Corriere di Novara

Periodico Indipendente delle Province di Novara e V.C.O.

Corriere di Novara
Fondato nel 1877 / In edicola il lunedì, giovedì e sabato

Il giornale di Oggi

Sfoglia abbonati
martedì, 23 gennaio 2018
 
 
Articolo di: mercoledì, 25 gennaio 2012, 6:17 p.

Smaltimento rifiuti pericolosi: semplificazioni per il comparto benessere

Accolte le richieste di Confartigianato

NOVARA - Recepite, all’interno del cosiddetto “Decreto Salva-Italia” le richieste di Confartigianato per lo smaltimento dei rifiuti pericolosi infettivi per le imprese del comparto benessere. La norma prevede, infatti, che le imprese e i lavoratori autonomi esercenti le attività di estetista, acconciatore, trucco permanente e semipermanente, tatuaggio e piercing che producono rifiuti pericolosi a rischio infettivo possono trasportarli, in conto proprio, per una quantità massima fino a 30 chilogrammi al giorno, sino all'impianto di smaltimento tramite termodistruzione o in altro punto di raccolta, autorizzati ai sensi della normativa vigente. Non c’è l’obbligo di compilazione dei registri di carico e scarico dei rifiuti nonché obbligo di comunicazione al Catasto dei rifiuti (tramite il Mud), assolti attraverso la compilazione e conservazione di copia dei formulari di trasporto.

“Accogliamo con grande soddisfazione - commenta Adriano Sonzini, delegato della categoria Acconciatura di Confartigianato Imprese Piemonte Orientale - questo primo positivo riscontro all’impegno profuso da Confartigianato nei confronti della semplificazione in materia ambientale, sia pure limitatamente ad uno specifico ambito merceologico e relativamente ad una particolare tipologia di rifiuti pericolosi”.

Si continua a lavorare al fine di individuare le migliori soluzioni relativamente agli altri rifiuti prodotti, soggetti al Sistema di tracciabilità elettronica Sistri, la cui data di avvio dell’operatività per le imprese fino a 10 dipendenti non potrà essere antecedente al giugno 2012. “E’ una battaglia portata avanti con convinzione dalla nostra Categoria - aggiunge Sonzini  - e nei prossimi mesi continueremo a collaborare fattivamente con il competente ufficio confederale affinchè le imprese del benessere  vengano definitivamente escluse da tali adempimenti”.

Redazione online 

Vuoi saperne di più? Leggilo sul Corriere di Novara in edicola lunedì, giovedì e sabato 

Articolo di: mercoledì, 25 gennaio 2012, 6:17 p.

Dal Territorio

Il Probiotical Rugby Novara torna a vincere!

Il Probiotical Rugby Novara torna a vincere!
NOVARA - Il Probiotical Rugby Novara torna a vincere! Si è conclusa 30 a 26 la partita che i novaresi hanno giocato ieri pomeriggio, domenica 21 gennaio, contro l’Amatori & Union Rugby Milano in casa, al campo Leone Laurenti. Queste le formazioni del match, arbitrato da Pierangelo Savio di Torino: per il Probiotical Cerutti Michele, Stofella Andrea, Battaglia Giulio, Vicari(...)

continua »

Altre notizie

Auto sbanda e finisce contro un muro

Auto sbanda e finisce contro un muro
MANDELLO, Incidente stradale questa mattina, martedì 23 gennaio intorno alle 11,30, tra Mandello e Castellazzo Novarese, in provincia di Novara.Sul posto è intervenuta una squadra dei Vigili del fuoco di Novara. L’autovettura su cui viaggiava una coppia di anziani, dopo aver sbandato a una rotonda, è finita contro un muro. L’intervento dei vigili è(...)

continua »

Altre notizie

Ragazzi Harraga, mostra al Broletto

Ragazzi Harraga, mostra al Broletto
NOVARA - Martedì prossimo verrà inaugurata al Broletto “Sguardi sui ragazzi harraga”, la mostra fotografica che racconta del progetto pilota, partito da Palemo, di accoglienza e, soprattutto d‘inserimento lavorativo e abitativo, dei giovani migranti che giungono in Italia soli. L’iniziativa è curata dal Ciai (Centro Italiano aiuti(...)

continua »

Altre notizie

Raccolta differenziata: sono i Comuni novaresi i più virtuosi

Raccolta differenziata: sono i Comuni novaresi i più virtuosi
I Comuni della Provincia di Novara risultano  per l’anno 2016 i più virtuosi nella raccolta differenziata dei rifiuti, nel contenimento della quantità di rifiuti prodotti, nella quantità di rifiuti inviati in impianti per lo smaltimento finale. Risultano anche morigerati nella tassazione, a quanto si è potuto apprendere seguendo dalla cronaca(...)

continua »

Altre notizie

^ Top