Corriere di Novara

Periodico Indipendente delle Province di Novara e V.C.O.

Corriere di Novara
Fondato nel 1877 / In edicola il lunedì, giovedì e sabato

Il giornale di Oggi

Sfoglia abbonati
mercoledì, 21 febbraio 2018
 
 
Articolo di: giovedì, 08 settembre 2016, 8:06 m.

Valle Vigezzo patria dei Rusca (FOTOGALLERY)

Record di presenze per il 35° Raduno Internazionale dello Spazzacamino

SANTA MARIA MAGGIORE – Record di presenze e record di partecipanti. E’ un’edizione tutta da incorniciare, la trentacinquesima del Raduno Internazionale dello Spazzacamino. Per quattro giorni (dal 2 al 5 settembre) la Valle Vigezzo è diventata ancora una volta la patria dei Rusca. Una vetrina importante per tutto il Verbano Cusio Ossola. "Avevamo qualche timore per la sfilata a cui questa volta hanno preso parte 1.224 spazzacamini, un record, è stato un numero superiore a tutte le precedenti edizioni. Tutto però si è svolto benissimo e senza intoppi – spiega soddisfatta Anita Hofer, vice presidente dell'Associazione Nazionale Spazzacamini -. Un grazie va a coloro che hanno lavorato per l’ottima riuscita della manifestazione, ai tanti volontari e alle forze dell’ordine che hanno curato la parte viabilistica e dei parcheggi".  Poste Italiane, in occasione del 35esimo anno di vita del Raduno, ha predisposto uno speciale annullo filatelico. Festa, divertimento, voglia di stare insieme ma anche solidarietà. Il Raduno Internazionale dello Spazzacamino è tutto questo. L’evento, che affonda le sue origini nella rievocazione storica di questo antico mestiere, oggigiorno rappresenta soprattutto un bel momento di fratellanza e di aggregazione dei popoli e l’aria che si è respira durante il raduno è proprio quella dell'amicizia, della fratellanza e della solidarietà; valori che sono alla base anche del gesto di generosità di domenica pomeriggio quando, durante il momento di intrattenimento con il concerto della GMO a Villa Antonia, un rappresentante tedesco di Bayern ha raccolto 1.200 euro per essere donati alle popolazioni terremotate: il Raduno Internazionale dello Spazzacamino è anche questo. Grandiosa la sfilata, il momento clou della manifestazione con migliaia di persone (gli organizzatori stimano circa 30 mila presenze) hanno assistito domenica mattina al corteo dei 1.224 “uomini neri” che hanno sfilato da Piazza Risorgimento, tra due ali di folla.  Ventidue in tutto le nazioni presenti: Italia, Svizzera, Danimarca, Svezia, Norvegia, Finlandia, Belgio, Francia, Olanda, Spagna, Scozia, Usa, Giappone, Austria, Repubblica Ceca, Romania, Estonia, Lettonia, Ungheria e Germania (il gruppo in assoluto più numeroso, con oltre 550 spazzacamini), oltre alle new entry di quest'anno, Polonia e Bosnia Erzegovina. Entusiasti i più piccini che al grido “Spazzacaminooo!!!” hanno richiamato a gran voce i rusca al loro passaggio per le vie del centro storico di Santa Maria Maggiore, ottenendo in dono dolciumi e caramelle. La sfilata, aperta dalla Milizia Tradizionale di Calasca con le scenografiche e applauditissime scariche a salve, si è conclusa con la tradizionale rievocazione storica della pulitura dei camini. Tantissimi i visitatori, si ricordava, provenienti da tutta Italia ma anche dalla vicina Svizzera.  "Non possiamo che ringraziare tutti coloro che hanno permesso un funzionamento perfetto della macchina organizzativa, nonostante il numero di spazzacamini decisamente superiore al passato: abbiamo registrato un record assoluto di presenze, con uomini e donne in sfilata, che sommati ai gruppi folcloristici e alle bande, ha sfiorato i 1.500 figuranti. La presenza di media, giornalisti, fotografi ed emittenti televisive nazionali ed internazionali contribuirà a portare ancora una volta il nome di Santa Maria Maggiore e della Valle Vigezzo molto lontano – conferma il sindaco di Santa Maria Maggiore, Claudio Cottini - Abbiamo posto particolare attenzione alla rievocazione di questo mestiere, raccontando le storie, spesso drammatiche e dimenticate, dei piccoli spazzacamini: valorizzare questo passato anche attraverso un evento che lascia gioia e sorrisi ai nostri visitatori è certamente fondamentale, senza però mai dimenticare le radici di uno dei nostri più importanti filoni di emigrazione". 

>>> CLICCA PER VEDERE LE IMMAGINI


Marco De Ambrosis 

Articolo di: giovedì, 08 settembre 2016, 8:06 m.

Dal Territorio

Volley la Igor conquista la Coppa Italia

Volley la Igor conquista la Coppa Italia
Grande Igor Volley a Bologna. Contro Conegliano conquista la Coppa Italia imponendosi per 3 a 1. Dopo la Supercoppa italiana arriva anche il secondo sigillo per le novaresi. Sul Corriere di Novara di lunedì 19 febbraio cronaca e commenti del trionfo azzurro.  Foto www.agilvolley.com 

continua »

Altre notizie

In auto con due chili di hashish suddivisi in 20 panetti: in manette un 32enne

In auto con due chili di hashish suddivisi in 20 panetti: in manette un 32enne
GATTICO, Lunedì a Gattico, nel Novarese, i Carabinieri della locale Stazione hanno arrestato M.O., cittadino marocchino residente nella zona del Verbano, classe 1986, già conosciuto dalle Forze dell’ordine. L’uomo è finito in manette per detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente. Nel corso di uno dei quotidiani controlli alla(...)

continua »

Altre notizie

Nabucco al Teatro Coccia chiude il cartellone Opera e Balletto

Nabucco al Teatro Coccia chiude il cartellone Opera e Balletto
NOVARA - Ultimo appuntamento del cartellone Opera e Balletto per la stagione 2017/2018 del Teatro Coccia di Novara.  Venerdì 23 febbraio alle 20.30 e domenica 25 alle 16 andrà in scena "Nabucco" di Giuseppe Verdi, opera prodotta da Fondazione Teatro Coccia.   L’opera è diretta dal maestro Gianna Fratta (nella foto). Regia, scene, costumi e luci sono(...)

continua »

Altre notizie

Il territorio ribadisce il no a Shell

Il territorio ribadisce il no a Shell
«In questa fase solo “ascolto” del terreno, nessuna attività perforativa sul territorio; un contributo importante alla ricerca scientifica (possibili collaborazioni con Università); impatto ambientale pressoché nullo grazie a tecnologie all’avanguardia. E ancora: non più di 3-4 mesi, una volta ottenute le necessarie autorizzazioni per(...)

continua »

Altre notizie

^ Top