Corriere di Novara

Periodico Indipendente delle Province di Novara e V.C.O.

Corriere di Novara
Fondato nel 1877 / In edicola il lunedì, giovedì e sabato

Il giornale di Oggi

Sfoglia abbonati
domenica, 24 settembre 2017
 
 
Articolo di: mercoledì, 07 settembre 2016, 8:05 p.

Si torna ad investire sul “mattone”

Segnali incoraggianti per il mercato immobiliare piemontese

I piemontesi tornano ad investire sul mattone: nel primo semestre 2016, rispetto allo stesso periodo dello scorso anno, la domanda delle abitazioni è aumentata del 5,9%, mentre sono rimasti sostanzialmente stabili i prezzi di offerta sul mercato (-0,1%). Sono questi alcuni dati emersi dall’Osservatorio di Casa.it (www.casa.it), che ha analizzato il mercato residenziale a livello nazionale e regionale. L’aumento della domanda di abitazioni riguarda tutte le città della regione, seppure con valori variabili. Le più dinamiche risultano Torino (+8,5%), Verbania (+6,4%) e Novara (+6,2%). Seguono Alessandria e Biella (+6%), Asti (+5,3%), Cuneo (4,8%) e, fanalino di coda, Vercelli (+3,9%). Per quanto riguarda i prezzi degli immobili residenziali in offerta sul mercato (- 0,1% a livello regionale), tra le città torna il segno più solo per Biella (+1,6%), Cuneo (+1,3%) e, seppur in misura minore, Torino (+0,6%). Nel resto della regione, scendono i valori che i proprietari offrono sul mercato, che, evidentemente, non riesce ancora a trovare un punto di equilibrio ben stabile. Le città che hanno sofferto maggiormente sono Alessandria (-1,6%), Asti (- 1,3%) e Vercelli (-1,1%). Sostanzialmente stabili a Verbania (-0,3%) e Novara (-0,2%). Qual è il prezzo medio di un’abitazione oggi sul mercato piemontese? A livello regionale il prezzo è di 1.700 euro/mq e il budget a disposizione delle famiglie per l’acquisto è di circa 136mila euro. Torino (2.370 €/mq), Cuneo e Verbania (entrambe 2.280 €/mq) sono le città più care, mentre Biella (1.200 €/mq) e Alessandria (1.210 €/mq) le più economiche. A Novara il costo è di 1.530 €/mq, ad Asti di 1.510 €/mq e a Vercelli di 1.240 €/mq. «Un aumento della domanda di quasi 6 punti rispetto all’anno scorso è un segnale molto incoraggiante per il mercato immobiliare piemontese, poiché conferma che i dati positivi già registrati nel 2015 si stanno consolidando – afferma Alessandro Ghisolfi, responsabile del Centro Studi Casa.it – Bisogna tuttavia restare prudenti prima di affermare che il ciclo negativo sia concluso, le debolezze macroeconomiche del Paese influiscono ancora molto sulle decisioni di acquisto delle famiglie». Laura Cavalli 

Articolo di: mercoledì, 07 settembre 2016, 8:05 p.

Dal Territorio

Il Novara cede all’Avellino

Il Novara cede all’Avellino
NOVARA -  AVELLINO  1- 2   NOVARA:  Montipò, Golubovic, Troest, Chiosa, Calderoni, Moscati, Ronaldo (15’ st Da Cruz), Sciaudone, Di Mariano (1’ st Macheda), Maniero, Chajia (36’ st Sansone).  All.:  Corini.   AVELLINO:  Radu, Ngawa, Kresic, Migliorini, Rizzato, Laverone (33’ st Lasik), Paghera(...)

continua »

Altre notizie

In manette per estorsione uno dei protagonisti delle risse di quest’estate davanti ai locali

In manette per estorsione uno dei protagonisti delle risse di quest’estate davanti ai locali
NOVARA, Già protagonista lo scorso luglio dell’episodio di violenza avvenuto davanti al locale ‘049’, sfociato successivamente nel suo inseguimento sino all’interno dell’area dell’Allea, ora l’uomo è stato tratto in arresto per estorsione.A finire in manette, a seguito di un’indagine della Squadra Mobile della Questura di Novara,(...)

continua »

Altre notizie

Domenica a Novara la prima “Pedalata Cicli storici”

Domenica a Novara la prima “Pedalata Cicli storici”
NOVARA - Si svolgerà domenica 24 settembre la prima edizione della  “Pedalata Cicli storici”  organizzata dalla Pro loco Novara con il patrocinio del Comune e dell’Agenzia turistica locale della Provincia di Novara. La pedalata prevede il ritrovo in piazza Gramsci alle 8, quindi la partenza alle 9.30 per Olengo, Terdobbiate, Cascina Barzè,(...)

continua »

Altre notizie

Riso, «indispensabile essere uniti»

Riso, «indispensabile essere uniti»
SAN PIETRO MOSEZZO - «Siamo in un mercato ormai globale. L’Italia non è l’unico Paese che produce riso, e nemmeno l’unico che produce buon riso. Per questo dobbiamo imparare a “venderci” meglio e a mantenere una filiera che negli anni ha sempre saputo distinguersi per unità: solo così usciremo dal guado legato alla nuova politica agricola(...)

continua »

Altre notizie

youkata - sidebar id 34
^ Top