Corriere di Novara

Periodico Indipendente delle Province di Novara e V.C.O.

Corriere di Novara
Fondato nel 1877 / In edicola il lunedì, giovedì e sabato
martedì, 28 marzo 2017
 
 
 
 
 
 
Articolo di: lunedì, 02 gennaio 2017, 11:45 m.

Sport e sicurezza, i sogni di Oleggio per il 2017

In cima alla lista il nuovo palazzetto e il presidio dei vigili del fuoco

OLEGGIO - «Un anno positivo, sia rispetto alle entrate sia per quanto riguarda i lavori portati a termine». Il sindaco Massimo Marcassa, insieme alla maggioranza, guarda al 2016 con soddisfazione per quello che sono riusciti a fare e annuncia grandi e piccoli sogni per il 2017. Tra i lavori che hanno senza dubbio portato soddisfazione alla Giunta di Marcassa, la progettazione e il quasi totale compimento dei lavori della via Carmine bis, che collegherà la rotonda alla frazione di Loreto; insieme a questo il marciapiede di via Alzate, a cui manca l’avvallo delle Ferrovie, ma inizierà presto. Altri progetti poi, sotto i 100mila euro, sono motivo di orgoglio: il rifacimento del muro della pista di atletica, il muro di contenimento di via Vecchia Circonvallazione, opere di manutenzione straordinaria e ordinaria come l’asfaltatura di via Montebianco, viale Mazzini e i marciapiedi di via Novara. Lavori anche negli edifici scolastici con importanti opere alla Maraschi, alla Munari e alla Verjus dove sono stati fatti interventi sui tetti e presto inizieranno i lavori alla pavimentazione del nido. Appena compiuti i lavori di ritinteggiatura del chiostro interno del Museo e del tetto, « un lavoro di progettazione di videosorveglianza per l'installazione di telecamere fisse e mobili, anche se il territorio è vasto ed è oneroso riuscire a coprirlo totalmente». Non sono mancati contributi agli edifici di culto, più un contributo alla chiesa di Loreto per i lavori al tetto.

In progetto anche i lavori per l’ampliamento del cimitero attraverso il project financing. Tanto impegno anche nel sociale: «Grazie ai lavori ultimati al primo piano di Villa Calini potremo affidare un’ala alla Banda Filarmonica e l'altra ai servizi socio-assistenziali, in modo che Oleggio possa diventare un polo distaccato del Cisas a cui fare riferimento tra i Comuni limitrofi. Ancora iniziative legate alle famiglie hanno permesso di destinare a circa 100 famiglie dei pacchi alimentari tre-quattro volte durante l'anno».

«Poi piccoli segnali di attenzione ai cittadini come la pensilina del bus in via Novara, la disposizione di cestini per la differenziata, il campo da basket all'aperto per i più giovani e altro ancora – ha spiegato Marcassa – cerchiamo di ascoltare i cittadini e per quanto possibile rispondere alle esigenze».

Sogni per il 2017? Il nuovo palazzetto dello sport al primo posto, «anche se costi e autorizzazioni restano un ostacolo – commenta – ma anche la realizzazione di un campo sintetico al centro sportivo Oso. Speriamo di riuscire a creare un presidio per i Vigili del Fuoco in città (domani, venerdì 23 dicembre l'incontro con il comandante provinciale per discuterne, ndr); la creazione di una mensa sociale a cui stiamo già lavorando con le associazioni e il rifacimento dell'aula magna del Museo. L’augurio è poi quello che possa essere un anno di forte collaborazione con i cittadini per rendere Oleggio ancora più bella».

Silvia Biasio

Articolo di: lunedì, 02 gennaio 2017, 11:45 m.
youkata - tematiche interna
INSERTO    
Shopping Corriere scopri le nostre offerte... >
 
^ Top