Corriere di Novara

Periodico Indipendente delle Province di Novara e V.C.O.

Corriere di Novara
Fondato nel 1877 / In edicola il lunedì, giovedì e sabato

Il giornale di Oggi

Sfoglia abbonati
giovedì, 22 giugno 2017
 
 
Articolo di: giovedì, 16 marzo 2017, 11:12 m.

Un parcheggio al posto del campo da tennis

Al dopolavoro ferroviario recinzione divelta e auto sulla terra rossa


NOVARA - Un parcheggio al posto del campo da tennis, auto sulla terra rossa: finisce  così il Gruppo tennis del Dopolavoro ferroviario, attivo dagli anni Settanta del secolo scorso. Sembra uno scherzo, una battuta, ma non è così.
Ed è finito tutto all’improvviso: «Mentre stavamo discutendo con il consiglio del Dopolavoro sull’importo da versare per il 2017 – spiegano al Gruppo tennis – e sull’inizio dei lavori per sistemare i campi, ecco che una mattina ci siamo trovati con il campo 1 occupato dalle vetture. Era stata divelta la rete di recinzione e garantito l’accesso alle vetture».
Un atto di vandalismo? No una decisione, presa sostengono al Gruppo tennis, senza avvisare nessuno, nemmeno il responsabile del Gruppo, Giuseppe Ferrara, che da 25 anni è l’anima dei tennisti del Dopolavoro.
Così una sessantina di appassionati si è ritrovata orfana (resterebbe il campo 2 ma non è sufficiente a gestire la richiesta e l’impegno necessario a far funzionare l’impianto) del passatempo preferito: «Non è solo una questione di tennis – confermano – Si era creato un gruppo che condivideva i momenti di libertà dal lavoro, in un luogo di ritrovo per i ferrovieri, ma non solo. Purtroppo anche il Gruppo tennis ha seguito le orme dei vari Gruppi che un tempo animavano la vita del Dopolavoro: c’era il Gruppo biliardo, il ballo, il ciclismo, il musicale, il calcio. Poco per volta tutti sono stati allontanati e ora tocca anche a noi».
Il consiglio direttivo ha scelto questa soluzione per ampliare il numero di posti auto già esistente, dopo che 24 posti sono stati riservati ai clienti del bar e della mensa. Quindi, con urgenza era necessario reperire altri spazi.
«Bastava che ne parlassero con noi e avremmo trovato una soluzione. E invece siamo stati posti di fronte al fatto compiuto» commentano i tennisti.
Sullo sfondo restano delle domande che in molti si pongono: ma è possibile che un privato (tale è il Dopolavoro Fs) possa realizzare un parcheggio dall’oggi al domani? Non sarebbe necessario l’autorizzazione del Comune? E, soprattutto, le finalità sociali del Dopolavoro, momento di aggregazione dei ferrovieri, non vengono meno? Ha ancora un senso il Dopolavoro o è diventato un esercizio commerciale come altri?
Sandro Devecchi

Articolo di: giovedì, 16 marzo 2017, 11:12 m.

Dal Territorio

Oggi il Bar del Baseball

Oggi il Bar del Baseball
Oggi sul canale You Tube IL BAR DEL BASEBALL NETTUNO e sul gruppo Facebook, andrà in onda la nona puntata de: IL BAR DEL BASEBALL - EXTRA INNING. Nell'improvvisato studio dello Steno Borghese, agli ordini del duo Gianluca Marcoccio e Massimo Ciamarra e del collaboratore del Bar, Emanuele Tinari sono intervenuti l'ex bandiera e manager del Nettuno, Ruggero Bagialemani e l'utility(...)

continua »

Altre notizie

Incidente in A26, auto ribaltata

 Incidente in A26, auto ribaltata
CUREGGIO, I vigili del Fuoco della sede di Borgomanero e della sede volontaria di Romagnano Sesia oggi 22 giugno sono intervenuti sull’autostrada A26, nel comune di Cureggio, nel Novarese, a seguito di un incidente stradale, che ha visto coinvolti due veicoli. un'auto si è ribaltata sulla carreggiata. L’incidente ha fatto registrare un ferito lieve. In breve(...)

continua »

Altre notizie

Week end ricco di eventi a Novara

Week end ricco di eventi a Novara
NOVARA – Weekend ricco di eventi a Novara. Alle 10 di domani, sabato 13 maggio, è in programma l’inaugurazione della Fiera Campionaria che rimarrà allestita in viale Kennedy fino al 21 maggio. Tante e interessanti come sempre le realtà presenti: ci sarà anche il Corriere di Novara con un suo stand e tanti eventi e incontri. Sempre domani il Lions(...)

continua »

Altre notizie

Laghi: quattro vele per l’alto Verbano e Orta

Laghi: quattro vele per l’alto Verbano e Orta
Novità per la “Guida blu”, che certifica il meglio dei mari e dei laghi italiani,  realizzata da Legambiente e Touring Club italiano. Quest’anno le località marine e lacustri sono state raggruppate in comprensori turistici, e non assegnando le tradizionali vele ai singoli comuni, perché «chi va in vacanza non si ferma al confine(...)

continua »

Altre notizie

youkata - sidebar id 34
^ Top