Corriere di Novara

Periodico Indipendente delle Province di Novara e V.C.O.

Corriere di Novara
Fondato nel 1877 / In edicola il lunedì, giovedì e sabato

Il giornale di Oggi

Sfoglia abbonati
mercoledì, 21 febbraio 2018
 
 
Articolo di: sabato, 28 aprile 2012, 4:55 p.

Venerdì pomeriggio, l'ultimo saluto a Maria Giovanna Giudice

E' stata poi tumulata a Cavaglio d'Agogna

NOVARA - Chiesa parrocchiale di Lumellogno gremita, ieri pomeriggio, venerdì 27 aprile, per l'ultimo saluto a Maria Giovanna Giudice, 110 anni, la staffetta partigiana, premiata nel 2008 dal presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano, con la madaglia di bronzo al merito civile.

Maria Giovanna, che avrebbe compiuto 111 anni il prossimo 28 settembre, se n'è andata all'alba del 25 aprile, giorno della Liberazione e da lei sempre molto sentito e partecipato. Era da qualche giorno in ospedale, a Novara.

Alla cerimonia, tra le tante autorità presenti, c'era l’ultimo ancora in vita dei “suoi ragazzi” della 89ª Brigata Garibaldi “Giuseppe Osella”: Giacomino  Foglia, nome di battaglia “Tek”. Maria Giovanna aiutava i partigiani della zona di Cavaglio d'Agogna, portando biglietti con informazioni e cibo. A rendere gli onori c’erano il gonfalone con medaglia d’oro di Novara, il Gonfalone del Comune di Cavaglio d’Agogna, il labaro dell’Anpi  provinciale e il labaro della sezione Anpi di Casalino e Cameriano. Maria Giovanna Giudice è poi stata tumulata nella tomba di famiglia al cimitero di Cavaglio d'Agogna. Lei era originaria di Agnellengo di Momo e da molti anni abitava con i nipoti Valeria e Giancarlo a Lumellogno.

Monica Curino

Articolo di: sabato, 28 aprile 2012, 4:55 p.
Articoli correlati Maria Giovanna Giudice, novarese di quasi 110 anni, premiata a Rimini (4) Se n'è andata nel giorno della Liberazione: è scomparsa Maria Giovanna Giudice, la staffetta partigiana (3) A Lumellogno venerdì 27 i funerali di Maria Giovanna Giudice, staffetta partigiana (3) Maria Giovanna Giudice taglia il traguardo dei 110 anni (2) Frazioni ed ex sedi di Quartiere: il punto dell’assessore Agnesina (1) Dal 13 settembre al via i lavori a Lumellogno (1) Tutti a scuola con “Pedibus” (1) A Lumellogno cerimonia in ricordo della battaglia del ‘22 (1) Lumellogno, nuova luce al presbiterio (1) Torna la Giornata del Dottorato di Ricerca dell’Università Avogadro (1) "Lumellogno tra Storia, Arte e Cultura" (1) Inaugurata la nuova sede di Humanitas (1) Sabato 16 luglio a Lumellogno la commemorazione dell’89° anniversario della battaglia (1)

Tags: Maria giovanna giudice, staffetta, agnellengo di momo, cavaglio, lumellogno

Dal Territorio

Ubriaco, semina il panico sulla statale del Sempione

Ubriaco, semina il panico sulla statale del Sempione
CASTELLETTO, Ha cercato di bloccare diversi automobilisti lungo la strada statale del Sempione, nella zona tra Castelletto Ticino e Arona, nel Novarese, con una lunga serie di manovre particolarmente azzardate a bordo della sua Alfa Romeo 147. Il tutto sino a quando una pattuglia della Polizia stradale di Borgomanero, allertata da un automobilista che aveva avuto a che fare con(...)

continua »

Altre notizie

Volley la Igor conquista la Coppa Italia

Volley la Igor conquista la Coppa Italia
Grande Igor Volley a Bologna. Contro Conegliano conquista la Coppa Italia imponendosi per 3 a 1. Dopo la Supercoppa italiana arriva anche il secondo sigillo per le novaresi. Sul Corriere di Novara di lunedì 19 febbraio cronaca e commenti del trionfo azzurro.  Foto www.agilvolley.com 

continua »

Altre notizie

Nabucco al Teatro Coccia chiude il cartellone Opera e Balletto

Nabucco al Teatro Coccia chiude il cartellone Opera e Balletto
NOVARA - Ultimo appuntamento del cartellone Opera e Balletto per la stagione 2017/2018 del Teatro Coccia di Novara.  Venerdì 23 febbraio alle 20.30 e domenica 25 alle 16 andrà in scena "Nabucco" di Giuseppe Verdi, opera prodotta da Fondazione Teatro Coccia.   L’opera è diretta dal maestro Gianna Fratta (nella foto). Regia, scene, costumi e luci sono(...)

continua »

Altre notizie

Il territorio ribadisce il no a Shell

Il territorio ribadisce il no a Shell
«In questa fase solo “ascolto” del terreno, nessuna attività perforativa sul territorio; un contributo importante alla ricerca scientifica (possibili collaborazioni con Università); impatto ambientale pressoché nullo grazie a tecnologie all’avanguardia. E ancora: non più di 3-4 mesi, una volta ottenute le necessarie autorizzazioni per(...)

continua »

Altre notizie

^ Top