Corriere di Novara

Periodico Indipendente delle Province di Novara e V.C.O.

Corriere di Novara
Fondato nel 1877 / In edicola il lunedì, giovedì e sabato

Il giornale di Oggi

Sfoglia abbonati
sabato, 23 settembre 2017
 
 
Articolo di: sabato, 17 giugno 2017, 12:29 p.

Sui fondali 250 kg di vetri

Il lago paga il suo tributo alla “movida”

ARONA - I 250 chili di cocci di vetro e bottiglie ripescati dalle acque antistanti il lungo lago Marconi «sono il tributo ambientale che il lago “paga” alla movida aronese». Lo sostiene Massimiliano Caligara presidente del Circolo di Legambiente “Gli Amici del lago” che ha collaborato con altre associazioni alla consueta iniziativa “Fondali puliti” organizzata l’11 giugno dalla Pro loco nelle acque del Lago Maggiore inserita quest’anno nell’ambito della campagna internazionale “Spiagge e fondali puliti 2017 – Clean up the Med”, finalizzata a sensibilizzare l’opinione pubblica sul problema della dispersione di rifiuti nei mari e nelle acque interne. Manifestazione portata avanti insieme a Cral Noi Sea Malpensa, il club Sommozzatori Marcello Salina, la Cri sezione di Arona, Cisom Arona, e con imbarcazioni messe a disposizione dalla Lega Navale di Arona e a terra con i mezzi del Medio Novarese Ambiente. Come lo scorso anno la “pesca” grossa si è avuta con il recupero di rifiuti gettati dai fruitori dei locali della movida notturna, ma non sono mancati tra i rifiuti recuperati anche un asse del water, ombrelli, copertoni di auto, una sedia, un bidone della spazzatura. In acqua esperti sommozzatori che perlustravano i fondali e raccoglievano i rifiuti inabissati, mentre sulle imbarcazioni i volontari che prendevano in carico i rifiuti da smistare a riva e portati via dal Consorzio in discarica. L’impegno de “Gli Amici del lago” è iniziato il 10 giugno con la pulizia alla spiaggia libera delle Rocchette. Oltre al taglio di cespugli ed erbe incolte sono stati raccolti alcuni quintali di plastiche, vetri, parti di vetroresina e rifiuti vari. Allarmante la persistente presenza di polistirolo sbriciolato.
Se il mare Mediterraneo risulta essere tra le sei zone di maggior accumulo di rifiuti galleggianti del Pianeta, anche il nostro lago non è messo bene, secondo le analisi della Goletta dei Laghi, ma si possono limitare i danni per il futuro. «Con campagne di informazione e sensibilizzazione e implementando una corretta gestione rifiuti con politiche di prevenzione che passano anche per l’innovazione tecnologica» dice Caligara. Per Arona la proposta dell’associazione ambientalista: «Packaging in Mater Bi o materiali similari, bio compostabili che vengono conferiti nella frazione umida, da utilizzare per i cibi e le bevande d’asporto venduti da bar, ristoranti, pizzerie e gelaterie. Con questa soluzione, anche se i pack verranno dispersi nell’ambiente, in ogni caso sarebbero degradabili in breve tempo, senza danneggiare sensibilmente l’ecosistema lacustre».

Maria Nausica Bucci

Articolo di: sabato, 17 giugno 2017, 12:29 p.

Dal Territorio

Riso, «indispensabile essere uniti»

Riso, «indispensabile essere uniti»
SAN PIETRO MOSEZZO - «Siamo in un mercato ormai globale. L’Italia non è l’unico Paese che produce riso, e nemmeno l’unico che produce buon riso. Per questo dobbiamo imparare a “venderci” meglio e a mantenere una filiera che negli anni ha sempre saputo distinguersi per unità: solo così usciremo dal guado legato alla nuova politica agricola(...)

continua »

Altre notizie

Spezia -Novara 1-0

Spezia -Novara  1-0
Trasferta negativa in terra ligure per il Novara che perde di misura a La Spezia. Decide un gol di Marilungo che sfrutta al meglio un calcio d'angolo. Il Novara presobil gol non riesce a rendersi pericoloso per tutto il primo tempo. Nella ripresa gli azzurri dimostrano più intraprendenza e creano un paio di palle gol senza però trovare la rete. Il risultato non cambia e per(...)

continua »

Altre notizie

Giallo a Borgomanero: suicidio sventato o tentato omicidio?

Giallo a Borgomanero: suicidio sventato o tentato omicidio?
NOVARA, Una vicenda che sembra avere i contorni del giallo. È quella avvenuta lo scorso 8 agosto in un'azienda di Borgomanero, nel Novarese. Qui, stando a quanto ritenuto inizialmente, ci sarebbe stato un tentativo di suicidio da parte di una donna di 37 anni, salvata dal suo datore di lavoro e, a quanto risulta, amante.  Ora, però, a qualche mese da quell'episodio e(...)

continua »

Altre notizie

Domenica a Novara la prima “Pedalata Cicli storici”

Domenica a Novara la prima “Pedalata Cicli storici”
NOVARA - Si svolgerà domenica 24 settembre la prima edizione della  “Pedalata Cicli storici”  organizzata dalla Pro loco Novara con il patrocinio del Comune e dell’Agenzia turistica locale della Provincia di Novara. La pedalata prevede il ritrovo in piazza Gramsci alle 8, quindi la partenza alle 9.30 per Olengo, Terdobbiate, Cascina Barzè,(...)

continua »

Altre notizie

youkata - sidebar id 34
^ Top