Corriere di Novara

Periodico Indipendente delle Province di Novara e V.C.O.

Corriere di Novara
Fondato nel 1877 / In edicola il lunedì, giovedì e sabato

Il giornale di Oggi

Sfoglia abbonati
venerdì, 24 febbraio 2017
 
 
Articolo di: venerdì, 02 settembre 2016, 3:15 m.

SpeDD conclude il proprio percorso

Un convegno per presentare gli esiti concreti della Sperimentazione di Democrazia Deliberativa

Il progetto SpeDD si appresta a concludere il proprio percorso triennale con un evento ricco di ospiti ed aperto a tutta la cittadinanza. Il 16 e il 17 settembre, al Piccolo Coccia di Novara, in un convegno saranno presentati i risultati dei tre microprogetti che tante associazioni e cittadini hanno realizzato nei quartieri della città. Esiti concreti della Sperimentazione di Democrazia Deliberativa coordinata dalla associazione Territorio e Cultura, onlus nata intorno al Corriere di Novara.L’intento di sperimentare la democrazia deliberativa quale strumento per promuovere la partecipazione consapevole dei cittadini alle scelte e alle azioni collettive della vita pubblica è nato nel 2012. Dopo una fase pilota, che si è concretizzata l’anno seguente, il progetto dal 2014 ha dato vita in tre aree di Novara (Nord, Centro e Sud) a percorsi di confronto e discussione tra i cittadini che hanno permesso di sviluppare azioni realizzate dagli stessi residenti, in un rapporto di autonomia e collaborazione con le istituzioni locali. Nell’area Sud l’ex consultorio di piazzale Donatello è stato recuperato ed è diventato “casa” di un fitto programma di servizi di pubblica utilità e attività aggregative. Nell’area Centro sono stati realizzati degli itinerari di riscoperta di luoghi significativi per la storia, le tradizioni e i cambiamenti economico-sociali della città, che sono diventati parte integrante dell’offerta formativa della scuola Bollini. Nell’area Nord i cittadini di Pernate hanno cercato di sollecitare l’attenzione dell’intera città verso i problemi di cura del territorio della frazione, proponendo per il futuro interventi concreti di recupero e cura “dal basso” di alcune aree.“Città in azione. Esercitare la democrazia, promuovere il bene comune” è il titolo del convegno che sarà suddiviso in due momenti. Il primo, venerdì 16 settembre alle 17.30, permetterà di riflettere sulla sperimentazione, profilando i risultati novaresi in una più ampia ottica nazionale. Dopo la proiezione del video-documentario sul progetto che darà conto di tre anni di impegno, porteranno i loro saluti: il vescovo di Novara, Franco Giulio Brambilla; il prefetto di Novara, Francesco Paolo Castaldo; il presidente della Fondazione De Agostini, Roberto Drago; il presidente della Fondazione della Comunità del Novarese, Cesare Ponti. I lavori saranno poi introdotti da Alberto Cantoni e Franca Franzoni, rispettivamente presidente e vice presidente di Territorio e Cultura Onlus. Alle 18.30 comincerà la tavola rotonda che vedrà tra i partecipanti: Eliana Baici, direttore del Dipartimento di Economia dell’Università del Piemonte Orientale; Renato Balduzzi, componente del Consiglio superiore della magistratura; Fabrizio Barca, già ministro per la Coesione territoriale; Alessandro Canelli, sindaco di Novara; Mariella Enoc vice presidente della Fondazione Cariplo. Sabato 17 settembre dalle 9 si terrà, invece, il seminario di valutazione sul progetto SpeDD. La documentazione prodotta dai ricercatori coinvolti nel progetto sarà discussa da Anna Rosa Favretto, professore di Sociologia del diritto nell’Università del Piemonte Orientale; Fabrizio Politi, professore di Diritto costituzionale nell’Università dell’Aquila; Annibale Ferrari, vice segretario generale della Camera dei Deputati. Il seminario sarà introdotto e moderato da Serena Fiocchi, componente del consiglio direttivo di Territorio e Cultura Onlus.

Articolo di: venerdì, 02 settembre 2016, 3:15 m.

Dal Territorio

Il Novara Calcio ha trovato l’equilibrio

Il Novara Calcio ha trovato l’equilibrio
NOVARA - E adesso non parlate di play off. Anche se la classifica del Novara, ad oggi, direbbe il contrario, con tre punti di distanza da quel fatidico ottavo posto, attualmente occupato dall’Entella, e ben sei lunghezze di vantaggio sulla zona rischio. C’è ancora tanta strada da pedalare, come si dice in gergo ciclistico, e per gli uomini di Boscaglia(...)

continua »

Altre notizie

81enne truffata da due finti dipendenti dell’acquedotto

81enne truffata da due finti dipendenti dell’acquedotto
CERANO, Ancora truffatori in azione nel Novarese. L’ultimo episodio si è verificato l’altra mattina a Cerano. Qui due soggetti si sono presentati in un’abitazione di via Papa Giovanni XXIII, riferendo all’anziana che ha aperto loro la porta, classe 1935, di essere alcuni addetti dell’acquedotto. La strategia utilizzata per la truffa è stata la(...)

continua »

Altre notizie

Gli appuntamenti a Novara e dintorni in questi giorni di festa

Gli appuntamenti a Novara e dintorni in questi giorni di festa
MOSTRE NOVARA Miserere mei Sino al 29 gennaio è visibile nel quadriportico del Duomo la mostra “Miserere mei. Immagini e visioni in terra gaudenziana”, iniziativa ideata e promossa dell’Ufficio dei Beni culturali della Diocesi di Novara con l’Atl, “Instagramersnovara”, in collaborazione con il Capitolo della Cattedrale novarese, Arcidiocesi(...)

continua »

Altre notizie

Anche Shell cerca petrolio nel Novarese

Anche Shell cerca petrolio nel Novarese
Oltre 400 chilometri quadrati di terreno tra Piemonte e Lombardia, nelle province di Novara, Vercelli, Varese e Biella. Da Castelletto Ticino a Borgomanero, sino a Gattinara e Sizzano: è su questa larga porzione di Nord Italia - denominata nel suo complesso “Cascina Alberto” - che il colosso petrolifero Shell eserciterà nel prossimo futuro il permesso di ricerca di(...)

continua »

Altre notizie

youkata - sidebar id 34
^ Top