Corriere di Novara

Periodico Indipendente delle Province di Novara e V.C.O.

Corriere di Novara
Fondato nel 1877 / In edicola il lunedì, giovedì e sabato

Il giornale di Oggi

Sfoglia abbonati
mercoledì, 22 febbraio 2017
 
 
Articolo di: venerdì, 25 novembre 2016, 5:13 p.

Sono settanta le famiglie ceranesi povere assistite dalla Parrocchia

Chiedono abiti, cibo e aiuto per spese mediche e scolastiche

CERANO - La parrocchia di Cerano ha organizzato domenica 20 novembre la Giornata della solidarietà. L’iniziativa ha avuto origine dalla necessità di far fronte a situazioni di povertà sempre crescenti promuovendo iniziative volte al sostegno delle persone in difficoltà.«I nuclei familiari assistiti dalle associazioni parrocchiali – ha detto durante le messe il parroco, don Federico Sorrenti – sono una settantina, equamente divisi fra famiglie italiane e famiglie di origine straniera. Dobbiamo, tuttavia, segnalare un recente incremento delle famiglie italiane che si trovano in condizioni di difficoltà dovute alla crisi economica. Queste persone vengono assistite non solo con la distribuzione di generi alimentari e vestiario, ma anche con contributi per l’acquisto di medicinali e di materiale scolastico per i bambini». Settanta famiglie in condizioni di povertà in un paese che conta meno di settemila abitanti è un dato che non può non colpire.Le necessità, dunque, sono molte e sempre crescenti, per questo, in occasione dell’Avvento, la parrocchia propone, in particolare, due iniziative solidali. La prima è “Non venire a messa a mani vuote”, cioè l’invito a portare alle messe festive una “borsa della spesa” con generi alimentari non deperibili. La seconda è “Adotta una famiglia”, ovvero l’invito a versare all’associazione “La Tenda onlus” un contributo di 10 euro mensili per sostenere le famiglie più povere.Le associazioni parrocchiali che si occupano direttamente dell’aiuto alle persone bisognose sono la Caritas parrocchiale e “La Tenda onlus”, che svolgono attività diverse ma complementari.«La nostra attività – spiegano i rappresentanti della Caritas – non è di carattere assistenziale, ma educativa e volta al recupero dell’autonomia, lavorando in rete con i Servizi sociali e le altre associazioni assistenziali del territorio. Il nostro lavoro si regge sulle donazioni di denaro, vestiario e generi alimentari, oltre che sui contributi alimentari del Banco alimentare e dei supermercati. Il servizio che offriamo è, prima di tutto, quello dell’ascolto e dell’accompagnamento nell’affrontare le situazioni di difficoltà economica o familiare. Nei confronti delle persone in difficoltà economica contribuiamo garantendo “la borsa della spesa” (ne distribuiamo circa 140 al mese) e il vestiario. Offriamo, inoltre, aiuti per l’acquisto di medicinali e materiale scolastico. Quest’anno abbiamo erogato aiuti per circa 3.400 euro».L’associazione “La Tenda onlus”, invece, oltre che dell’iniziativa “Adotta una famiglia”, si occupa di progetti specifici in collaborazione con il Comune e la scuola.Il progetto “Un pasto quotidiano” prevede il recupero dei pasti non consumati presso le scuole, oltre ad alcuni pasti donati direttamente dalla ditta fornitrice, che vengono poi distribuiti a circa 25 persone in difficoltà. Il progetto “Un volontario per amico”, finanziato dal Comune, garantisce la presenza di 3 educatrici per 16 ore settimanali nelle scuole per aiutare i ragazzi nello studio: nella scuola primaria vengono seguiti 36 bambini e nella scuola media 22 ragazzi. Infine, l’associazione si occupa anche di un progetto per il reinserimento sociale di alcune persone in difficoltà attraverso lavori di pubblica utilità. Il progetto è finanziato dal Comune, mentre l’associazione fornisce un tutor che monitora il lavoro svolto ed eroga il sostegno economico.«Tutti – ha commentato don Federico – possono contribuire attraverso il volontariato, mettendo a disposizione il proprio tempo e le proprie capacità, o donando qualcosa. Ci auguriamo che questo periodo di Avvento ci stimoli alla condivisione». Daniela Uglietti

Articolo di: venerdì, 25 novembre 2016, 5:13 p.

Dal Territorio

Rubati Gratta & Vinci e stecche di sigarette in una tabaccheria

Rubati Gratta & Vinci e stecche di sigarette in una tabaccheria
VICOLUNGO, Bottino di qualche migliaio di euro tra stecche di sigarette, Gratta & Vinci e qualche contante per i ladri che l’altra notte hanno agito alla tabaccheria Ferrari di via IV Novembre a Vicolungo, nel Novarese. I malviventi sono entrati nell’esercizio commerciale intorno alle 4 dopo aver forzato la saracinesca. Sull’episodio indagano i Carabinieri di(...)

continua »

Altre notizie

Il Novara Calcio ha trovato l’equilibrio

Il Novara Calcio ha trovato l’equilibrio
NOVARA - E adesso non parlate di play off. Anche se la classifica del Novara, ad oggi, direbbe il contrario, con tre punti di distanza da quel fatidico ottavo posto, attualmente occupato dall’Entella, e ben sei lunghezze di vantaggio sulla zona rischio. C’è ancora tanta strada da pedalare, come si dice in gergo ciclistico, e per gli uomini di Boscaglia(...)

continua »

Altre notizie

Gli appuntamenti a Novara e dintorni in questi giorni di festa

Gli appuntamenti a Novara e dintorni in questi giorni di festa
MOSTRE NOVARA Miserere mei Sino al 29 gennaio è visibile nel quadriportico del Duomo la mostra “Miserere mei. Immagini e visioni in terra gaudenziana”, iniziativa ideata e promossa dell’Ufficio dei Beni culturali della Diocesi di Novara con l’Atl, “Instagramersnovara”, in collaborazione con il Capitolo della Cattedrale novarese, Arcidiocesi(...)

continua »

Altre notizie

Anche Shell cerca petrolio nel Novarese

Anche Shell cerca petrolio nel Novarese
Oltre 400 chilometri quadrati di terreno tra Piemonte e Lombardia, nelle province di Novara, Vercelli, Varese e Biella. Da Castelletto Ticino a Borgomanero, sino a Gattinara e Sizzano: è su questa larga porzione di Nord Italia - denominata nel suo complesso “Cascina Alberto” - che il colosso petrolifero Shell eserciterà nel prossimo futuro il permesso di ricerca di(...)

continua »

Altre notizie

youkata - sidebar id 34
^ Top