Corriere di Novara

Periodico Indipendente delle Province di Novara e V.C.O.

Corriere di Novara
Fondato nel 1877 / In edicola il lunedì, giovedì e sabato

Il giornale di Oggi

Sfoglia abbonati
mercoledì, 21 febbraio 2018
 
 
Articolo di: sabato, 29 luglio 2017, 9:34 m.

Sorpreso con hashish e un tirapugni, nei guai un giovane

Molti i controlli dei Carabinieri, anche a contrasto della prostituzione e dei furti

NOVARA, Sono state circa cento le persone controllate durante i servizi che in queste ultime due sere e notti di fine luglio i Carabinieri della Compagnia di Novara hanno svolto per garantire il rispetto delle leggi e dei regolamenti.Nel corso delle operazioni i militari hanno denunciato un giovane marocchino, incensurato, domiciliato a Novara: al termine di una perquisizione personale veniva sorpreso in possesso di 8 grammi hashish e di una noccoliera (un tirapugni). I successivi accertamenti hanno permesso di trovare, a seguito di perquisizioni svolte sull’auto e presso l’abitazione dell’uomo, ulteriori quarantotto grammi di hashish.
Sempre i militari hanno individuato anche l’autore del furto di una bicicletta. Si tratta di un 36enne marocchino residente a Novara, che è stato trovato in possesso di una bici rubata poco prima ad una persona in centro città.Per furto invece denunciato un 26enne di Cameri, che i Carabinieri hanno scoperto quale autore della rimozione dei sigilli che erano stati apposti a un contatore del gas, che veniva danneggiato, riuscendo così a fruire illegalmente di quasi 2000 mc di gas metano per un valore stimato in 1.800 euro circa a danno della società erogatrice del servizio.
Italiano, residente nel Varesotto, invece è l’autore di un furto su auto (durante il quale veniva rubata una carta bancomat). La carta bancomat veniva utilizzata per effettuare una serie di prelievi fraudolenti per un importo di 1.000 euro; il tutto ai danni dell’anziana vittima, una donna residente a Cameri.
Durante i servizi, cui hanno preso parte diversi comandi Stazione Carabinieri dipendenti dalla Compagnia di Novara, sono stati controllati i luoghi frequentati da soggetti dediti alla prostituzione. Tali servizi, nel corso dei quali sono stati elevati dei verbali per la violazione dell’ordinanza sindacale emessa in materia, dopo le indagini che hanno consentito il sequestro di numerosi immobili sul territorio cittadino, rappresentano la “fase 2” delle attività dei Carabinieri che, sanzionando anche i clienti (sono previste sanzioni fino a 500 euro), che sostano per contrattare prestazioni sessuali, mira a colpire il particolare fenomeno.Mo.c.

Articolo di: sabato, 29 luglio 2017, 9:34 m.

Dal Territorio

Incidente tra due auto a Paruzzaro, una a Gpl

Incidente tra due auto a Paruzzaro, una a Gpl
PARUZZARO, Incidente stradale oggi pomeriggio, mercoledì 21 febbraio intorno alle 15, lungo la strada regionale 142 Biellese, nel territorio di Paruzzaro, nel Novarese. A restare coinvolte nel sinistro, due autovetture, una delle quali alimentata con un impianto a gas (Gpl). Si sono registrati alcuni feriti, soccorsi dal personale del 118 e portati in ospedale. Sul posto la(...)

continua »

Altre notizie

Volley la Igor conquista la Coppa Italia

Volley la Igor conquista la Coppa Italia
Grande Igor Volley a Bologna. Contro Conegliano conquista la Coppa Italia imponendosi per 3 a 1. Dopo la Supercoppa italiana arriva anche il secondo sigillo per le novaresi. Sul Corriere di Novara di lunedì 19 febbraio cronaca e commenti del trionfo azzurro.  Foto www.agilvolley.com 

continua »

Altre notizie

Nabucco al Teatro Coccia chiude il cartellone Opera e Balletto

Nabucco al Teatro Coccia chiude il cartellone Opera e Balletto
NOVARA - Ultimo appuntamento del cartellone Opera e Balletto per la stagione 2017/2018 del Teatro Coccia di Novara.  Venerdì 23 febbraio alle 20.30 e domenica 25 alle 16 andrà in scena "Nabucco" di Giuseppe Verdi, opera prodotta da Fondazione Teatro Coccia.   L’opera è diretta dal maestro Gianna Fratta (nella foto). Regia, scene, costumi e luci sono(...)

continua »

Altre notizie

Il territorio ribadisce il no a Shell

Il territorio ribadisce il no a Shell
«In questa fase solo “ascolto” del terreno, nessuna attività perforativa sul territorio; un contributo importante alla ricerca scientifica (possibili collaborazioni con Università); impatto ambientale pressoché nullo grazie a tecnologie all’avanguardia. E ancora: non più di 3-4 mesi, una volta ottenute le necessarie autorizzazioni per(...)

continua »

Altre notizie

^ Top