Corriere di Novara

Periodico Indipendente delle Province di Novara e V.C.O.

Corriere di Novara
Fondato nel 1877 / In edicola il lunedì, giovedì e sabato

Il giornale di Oggi

Sfoglia abbonati
giovedì, 27 luglio 2017
 
 
Articolo di: giovedì, 26 marzo 2015, 12:09 m.

Speciale "Pasqua in tavola"

In edicola e online con il Corriere di Novara

GIOVEDI' 26 MARZO - SPECIALE PASQUA IN TAVOLA - Le tradizioni gastronomiche pasquali del territorio dell’Alto Piemonte, della Lombardia e parte della Svizzera italiana sono abbastanza omogenee essendo tutte parte dell’area insubrica. Una breve panoramica su i piatti della tradizione inizia oltre confine nel Ticinese dove sulla tavola della domenica di Pasqua non mancano l'agnello o il capretto. In passato ma l’usanza è rimasta vi era abbondanza di uova, dato che durante i quaranta giorni di Quaresima era proibito mangiarne quindi come anche oltre confine, si facevano perciò grandi frittate. A Caneggio (val di Muggio) c'era la tradizione della "frittata alla disperata", cotta sulle fiamme dell'ulivo vecchio. Tra le tradizioni dolciarie del canton Ticino, la preparazione della “schissàda” come torta pasquale. In Valle di Muggio in quanto regione di confine con l'Italia come accennato, si tratta in buona parte di ricette insubriche, cioè diffuse in tutta la regione lombardo-piemontese e ticinese. Interessanti comunque le varianti per pietanze "povere" come la polenta di castagne, la minestra di ortiche, la gelatina di dente di leone.
La colomba è il dolce pasquale per eccellenza nasce in realtà all’inizio del secolo XX a Milano grazie all’intraprendenza commerciale di alcuni pasticceri. Di tradizione più antica rispetto alla colomba, sembra essere la “resta”, dolce pasquale diffuso nel Mendrisiotto e in tutto il Comasco dalla fine del secolo XIX. L’impasto di base è quello della colomba e del panettone. La resta originariamente si consumava la domenica delle Palme (domenica precedente alla Pasqua). Si tratta di una grossa pagnotta di forma ovale al cui interno veniva infilato un bastoncino di ulivo, che ricorda la domenica delle Palme. Il bastoncino è chiamato anche resca (da cui resta), termine del dialetto comasco che significa lisca. L’immagine del pesce nella tradizione cristiana rappresenta un’allusione a Cristo e alla sua dottrina. Per quanto riguarda la cucina delle province di Novara e Verbano Cusio Ossola il piatto più celebre tra quelli pasquali, molto diffuso in tutto il territorio delle due province, come in gran parte del Nord Italia è la frittata con i luartis o uartis, che si mangia il Lunedì dell’Angelo ovvero a Pasquetta. I luartis denominati in italiano “bruscandoli” sono noti in tutt’Italia e sono i germogli del Luppolo selvatico (Humulus lupulus). In Lombardia si chiamano “asparagina”, “luvertìn” nel Piemonte occidentale, “lavertìn” in Monferrato, “luperi” in Umbria, “vartìs” in Emilia-Romagna,“urtizon” in Friuli, “viticedda”nel Cilento. A tal proposito nel Novarese a Landiona, ogni anno a Pasquetta, all’Oratorio di Santa Maria dei Campi, una chiesa del XII secolo, situata fuori dell’abitato sulla strada per Vicolungo e Recetto, si svolge una festa popolare con la distribuzione della tradizionale frittata con i “vartisi”, ossia appunto i germogli di luppolo selvatico. In Ossola e in Valsesia non manca il tradizionale capretto cucinato con anche erbe tipiche.

GIOVEDI' 26 MARZO LO SPECIALE PASQUA IN TAVOLA ALL'INTERNO DEL CORRIERE DI NOVARA IN EDICOLA

SFOGLIA L'EDIZIONE DIGITALE DELLO SPECIALE PASQUA IN TAVOLA 

Articolo di: giovedì, 26 marzo 2015, 12:09 m.

Dal Territorio

Festa Giallo Blu, sport in vetrina

Festa Giallo Blu, sport in vetrina
BELLINZAGO NOVARESE - Lo sport bellinzaghese è in fermento per la Festa Giallo Blu 2017 che celebrerà tutte le realtà sportive locali. Appuntamento fisso dell’estate bellinzaghese, fin dalla sua prima edizione nel 2014, l’edizione 2017 si svolgerà in tre serate: da oggi, giovedì 27 a sabato 29 luglio. Programma molto ricco, con tante sorprese,(...)

continua »

Altre notizie

Capriolo tratto in salvo a Trecate dai Vigili del fuoco

Capriolo tratto in salvo a Trecate dai Vigili del fuoco
TRECATE, Capriolo tratto in salvo intorno alle 8,30 di oggi, giovedì 27 luglio, a Trecate, nel Novarese. L’animale era caduto nelle acque del canale diramatore che scorre nella zona di via Roma e del Mercatone. Immediato l’allarme. Sul posto sono giunti i Vigili del fuoco, che hanno tratto in salvo l’animale. Mo.c.

continua »

Altre notizie

Midsummer, grande jazz sul lago

Midsummer, grande jazz sul lago
Primo appuntamento oggi, martedì 18 luglio, nel parco di Villa La Palazzola, con Midsummer Jazz Concerts, dal 18 al 21 a Stresa, sabato 22 e domenica 23 luglio al Teatro “Il Maggiore" di Verbania. Ad aprire la rassegna jazz, giunta alla sesta edizione e inserita nel cartellone di Stresa Festival, sono il pianista spagnolo Chano Dominguez, Horacio Fumero al contrabbasso e David(...)

continua »

Altre notizie

Lunga Notte di Arona: massima sicurezza per accogliere 25mila persone

Lunga Notte di Arona: massima sicurezza per accogliere 25mila persone
ARONA - Massima sicurezza, ma senza censura al divertimento, per la Lunga Notte del weekend. A seguito dei recenti fatti di Torino sono aumentati i controlli in occasione di manifestazione con forte afflusso di persone. E la Lunga Notte non sarà da meno. «Già dall’anno scorso sono stati messi in atto protocolli di prevenzione in modo da far svolgere con(...)

continua »

Altre notizie

youkata - sidebar id 34
^ Top