Corriere di Novara

Periodico Indipendente delle Province di Novara e V.C.O.

Corriere di Novara
Fondato nel 1877 / In edicola il lunedì, giovedì e sabato

Il giornale di Oggi

Sfoglia abbonati
martedì, 20 febbraio 2018
 
 
Articolo di: mercoledì, 28 giugno 2017, 11:55 m.

Teatro Coccia, ecco la prossima stagione

Presentato il cartellone 2017/2018

NOVARA - E' stato presentato ieri al Piccolo Coccia il cartellone 2017/2018 del Teatro Coccia. Ad illustrare gli spettacoli che comporranno la prossima stagione la direttrice artistica Renata Rapetti, affiancata dal presidente del Cda, Carmen Mandfredda e dal sindaco di Novara Alessandro Canelli. "E' con orgoglio che mi complimento con la direttrice artistica - ha commentato il primo cittadino - per l'ottimo lavoro compiuto e per la grande offerta che il Teatro offrirà alla città nei prossimi mesi. Nel segno della tradizione ma anche di novità intriganti, come l'esordio di Sergio Rubini in regia per un'opera lirica, la Carmen. Da tempo abbiamo notato una grande capacità tra tutte le Fondazioni del territorio di relazionarsi tra loro e di collaborare ed è fantastico: si cresce tutti insieme, in modo armonico". 
Il via il 6 ottobre alle 20.30 appunto con la Carmen di Bizet, e poi una lunga serie di proposte di qualità che spaziano come sempre fra diversi generi: il 10 ottobre arriva Panariello; il 27 ottobre in scena l'opera contemporanea "Delitto e dovere", liberamente tratta da "A Study of Duty" di Oscar Wilde, musica e libretto di Alberto Colla, regia Paolo Gavazzeni e Piero Maranghi; il 29 ottobre “Il magico Zecchino d’Oro”, il musical realizzato in occasione del sessantesimo anniversario dalla nascita della celebre kermesse televisiva; 11 novembre con le variopinte scene e costumi di Emanuele Luzzati, Daniele Cipriani ripropone Lo Schiaccianoci di Amedeo Amodio; il 14 Gene Gnocchi è "Il peracottaro"; il 18 si accende "La febbre del sabato sera"; il 24 Vittorio Sgarbi racconta Michelangelo; il 15 dicembre il Don Giovanni di Mozart con la regia di Giorgio Ferrara e le scene dei premi Oscar Dante Ferretti e Francesca Lo Schiavo. Questo è solo un assaggio: tra gli altri nomi di artisti che saliranno sul palco del Coccia durante la prossima stagione Geppi Cucciari, Ale e Franz, Arturo Brachetti, la ballerina Eleonora Abbagnato, Massimo Lopez e Tullio Solenghi. 
Per il programma completo e tutti gli approfondimenti leggi il Corriere di Novara di domani, giovedì 29 giugno. 

 

Gallery articolo
*clicca sulle immagini per ingrandire

cartellone coccia .jpg

Articolo di: mercoledì, 28 giugno 2017, 11:55 m.

Dal Territorio

Volley la Igor conquista la Coppa Italia

Volley la Igor conquista la Coppa Italia
Grande Igor Volley a Bologna. Contro Conegliano conquista la Coppa Italia imponendosi per 3 a 1. Dopo la Supercoppa italiana arriva anche il secondo sigillo per le novaresi. Sul Corriere di Novara di lunedì 19 febbraio cronaca e commenti del trionfo azzurro.  Foto www.agilvolley.com 

continua »

Altre notizie

Controlli su migliaia di veicoli ad Arona

Controlli su migliaia di veicoli ad Arona
ARONA - Vigili urbani aronesi impegnati sulle strade e in città. E’ l’assessore alla Polizia locale Matteo Polo Friz a dare un breve excursus dell’attività di questi giorni messe in campo dagli agenti con lo scopo di dare una fotografia dei diversi compiti. «Sono diversi i controlli effettuati in questi mesi e soprattutto in questi giorni anche grazie(...)

continua »

Altre notizie

Vercelli e Novara Sposi: 1ª edizione

Vercelli e Novara Sposi: 1ª edizione
Per il primo anno viene organizzata al quartiere fieristico di Vercelli a Caresanablot la 1ª edizione di Vercelli e Novara Sposi, l’evento rivolto alle coppie in procinto di sposarsi. Una manifestazione che si inserisce all’interno di un circuito di ben 24 fiere sul matrimonio che da fine settembre fino a metà febbraio 2018 porta il format in giro per il Nord Italia(...)

continua »

Altre notizie

Il territorio ribadisce il no a Shell

Il territorio ribadisce il no a Shell
«In questa fase solo “ascolto” del terreno, nessuna attività perforativa sul territorio; un contributo importante alla ricerca scientifica (possibili collaborazioni con Università); impatto ambientale pressoché nullo grazie a tecnologie all’avanguardia. E ancora: non più di 3-4 mesi, una volta ottenute le necessarie autorizzazioni per(...)

continua »

Altre notizie

^ Top