Corriere di Novara

Periodico Indipendente delle Province di Novara e V.C.O.

Corriere di Novara
Fondato nel 1877 / In edicola il lunedì, giovedì e sabato

Il giornale di Oggi

Sfoglia abbonati
sabato, 29 aprile 2017
 
 
Articolo di: martedì, 03 gennaio 2012, 9:19 p.

"Lo schiaccianoci" al Coccia nel fine settimana

Protagonista la compagnia del Balletto di Mosca

NOVARA - E' tutto pronto al Teatro Coccia per "Lo schiaccianoci", balletto fantastico in due atti e tre scene su musica di Ciaikovskij, che sarà a Novara sabato 7 gennaio alle 20.30 e, quindi, domenica 8 gennaio alle 16.

 

Maestro concertatore e direttore sarà Konstantin Khvatiniets, mentre la coreografia è di Alexandre Vorotnikov, con l'orchestra del Balletto di Mosca e il Balletto di Mosca-La Classique (Dipartimento della cultura della città di Mosca-Moskoncert) diretto da Elik Melikov.

 

Il nuovo allestimento è una Coproduzione Fondazione Teatro Coccia Novara e Fondazione Donizetti Bergamo.

Personaggi e interpreti sono Nadejda Ivanova (Clara), Andrey Shalin (Principe Schiaccianoci), Alexander Sedov (Re dei topi).

 

La celebre compagnia diretta da Elik Melikov alla sua ventunesima stagione in Italia con i più grandi titoli del repertorio classico ritorna al Teatro Coccia con Lo Schiaccianoci, il festoso balletto natalizio della trilogia Ciaikovsky, in un nuovo sfarzoso allestimento scenico.

 

TRAMA

E’ la vigilia di Natale e il borgomastro di Norimberga si prepara a dare una grande festa attorno all’albero di Natale con la moglie e i due figli Clara e Fritz. Fra i tanti invitati c'è uno strano personaggio, Drosselmeyer, un po’ mago, un po’ giocattolaio, che ha portato con sé alcuni pupazzi meccanici e uno schiaccianoci di legno a forma di soldatino, in regalo a Clara. Fritz, invidioso del dono, cerca per dispetto di strapparlo alla sorella e, gettandolo a terra, lo rompe. Mentre la festa riprende fra i giochi dei bambini e le danze degli adulti, fra cui la famosa “Danza del nonno”, Drosselmeyer consola Clara aggiustando lo schiaccianoci. La festa giunge al termine, gli ospiti prendono concedo, i bambini vanno a dormire e Clara, esausta e felice per il dono ricevuto, si addormenta su una poltrona, stringendo il suo schiaccianoci fra le braccia. Suona la mezzanotte e a questo punto la realtà diventa sogno, la stanza e l’albero di Natale assumono dimensioni enormi e Clara, proiettata in un mondo fantastico, si ritrova minacciata da una torma di topi schierati in ordine di battaglia e capitanati dal loro re. Improvvisamente lo schiaccianoci prende vita e, con l’aiuto di un esercito di soldatini, si lancia in battaglia. Lo stesso schiaccianoci sta per soccombere agli attacchi dei topi, quando un colpo di pantofola ben assestato da Clara, mette fuori combattimento l’avversario del suo beniamino. Come per magia, lo schiaccianoci di legno diventa uno splendido principe che conduce Clara nel regno dei dolciumi. La stanza si trasforma in un bosco magico e innevato, con tanti alberi addobbati a festa, dove anche i fiocchi di neve danzano a tempo di valzer. E’ in questo paese fatato (Konfiturenburg) che Clara fa la conoscenza della Fata Confetto e di altri personaggi della fantasia, che danzeranno per lei in un variopinto divertissement, tra i quali il Cioccolato (danza spagnola), il Caffè (danza araba) e il Tè (danza cinese). La conclusione è segnata dallo squisito Valzer dei Fiori, dopo il quale Clara si ritroverà nella sua poltrona con il suo schiaccianoci in grembo, felice di questo sogno di Natale. Ma Clara avrà sognato veramente?

Monica Curino

Articolo di: martedì, 03 gennaio 2012, 9:19 p.
Articoli correlati Panariello da tutto esaurito (1) Il Lago dei Cigni al Teatro Coccia (1) Il Carroccio contesta il mancato rinnovo a Pesta quale direttore artistico del Coccia (1) Doppio “Requiem” alla Basilica di San Gaudenzio (1) La grande opera al Coccia (1) Nuova casa per la Cna aronese (1) Nuovi direttori al Maggiore (1) Nel web e Qui, per essere più che mai al vostro fianco (1) Individuato dai Carabinieri il presunto diffamatore del direttore delle poste di Trecate (1) Novarese, direttore di banca in Lombardia, arrestato dai Carabinieri (1) Scrivi al direttore (1)

Tags: ciaikovsky, balletto di mosca, diretto, concertatore, teatro coccia

Dal Territorio

Gli appuntamenti a Novara e dintorni in questi giorni di festa

Gli appuntamenti a Novara e dintorni in questi giorni di festa
MOSTRE NOVARA Miserere mei Sino al 29 gennaio è visibile nel quadriportico del Duomo la mostra “Miserere mei. Immagini e visioni in terra gaudenziana”, iniziativa ideata e promossa dell’Ufficio dei Beni culturali della Diocesi di Novara con l’Atl, “Instagramersnovara”, in collaborazione con il Capitolo della Cattedrale novarese, Arcidiocesi(...)

continua »

Altre notizie

Atletica leggera, il 93enne Antonio Nacca protagonista del “Meeting Città di Novara”

Atletica leggera, il 93enne Antonio Nacca protagonista del “Meeting Città di Novara”
NOVARA - E’ stata un’edizione del Meeting Città di Novara di atletica leggera piuttosto intensa quella che si è tenuta domenica scorsa al campo Andrea Gorla di Novara per l’organizzazione del locale Team Atletico Mercurio. Al mattino un centinaio di giovanissimi provenienti da tutta la provincia e da quella vicine di Vercelli e Vco sono convenuti per darsi(...)

continua »

Altre notizie

Gran finale per il progetto di aggregazione giovanile “Piazzati ma non spiaggiati”

Gran finale per il progetto di aggregazione giovanile “Piazzati ma non spiaggiati”
NOVARA, È in programma nel pomeriggio di sabato 29 aprile, a partire dalle 15,30, nella piazzetta di via Monte San Gabriele 50, a Novara, l'evento conclusivo del progetto “Piazzàti ma non Spiaggiàti”, vincitore del bando “AggregAzione Giovanile” 2016 della Provincia di Novara e finalizzato a promuovere iniziative di partecipazione attiva dei(...)

continua »

Altre notizie

Trenino turistico ad Arona, nuovo gestore cercasi

Trenino turistico ad Arona, nuovo gestore cercasi
ARONA - Non suona più da oltre sei mesi la sua inconfondibile campanella. Per il momento il “trenino turistico” (nella foto di Emanuele Sandon), da cinque anni a servizio della città per portare turisti, villeggianti e aronesi dal centro alla Rocca e al colosso di San Carlo, si è dovuto fermare. Forse ancora per poco. Scade oggi, mercoledì 26 aprile,(...)

continua »

Altre notizie

youkata - sidebar id 34
^ Top