Corriere di Novara

Periodico Indipendente delle Province di Novara e V.C.O.

Corriere di Novara
Fondato nel 1877 / In edicola il lunedì, giovedì e sabato

Il giornale di Oggi

Sfoglia abbonati
domenica, 22 ottobre 2017
 
 
Articolo di: martedì, 22 novembre 2016, 7:57 m.

Sportello Donna Aied, più di 30 richieste di aiuto da inizio anno

L’80% delle utenti sono donne italiane. Le iniziative per la Giornata contro la violenza

Il 25 novembre, Giornata mondiale contro la violenza sulle donne, sarà commemorata in città attraverso alcuni appuntamenti patrocinati dal Comune. “L’Amministrazione – commenta l’assessore alle Pari opportunità Simona Bezzi – intende essere presente e schierarsi con forza rispetto a una questione che, ormai da anni, ha assunto i contorni di un vero e proprio allarme sociale. Non passa infatti settimana che le cronache non ci restituiscano i racconti di queste tragedie, spesso annunciate, nelle quali le donne sono vittime indifese di un amore sbagliato che sfocia nel possesso e nell’assoluto annientamento della persona. Ecco, quindi, il dovere morale da parte di tutti noi, donne e uomini, di accendere i riflettori sul problema, affinché le potenziali vittime non debbano sentirsi sole, ma anzi tutelate anche attraverso un lavoro di rete tra le Istituzioni, le associazioni e i sodalizi del territorio: proprio per questo ci sentiamo di ringraziare la sezione novarese dell’Associazione italiana educazione demografica per il lavoro di supporto quotidianamente svolto a sostegno di situazioni particolari e delicate e anche il Rotary Club Novara, sempre sensibile rispetto alle istanze concrete che giungono dalla nostra realtà”.Il primo appuntamento è organizzato dalla sezione novarese dell’Aied e dal Rotary Club Novara: si tratta dello spettacolo teatrale “L’inferno non esiste?” di Susanna Tamaro con ideazione scenica di Laura Lattuada e collaborazione artistica e organizzativa di Elena Bono. L’evento, patrocinato dal Comune, si terrà al teatro Faraggiana il 24 novembre alle 21 e l’intero incasso sarà devoluto allo Sportello donna Aied.  I biglietti di partecipazione alla serata sono distribuiti direttamente dal Rotary Club Novara (contatti: novara@rotary2031.org; sinigaglia.fabiola@gmail.com). Per il 25 novembre la sezione novarese dell’Aied organizza inoltre l’evento “Le donne raccontano le donne”. L’iniziativa, patrocinata anche dalla Provincia di Novara, si terrà alle 16 nell’aula didattica del complesso monumentale del Broletto. Lo “Sportello donna” dell’Aied proporrà un momento di riflessione con letture teatrali e musica coordinato da Paola Borriello. Il centro antiviolenza Sportello Donna Aied è un luogo in cui le donne che subiscono violenza trovano uno spazio di ascolto, di condivisione e di sostegno delle loro scelte nel rispetto della segretezza e dell’anonimato attraverso una relazione significativa di aiuto con le operatrici del centro. Inaugurato il 12 ottobre 2015, offre colloqui telefonici per individuare i bisogni e fornire le prime informazioni, colloqui d’accoglienza e di counseling (che si svolgono con l’operatrice che instaura con la donna una relazione di fiducia basata sull’empatia e sul riconoscimento della centralità del suo vissuto; durante i colloqui si elabora un possibile progetto di uscita dalla situazione di violenza attraverso l’analisi della violenza e la valorizzazione delle risorse sia della donna che del territorio), colloqui informativi di carattere legale sugli strumenti giuridici cui la donna può far ricorso per tutelare i propri diritti, accompagnamenti (qualora la donna lo richieda) alla fruizione di servizi quali Forze dell’Ordine, visite mediche, colloqui con assistenti sociali, o altri luoghi in cui la presenza dell’operatrice rappresenti un punto di forza per la donna, visite ostetrico-ginecologiche gratuite con le dottoresse di cui il consultorio Aied dispone, in caso di necessità, tre colloqui gratuiti con le psicologhe Aied opportunamente formate. Dall’inizio dell’anno ad oggi si sono rivolte al servizio più di 30 donne di età compresa tra i 19 e gli 80 anni; la fascia di età tra i 20 e i 40 supera il 60%. L’80% è di nazionalità italiana, il restante 20% di diversa nazionalità. Le violenze dichiarate sono principalmente fisiche/psicologiche; l’autore della violenza è quasi sempre il partner o gli ex partner.l.pa.

Articolo di: martedì, 22 novembre 2016, 7:57 m.

Dal Territorio

Igor Volley in festa al Teatro Coccia

Igor Volley in festa al Teatro Coccia
NOVARA - Il Teatro Coccia addobbato a festa, griffato in ogni angolo con il tricolore dello scudetto e gremito in ogni ordine di posto, è stato protagonista anche quest’anno dell’apertura ufficiale, ieri sera, della stagione agonistica della Igor Volley Novara, neo campione d’Italia, con la presentazione della squadra. Anche in questa occasione, Lorenzo Dallari, vice(...)

continua »

Altre notizie

Incidente in A4, coinvolti bimbo di 2 anni e donna incinta

Incidente in A4, coinvolti bimbo di 2 anni e donna incinta
NOVARA, Incidente stradale intorno alle 19,30 di venerdì 20 ottobre lungo l'autostrada A4, tra i caselli di Novara Est e Novara Ovest (direzione Torino). Due le autovetture coinvolte, una con a bordo quattro persone, tra cui un bambino di circa due anni e una donna in stato di gravidanza, e l’altra con a bordo solo il conducente. Tutte le persone sono state portate(...)

continua »

Altre notizie

Dagli studenti il “Canto alla città”

Dagli studenti il “Canto alla città”
NOVARA - Il Faraggiana si apre ancora alla città e la rende protagonista. Questa sera, giovedì 19 ottobre alle 21, e replica domani alla stessa ora, sale il sipario sulla nuova sagione del teatro novarese, la seconda dopo la rinascita: in cartellone “Canto alla città 2.0 – Il verbo degli uccelli”. Sul palco Lucilla Giagnoni, attrice e autrice del(...)

continua »

Altre notizie

Corsi aperti a Borgomanero, la proposta: "Prima ora di sosta gratuita"

Corsi aperti a Borgomanero, la proposta: "Prima ora di sosta gratuita"
Borgomanero  - “Sembrava di essere in un giorno normale, quando lungo i quattro corsi e in piazza Martiri le auto circolano liberamente”: questo uno dei commenti a caldo raccolti tra i commercianti del centro cittadino venerdì pomeriggio, riaperto al traffico automobilistico nell’ambito di un progetto sperimentale che prevede per la durata di sei mesi, sino al 2(...)

continua »

Altre notizie

youkata - sidebar id 34
^ Top