Corriere di Novara

Periodico Indipendente delle Province di Novara e V.C.O.

Corriere di Novara
Fondato nel 1877 / In edicola il lunedì, giovedì e sabato

Il giornale di Oggi

Sfoglia abbonati
domenica, 18 febbraio 2018
 
 
Sezione: Novara Città

Categoria: Novara Città | Articolo del: 15-02-2018

E' nata la "Fondazione Carolina"

NOVARA - "Le parole fanno più male delle botte": sono le parole della giovane novarese Carolina Picchio ricordate ieri mattina al castello durante la presentazione della Fondazione a lei intitolata. La ragazza si è tolta la vita......Leggi il resto »

NOVARA - "Le parole fanno più male delle botte": sono le parole della giovane novarese Carolina Picchio ricordate ieri mattina al castello durante la presentazione della Fondazione a lei intitolata. La ragazza si è tolta la vita nella notte tra il 4 e il 5 gennaio 2013 dopo essere stata vittima di cyberbullismo. Scopo della Fondazione  Carolina Onlus è "realizzare un futuro in cui il web sia un luogo sicuro per i bambini e gli adolescenti, coinvolgendo tutti gli attori corresponsabili della crescita dei minori e del loro sviluppo consapevole". 

Tra le tante persone intervenute è intervenuto il padre di Carolina, Paolo Picchio: “Dopo la sua scomparsa mi sono aggrappato alla lettera che ha scritto prima di morire, ho cercato di rielaborare il dolore in maniera positiva, andando nelle scuole, incontrando i ragazzi, con il supporto di professionisti in ambito formativo, comunicativo e sanitario. Sembrava un progetto ambizioso fino a qualche anno fa e invece oggi abbiamo una legge nazionale e una regionale, e la creazione del centro di Coordinamento nazionale per la prevenzione e il contrasto al cyberbullismo e ai fenomeni illegali della rete (CoNaCy, ndr) presso la Casa pediatrica dell’ospedale Fatebenefratelli-Sacco di Milano. Bisogna aiutare i ragazzi, renderli consapevoli che il web è uno strumento meraviglioso ma allo stesso tempo pericoloso. I dati parlano di 600.000 ragazzi in Italia che fanno atti di autolesionismo e 2 milioni tra i 10 e i 18 anni che sono state vittime di cyberbullismo. Vogliamo affrontare questo problema attraverso incontri di sensibilizzazione ma anche promuovendo ricerca e formazione. Spero che questo sia l’inizio di un percorso da portare avanti per aiutare i ragazzi a guardare al futuro in modo diverso, non solo attraverso lo schermo di uno smartphone”. 

Valentina Sarmenghi 

Leggi di più sul Corriere di Novara in edicola 

-->

Categoria: Novara Città | Articolo del: 15-02-2018

Il Carnevale novarese chiude in bellezza

NOVARA - Dopo la bellissima sfilata di sabato scorso e il secondo pomeriggio di festa al centro commerciale San Martino che si è svolto domenica, il Carnevale novarese 2018 si è chiuso in bellezza il 13 febbraio al palazzetto di......Leggi il resto »

NOVARA - Dopo la bellissima sfilata di sabato scorso e il secondo pomeriggio di festa al centro commerciale San Martino che si è svolto domenica, il Carnevale novarese 2018 si è chiuso in bellezza il 13 febbraio al palazzetto di viale Verdi. Come di consueto il Martedì grasso ha richiamato tantissime mascherine nel pomeriggio che hanno potuto ballare e cantare in compagnia della corte di Re Biscottino (Renato Sardo) e della Regina Cuneta (Giusy Sardo). In serata la festa è proseguita al palazzetto con la serata danzante per gli anziani.  "Un'edizione strepitosa, un successo che vogliamo dedicare a Sandro Berutti, che ha sempre creduto nel grande valore simbolico del Carnevale" così il nuovo Re Biscottino, Renato Sardo, commenta la riuscita degli eventi di giorni, "veri e propri momenti di aggregazione in grado di unire bimbi e famiglie di ogni credo e colore, perché questo è lo spirito del Carnevale". "Siamo molto contenti del Carnevale che siamo riusciti a organizzare anche quest'anno e abbiamo già moltissime idee per renderlo ancora più bello il prossimo anno" aggiunge Giusy Sardo, che interpreta la Regina Cuneta . "Quest'anno per la prima volta siamo riusciti a visitare tutte le scuole primarie e dell'infanzia della città di Novara - conclude la coppia reale - in questi anni abbiamo fatto tanta strada ma possiamo crescere ancora e abbiamo grandi progetti per il futuro. Il nostro sogno è quello di portare il Carnevale Novarese ai livelli delle più importanti manifestazioni italiane. Sappiamo che non è facile ma possiamo farcela, le sorprese non mancheranno e con i nostri 500 soci stiamo già lavorando in questa direzione".

Valentina Sarmenghi 

-->

Categoria: Novara Città | Articolo del: 11-02-2018

Carnevale novarese, consegnate le chiavi a Re Biscottino

NOVARA - Città in festa ieri pomeriggio grazie all'evento più importante del Carnevale novarese 2018. Grazie anche alla bella giornata sono state tantissime le mascherine che hanno partecipato alla sfilata dei carri e gruppi......Leggi il resto »

NOVARA - Città in festa ieri pomeriggio grazie all'evento più importante del Carnevale novarese 2018. Grazie anche alla bella giornata sono state tantissime le mascherine che hanno partecipato alla sfilata dei carri e gruppi folcloristici che è partita nel primo pomeriggio dal cavalcavia San Martino per arrivare in piazza Cavour dove il sindaco Alessandro Canelli, affiancato dall’assessore Valentina Graziosi, ha consegnato le chiavi della città a Re Biscottino, impersonato da Renato Sardo. La sfilata è poi proseguita fino in piazza Duomo dove sono stati consegnati i Premi alla novaresità Enrico Tacchini alla professoressa Liliana Besta Battaglia e al poeta del Cenacolo dialettale Antonio Ferrari. Premio per la poesia più bella alla scuola primaria Don Ponzetto ed infine il premio speciale "Un raggio di speranza da Sandro Berutti" all’Abio, associazione per il bambino in ospedale (con un contributo di 200 euro).

Il Carnevale novarese prosegue oggi pomeriggio, domenica 11 febbraio, al centro commerciale San Martino con musica e intrattenimenti per tutti. Ultimo appuntamento martedì pomeriggio dalle ore 15 alle 18 con la grande festa di chiusura del Carnevale per i più piccoli al palazzetto di viale Verdi. A seguire dalle 21 alle 23:30 serata danzante per gli anziani. Gli organizzatori ricordano che la capienza massima è 600 persone e raccomandano la presenza di un solo accompagnatore per bambino.

Valentina Sarmenghi

Leggi di più sul Corriere di Novara in edicola lunedì 12 febbraio 

-->

Categoria: Novara Città | Articolo del: 09-02-2018

Nasce il portale dedicato al reportage storiesottotesto.com

Si chiama “Sottotesto” il nuovo portale (www.storiesottotesto.com) che sta per essere lanciato da due fotografi novaresi, Stefano Airaghi e Carmine Rubicco. Una nuova piattaforma dove protagonista sarà il reportage, la......Leggi il resto »

Si chiama “Sottotesto” il nuovo portale (www.storiesottotesto.com) che sta per essere lanciato da due fotografi novaresi, Stefano Airaghi e Carmine Rubicco. Una nuova piattaforma dove protagonista sarà il reportage, la fotografia di inchiesta nazionale e internazionale. Il sito avrà come contenuto i lavori realizzati dai due fotografi e sarà anche un punto d’incontro con interviste a grandi reporter. Infine sarà il veicolo per le iniziative formative di Airaghi e Rubicco, che vogliono mettere la propria esperienza a disposizione delle persone che hanno già un po’ di dimestichezza con la macchina fotografica e che vogliono imparare lo stile del reportage ed approfondire le proprie abilità. Il primo viaggio fotografico è già in programma per il mese di marzo in India. “Secondo noi in questo momento storico è importante fare vedere cosa non funziona - spiegano i due fotografi - i giornali ormai pubblicano sempre meno servizi di inchiesta, le persone non vogliono vedere certi aspetti non proprio belli del mondo. Ma è invece giusto descrivere queste realtà, noi vorremmo fare in modo, nel nostro piccolo, che le nostre fotografie raccontino situazioni che vanno risolte con urgenza. Come ha fatto ad esempio Valerio Bispuri, che con le sue immagini di Encerrados in Argentina, ha mobilitato Amnesty International e ha fatto sì che venisse chiuso un carcere dove le persone vivevano in condizioni disumane. Non vogliamo speculare, il nostro intento è rappresentare delle storie in ambito sociale e umanitario con un punto di vista diverso”. 

Stefano Airaghi, classe 1982, abita a Novara e dopo aver conseguito il diploma di perito aeronautico e dopo qualche esperienza lavorativa con alcuni operatori turistici, sempre ovviamente con la macchina fotografica, si dedica in modo consistente alla sua vocazione, la fotografia, partecipando anche a master formativi a Milano, conseguendo l’attestato di fotografo e grafico pubblicitario. Da questo momento il suo destino professionale è segnato e soprattutto incomincia a svilupparsi la sua attività artistica. Come fotografo cura molti interessanti servizi (ad Haiti, Cuba, al quartiere Zen di Palermo), tiene corsi di fotografia nelle scuole elementari di Trecate e svolge docenza al Convitto Nazionale Carlo Albero di Novara. 

Carmine Rubicco, classe 1972 è un giornalista e reporter con più di 20 anni di esperienza. E’ fotografo certificato e accreditato da Google con esperienza all’estero e pubblicazioni su quotidiani nazionali. Oltre a dirigere il webmagazine Tempi-Dispari.it, collabora con giornali locali (Novaraoggi ultimo in ordine di tempo), agenzie stampa nazionali (Whiroo), internazionali (LaPresse). Nel tempo ha avuto occasione di svolgere servizi fotografici e fotogiornalistici (testo e foto) in diversi ambiti. Dalla cronaca alla politica (da quella locale, a quella regionale per attivare al nazionale), è stato inviato ai festival di cinema dove ha potuto fotografare Dino Risi, Marcello Mastroianni, Stefania Sandrelli, Ornella Muti ed altri, concerti di vario genere, dal jazz all’hard rock passando per Renga, Giorgia, Grignani e altri, allo sport, con la serie A di calcio, i mondiali di Kendo e di kickboxing, teatro e tanto altro. Tra i diversi reportage realizzati, quello nel sud est asiatico, i campi rom in Romania, la periferia di Baia Mare, Ventimiglia. E’ altresì cofondatore del collettivo di fotoreporter Backframe, collettivo che si occupa di fotogiornalismo a 360° con attenzione particolare agli aspetti sociali e umanitari. 

Per informazioni: Carmine Rubicco tel. 366 9595494, Stefano Airaghi tel. 342 671 0805, info@storiesottotesto.com, su Instagram e Facebook. 

v.s.

-->

Categoria: Novara Città | Articolo del: 09-02-2018

Carnevale novarese, attesa per la sfilata e la consegna delle chiavi

NOVARA - Cresce l'attesa per domani, sabato 10 febbraio, quando si terrà l'evento più importante del Carnevale novarese. Dopo il primo pomeriggio di festa domenica scorsa al Centro commerciale San Martino, domani si......Leggi il resto »

N. Record per Pagina: Indietro Indietro Avanti Avanti

Dal Territorio

Per il Novara pareggio tra gli applausi

Per il Novara pareggio tra gli applausi
NOVARA – SPEZIA 1 - 1   NOVARA : Montipò, Golubovic, Mantovani, Chiosa, Dickmann (32’ st Maniero), Casarini, Ronaldo (24’ st Orlandi), Calderoni, Moscati, Sansone (41’ st Di Mariano), Puscas.  All.:  Di Carlo. SPEZIA:  Di Gennaro, De Col, Terzi, Giani, Lopez, Mora (21’ stMaggiore), Bolzoni,(...)

continua »

Altre notizie

Soccorso persona in via Corridoni: 68enne ritrovato privo di vita in casa

Soccorso persona in via Corridoni: 68enne ritrovato privo di vita in casa
NOVARA, I Vigili del fuoco di Novara sono intervenuti poco dopo le 14 in via Corridoni per un soccorso persona all'interno della propria abitazione. I Vigili del comando di via Generali, dopo essere riusciti a entrare nell'alloggio, hanno purtroppo trovato il corpo privo di vita di un uomo di 68 anni, che sarebbe deceduto per cause naturali. Sul posto anche il 118. mo.c.

continua »

Altre notizie

Vercelli e Novara Sposi: 1ª edizione

Vercelli e Novara Sposi: 1ª edizione
Per il primo anno viene organizzata al quartiere fieristico di Vercelli a Caresanablot la 1ª edizione di Vercelli e Novara Sposi, l’evento rivolto alle coppie in procinto di sposarsi. Una manifestazione che si inserisce all’interno di un circuito di ben 24 fiere sul matrimonio che da fine settembre fino a metà febbraio 2018 porta il format in giro per il Nord Italia(...)

continua »

Altre notizie

Il territorio ribadisce il no a Shell

Il territorio ribadisce il no a Shell
«In questa fase solo “ascolto” del terreno, nessuna attività perforativa sul territorio; un contributo importante alla ricerca scientifica (possibili collaborazioni con Università); impatto ambientale pressoché nullo grazie a tecnologie all’avanguardia. E ancora: non più di 3-4 mesi, una volta ottenute le necessarie autorizzazioni per(...)

continua »

Altre notizie

^ Top