Corriere di Novara

Periodico Indipendente delle Province di Novara e V.C.O.

Corriere di Novara
Fondato nel 1877 / In edicola il lunedì, giovedì e sabato

Il giornale di Oggi

Sfoglia abbonati
domenica, 30 aprile 2017
 
 
Articolo di: sabato, 11 marzo 2017, 9:45 m.

Una città che viaggia sull’acqua

Sotto di noi una rete di canali e rogge

NOVARA - L’abitato della città di Novara è per molti tratti percorso da una rete sotterranea di canali irrigui. «Il problema - spiegano dall’Associazione irrigua Est Sesia - è che la maggior parte delle attuali tombinature presenti in città e di conseguenza anche gli attraversamenti stradali, che sono ben 160, sono state costruite diversi anni fa. Le costruzioni più vecchie risalgono, infatti, anche all’inizio del secolo scorso, come per esempio in viale Dante, dove passa il cavo Ricca, la soletta risale al 1930; mentre le più nuove sono degli anni ‘60, quando c’è stato il boom dell’edilizia». La costruzione delle tombinature non è però stata realizzata dall’Est Est. «Noi non ci siamo mai occupati della realizzazione delle tombinature che invece spetta a chi deve realizzare l’immobile e quindi chiede a noi la concessione del tratto interessato alla costruzione senza la quale peraltro non è possibile edificare». Ciò fa sì che in caso di necessità di manutenzione o in caso di crollo «i lavori di ripristino siano a carico del concessionario, come per esempio nel recente caso di via Cavo Dassi. In queso caso infatti chi dovrà fare i lavori per chiudere la voragine verificatasi è il condominio Venere che si affaccia proprio sullo squarcio creatosi sotto il peso del camion». Non tutte però le tombinature sono state realizzate da privati: «Ne esistono altre - precisano dall’Est Sesia - che sono a carico del Comune ed è per questo motivo che quando i problemi si verificano in alcune aree di cui il Comune è il concessionario i lavori dovranno essere realizzati a suo carico». Al di là però dei chiarimenti su chi dovrà intervenire in caso di lavori da effettuare, peraltro quasi sempre inderogabili dopo che il problema si è manifestato in tutta la sua entità, resta però la preoccupazione per la vetustità delle costruzioni. «Questo è il vero nocciolo della questione. La maggior parte delle costruzioni, come detto, sono state realizzate molti anni fa e quindi la manutenzione diventa non solo fondamentale ma indispensabile per garantirne la sicurezza. Da parte nostra monitoriamo costantemente le situazioni, segnalando di volta in volta agli interessati quelle più critiche. In corso Vercelli, solo per fare un esempio recente, i lavori del rifacimento della soletta degradata che sono in corso proprio in questi giorni nascono da una nostra segnalazione all’Eni dopo un sopralluogo durante il quale era stata riscontrata l’evidente necessità di intervenire». In quest’ottica di prevenzione si inserisce anche l’incontro che si è tenuto nelle scorse settimane con il Comune di Novara «per trovare insieme una linea di collaborazione finalizzata ad un censimento e quindi ad una eventuale programmazione dei lavori che dovrebbero essere realizzati».La programmazione è altresì importante «anche perchè - e concludono dall’Est Sesia - gli interventi devono essere realizzati prima che i canali diventino nuovamente attivi. Quindi in linea di massima da settembre a marzo. Ed è proprio per questo motivo che la ricostruzione della tombinatura con la chiusura della voragine presente e il ripristino di via Cavo Dassi dovrà essere fatta entro il 25 marzo. In caso diverso si dovrà quantomeno provvedere alla realizzazione di una recinzione fissa di protezione al fine di evitare qualsiasi tipo di intrusione all’interno dell’alveo del canale».

Clarissa Brusati 

Leggi di più sul Corriere di Novara di sabato 11 marzo 2017 

Articolo di: sabato, 11 marzo 2017, 9:45 m.

Dal Territorio

Il Novara si perde e perde contro il Brescia

Il Novara si perde e perde contro il Brescia
'Abbiamo fatto fatica. Continuiamo a portarci dietro ls gara con il Perugia. Mentalmente c''è gente chenon si è ancora ripresa. Mi spiace molto. Mi aspettavo qualcosa di piu'.  Cosi a fine partita il presidente del Novara Massimo De Salvo commenta la brutta prova della squadra. Un Novara apparso per lunghi tratti della gara svagato e poco cattivo. Gli azzurti andati in(...)

continua »

Altre notizie

Pombia: ponte di via Castello danneggiato da un’auto

Pombia: ponte di via Castello danneggiato da un’auto
POMBIA, I Vigili del Fuoco di Arona sono intervenuti sabato sera per una verifica statica del ponte di via Castello nel comune di Pombia, nel Novarese. A seguito di un urto con una  autovettura,  il parapetto di protezione è stato danneggiato e alcune sue parti sono cadute sulla carreggiata della sottostante strada provinciale. I vigili del fuoco hanno eliminato le(...)

continua »

Altre notizie

Gli appuntamenti a Novara e dintorni in questi giorni di festa

Gli appuntamenti a Novara e dintorni in questi giorni di festa
MOSTRE NOVARA Miserere mei Sino al 29 gennaio è visibile nel quadriportico del Duomo la mostra “Miserere mei. Immagini e visioni in terra gaudenziana”, iniziativa ideata e promossa dell’Ufficio dei Beni culturali della Diocesi di Novara con l’Atl, “Instagramersnovara”, in collaborazione con il Capitolo della Cattedrale novarese, Arcidiocesi(...)

continua »

Altre notizie

Trenino turistico ad Arona, nuovo gestore cercasi

Trenino turistico ad Arona, nuovo gestore cercasi
ARONA - Non suona più da oltre sei mesi la sua inconfondibile campanella. Per il momento il “trenino turistico” (nella foto di Emanuele Sandon), da cinque anni a servizio della città per portare turisti, villeggianti e aronesi dal centro alla Rocca e al colosso di San Carlo, si è dovuto fermare. Forse ancora per poco. Scade oggi, mercoledì 26 aprile,(...)

continua »

Altre notizie

youkata - sidebar id 34
^ Top