del posticipo del campionato di serie B tra Novara e Cesena, verrà apposta allo stadio “Piola” di Novara la targa che commemora Arpad Weisz, il tecnico ungherese che allenò la squadra azzurra nella stagione 1934-‘35 e che morì nel campo di sterminio di Auschwitz nel 1944. L’iniziativa, nata dal convegno dello scorso gennaio organizzato all’Università del Piemonte Orientale “Avogadro” da Fondazione Novara Calcio, Comune di Novara, Istituto storico della Resistenza di Novara e Vco “Piero Fornara”, la sezione novarese dell’Anpi e dal Corriere di Novara, è stata presentata ieri a Novarello. Sono intervenuti tra gli altri il presidente del Novara Calcio, Carlo Accornero, il vice sindaco Nicola Fonzo, il direttore del Corriere di Novara Serena Fiocchi e uno degli autori del libro “Un azzurro infinito” il giornalista Sandro Devecchi.

La cerimonia si svolgerà alle 19 all’ingresso della tribuna d’onore dello stadio.  La targa riporta la scritta: “La città di Novara ricorda Arpad Weisz (Solt , 16-4-1896    Auschwitz, 31– 1-1944). Sedette sulla panchina del Novara Calcio nella stagione 1934-’35, fu l’inventore della figura moderna dell’allenatore. Vittima della violenza nazifascista, morì nel campo di sterminio di Auschwitz”. Accanto verrà apposta quella in ricordo di Luciano Marmo, il commissario tecnico della nazionale italiana di calcio, uno dei dirigenti più rappresentativi del Novara Calcio, che ora staziona sul lato opposto dell’impianto.

Durante la conferenza stampa di ieri è stato presentato anche il volume “Un azzurro infinito”, scritto da Paolo De Luca, Massimo Delzoppo e Sandro Devecchi, dedicato al periodo novarese di Arpad Weisz. Oltre a raccontare per la prima volta con dovizia di particolari l’avventura sotto la Cupola dell’allenatore magiaro, contiene diversi spunti interessanti dal punto di vista storico -sportivo. Oltre a un inquadramento sociologico e sull’attualità della vicenda, il libro contiene una serie di importanti documenti inediti che vanno oltre alla sua permanenza a Novara. Viene, infatti, dedicato spazio all’esperienza avuta da Weisz come prigioniero in Italia durante la prima guerra mondiale. Vengono spiegati i motivi per cui scelse gli azzurri in serie B, i suoi contatti a Novara. Completano il volume i profili dei calciatori allenati, quello di Luciano Marmo che lavorò con Weisz, le statistiche di quel campionato 1934-35.

Il libro sarà in edicola da giovedì 31 ottobre a 8,80 euro più il costo del giornale. Per prenotarlo si può chiamare in redazione al numero 0321 629041.

VIDEO - Gli interventi di Fonzo, Fiocchi e Devecchi



VIDEO - L'intervento di Accornero



VIDEO - L'intervento di Cerutti

Video su gentile concessione di 

Redazione online 

Gallery articolo
*clicca sulle immagini per ingrandire

copertina.jpg

1059630.jpg

Articolo di: giovedì, 24 ottobre 2013, 8:56 m.

Dal Territorio

La Igor Volley butta via il secondo posto

La Igor Volley butta via il secondo posto
BUSTO ARSIZIO - L’Igor esce sconfitta per 3-1 senza giustificazioni dal PalaYamamay nell’ultimo turno di regular season, battuta nella serata in cui una vittoria sarebbe servita, visto il contemporaneo stop di Casalmaggiore a Montichiari, per passare sul filo di lana al secondo posto in classifica. Una squadra azzurra arruffona, frenetica e confusionaria come avevamo(...)

continua »

Altre notizie

Gli appuntamenti a Novara e dintorni in questi giorni di festa

Gli appuntamenti a Novara e dintorni in questi giorni di festa
MOSTRE NOVARA Miserere mei Sino al 29 gennaio è visibile nel quadriportico del Duomo la mostra “Miserere mei. Immagini e visioni in terra gaudenziana”, iniziativa ideata e promossa dell’Ufficio dei Beni culturali della Diocesi di Novara con l’Atl, “Instagramersnovara”, in collaborazione con il Capitolo della Cattedrale novarese, Arcidiocesi(...)

continua »

Altre notizie

Successo di visitatori per le Giornate di Primavera del Fai

Successo di visitatori per le Giornate di Primavera del Fai
NOVARA - Ci mettono passione ed entusiasmo. E anche professionalità. Sono il valore aggiunto delle Giornate di Primavera: gli Apprendisti Ciceroni. Studenti di ogni ordine e grado che hanno accompagnato in visita per la due giorni di arte e cultura proposta sul territorio della delegazione Fai di Novara. Sabato 25 e domenica 26 marzo apertura di 29 beni tra la città (cinque nel(...)

continua »

Altre notizie

youkata - sidebar id 34
^ Top