Corriere di Novara

Periodico Indipendente delle Province di Novara e V.C.O.

Corriere di Novara
Fondato nel 1877 / In edicola il lunedì, giovedì e sabato

Il giornale di Oggi

Sfoglia abbonati
venerdì, 21 luglio 2017
 
 
Articolo di: venerdì, 21 ottobre 2011, 2:29 p.

Seconda edizione per la scuola di politica di Sermais Novara

Primo incontro il 26 ottobre al Piccolo Coccia

NOVARA - Dopo un'estate di dinamici svolgimenti economici, riparte la scuola di politica “Imparare Democrazia” promossa dall'associazione “Sermais. Società civile responsabile” e dai presidi giovanili di Novara dell'associazione “Libera. Associazioni, nomi e numeri contro le mafie”.
Giunta al suo secondo anno di attività, il percorso formativo della scuola sarà dedicato al tema dell’economia e della finanza. Si cercherà di approfondire la risposta alla domanda: “è possibile occuparsi del bene comune in un’era in cui la politica è subordinata all’economia?”.  Particolare attenzione sarà data anche al ciclo del denaro illegale: come dall'evasione fiscale si genera denaro “sporco” da investire nel mercato della corruzione e quindi nel riciclaggio.

"Sempre più consapevoli della necessità di acquisire una formazione ampia e solida riguardo alle scelte pubbliche della quotidiana vita di ogni cittadino - spiegano Sermais e Libera Novara - sarà proposto un calendario di appuntamenti pubblici (con scadenza mensile), che verrà inaugurato mercoledì 26 ottobre (alle 21), al “Piccolo Coccia” in piazza Martiri a Novara (gentilmente concessa dal Comune di Novara - Assessorato alla cultura), con una serata dal titolo “L'ABC della crisi”, che vedrà come ospite Andrea Di Stefano, direttore della rivista di finanza etica “Valori”. L’obiettivo dell’incontro è quello di introdurre il tema del rapporto tra economia e politica e di spiegare le parole chiave della crisi che stiamo attraversando. L’incontro sarà moderato dal presidente di Sermais e referente provinciale di Libera Domenico Rossi".

La scuola di politica s'inserisce "tra le numerose attività promosse dalle due associazioni, diventando appuntamento, unico nel suo genere, di raccolta e confronto per le associazioni giovanili della città, come anche delle amministrazioni pubbliche. Comprendendo come la crisi delle democrazie occidentali sia legata indissolubilmente ai processi economico-finanziari dei nostri paesi, la scelta di riportare l'attenzione alle responsabilità del singolo cittadino, e della sua idoneità alla vita pubblica, diventa doverosa".

Monica Curino

Articolo di: venerdì, 21 ottobre 2011, 2:29 p.

Tags: sermais, scuola di politica, economici

Dal Territorio

Novara Calcio, un raduno “particolare”

Novara Calcio, un raduno “particolare”
GRANOZZO - C’era una volta il raduno… Una sorta di primo giorno di scuola in cui giocatori e tecnici, vecchi e nuovi, riapparivano d’incanto tutti abbronzati per la curiosità dei tifosi, attratti soprattutto dal cercare di associare cognomi a facce non ancora conosciute. Domenica è andato in scena un raduno molto singolare del Novara Calcio 2017-18.(...)

continua »

Altre notizie

Auto ribaltata alla rotonda del 25 Aprile

Auto ribaltata alla rotonda del 25 Aprile
NOVARA, Intervento della Polizia locale, questa mattina venerdì 21 luglio, intorno alle 8,30 alla rotonda del cavalcavia 25 Aprile, a Novara.  Per cause in fase di ricostruzione, un'autovettura si è ribaltata sulla strada. Sul posto il 118, che ha prontamente allertato la Polizia municipale. Sul posto due pattuglie, una per i rilievi, l'altra per occuparsi della(...)

continua »

Altre notizie

Midsummer, grande jazz sul lago

Midsummer, grande jazz sul lago
Primo appuntamento oggi, martedì 18 luglio, nel parco di Villa La Palazzola, con Midsummer Jazz Concerts, dal 18 al 21 a Stresa, sabato 22 e domenica 23 luglio al Teatro “Il Maggiore" di Verbania. Ad aprire la rassegna jazz, giunta alla sesta edizione e inserita nel cartellone di Stresa Festival, sono il pianista spagnolo Chano Dominguez, Horacio Fumero al contrabbasso e David(...)

continua »

Altre notizie

Lunga Notte di Arona: massima sicurezza per accogliere 25mila persone

Lunga Notte di Arona: massima sicurezza per accogliere 25mila persone
ARONA - Massima sicurezza, ma senza censura al divertimento, per la Lunga Notte del weekend. A seguito dei recenti fatti di Torino sono aumentati i controlli in occasione di manifestazione con forte afflusso di persone. E la Lunga Notte non sarà da meno. «Già dall’anno scorso sono stati messi in atto protocolli di prevenzione in modo da far svolgere con(...)

continua »

Altre notizie

youkata - sidebar id 34
^ Top