Corriere di Novara

Periodico Indipendente delle Province di Novara e V.C.O.

Corriere di Novara
Fondato nel 1877 / In edicola il lunedì, giovedì e sabato

Il giornale di Oggi

Sfoglia abbonati
martedì, 21 novembre 2017
 
 
Articolo di: sabato, 17 giugno 2017, 12:29 p.

Sui fondali 250 kg di vetri

Il lago paga il suo tributo alla “movida”

ARONA - I 250 chili di cocci di vetro e bottiglie ripescati dalle acque antistanti il lungo lago Marconi «sono il tributo ambientale che il lago “paga” alla movida aronese». Lo sostiene Massimiliano Caligara presidente del Circolo di Legambiente “Gli Amici del lago” che ha collaborato con altre associazioni alla consueta iniziativa “Fondali puliti” organizzata l’11 giugno dalla Pro loco nelle acque del Lago Maggiore inserita quest’anno nell’ambito della campagna internazionale “Spiagge e fondali puliti 2017 – Clean up the Med”, finalizzata a sensibilizzare l’opinione pubblica sul problema della dispersione di rifiuti nei mari e nelle acque interne. Manifestazione portata avanti insieme a Cral Noi Sea Malpensa, il club Sommozzatori Marcello Salina, la Cri sezione di Arona, Cisom Arona, e con imbarcazioni messe a disposizione dalla Lega Navale di Arona e a terra con i mezzi del Medio Novarese Ambiente. Come lo scorso anno la “pesca” grossa si è avuta con il recupero di rifiuti gettati dai fruitori dei locali della movida notturna, ma non sono mancati tra i rifiuti recuperati anche un asse del water, ombrelli, copertoni di auto, una sedia, un bidone della spazzatura. In acqua esperti sommozzatori che perlustravano i fondali e raccoglievano i rifiuti inabissati, mentre sulle imbarcazioni i volontari che prendevano in carico i rifiuti da smistare a riva e portati via dal Consorzio in discarica. L’impegno de “Gli Amici del lago” è iniziato il 10 giugno con la pulizia alla spiaggia libera delle Rocchette. Oltre al taglio di cespugli ed erbe incolte sono stati raccolti alcuni quintali di plastiche, vetri, parti di vetroresina e rifiuti vari. Allarmante la persistente presenza di polistirolo sbriciolato.
Se il mare Mediterraneo risulta essere tra le sei zone di maggior accumulo di rifiuti galleggianti del Pianeta, anche il nostro lago non è messo bene, secondo le analisi della Goletta dei Laghi, ma si possono limitare i danni per il futuro. «Con campagne di informazione e sensibilizzazione e implementando una corretta gestione rifiuti con politiche di prevenzione che passano anche per l’innovazione tecnologica» dice Caligara. Per Arona la proposta dell’associazione ambientalista: «Packaging in Mater Bi o materiali similari, bio compostabili che vengono conferiti nella frazione umida, da utilizzare per i cibi e le bevande d’asporto venduti da bar, ristoranti, pizzerie e gelaterie. Con questa soluzione, anche se i pack verranno dispersi nell’ambiente, in ogni caso sarebbero degradabili in breve tempo, senza danneggiare sensibilmente l’ecosistema lacustre».

Maria Nausica Bucci

Articolo di: sabato, 17 giugno 2017, 12:29 p.

Dal Territorio

Chiude la discarica di Barengo, urge trovare un altro impianto

Chiude la discarica di Barengo, urge trovare un altro impianto
La discarica di Barengo chiuderà nel 2018, è l’unico impianto sul territorio del Novarese per lo smaltimento dei rifiuti indifferenziati e urge trovare un altro impianto dove conferire circa 58.000 tonnellate all’anno. Tre le soluzioni possibili. Il bando di gara si chiude con un vincitore oppure il progetto di un sopralzo. In alternativa prende piede(...)

continua »

Altre notizie

Il Novara cede al Bari

Il Novara cede al Bari
NOVARA - BARI 1-2   NOVARA:  Montipò, Golubovic, Mantovani, Del Fabro, Dickmann,Moscati, Orlandi, Sciaudone (11’ st Chajia), Calderoni, Macheda (20’ st Maniero), Da Cruz (26’ st Di Mariano).  All.:  Corini.   BARI:  Micai, Anderson, Gyömbér, Tonucci, Fiamozzi, Petriccione, Basha (25’ st(...)

continua »

Altre notizie

Lunga attesa al Dea, donna dà in escandescenze e blocca le ambulanze

 Lunga attesa al Dea, donna dà in escandescenze e blocca le ambulanze
NOVARA, Non accetta di aspettare il suo turno in Pronto soccorso e così inizia con il dare in escandescenze. È successo sabato sera al Dea di Novara.  Protagonista dell'episodio, che ha visto il necessario intervento della Polizia, Paola Labella, già al centro di analoghi episodi in centro città, tra cui l'aggressione in piazza Gramsci ad alcuni ragazzi(...)

continua »

Altre notizie

Don Camillo e Peppone? Sono a Galliate

Don Camillo e Peppone? Sono a Galliate
GALLIATE - Galliate come Brescello. Sta per arrivare a Galliate una “full immersion” nelle atmosfere di Don Camillo e Peppone. E’ in allestimento proprio in questi giorni, a cura della Pro loco, una mostra itinerante, a carattere antologico, all'insegna del "Mondo piccolo" con i personaggi che hanno reso immortale l’autore Giovannino Guareschi. La mostra(...)

continua »

Altre notizie

youkata - sidebar id 34
^ Top