Corriere di Novara

Periodico Indipendente delle Province di Novara e V.C.O.

Corriere di Novara
Fondato nel 1877 / In edicola il lunedì, giovedì e sabato

Il giornale di Oggi

Sfoglia abbonati
mercoledì, 25 gennaio 2017
 
 
Articolo di: mercoledì, 11 gennaio 2017, 8:24 p.

San Gaudenzio: due riconoscimenti alla memoria a Ennio Miola e Vittorio Pernechele

Premiati con il Novarese dell’Anno alla memoria per il loro grande impegno a favore degli altri

NOVARA, Accanto ai Novaresi dell’Anno 2017, Giagnoni, Panzarasa e Ravanelli, quest’anno – come era già accaduto lo scorso anno con l’onorificenza cittadina assegnata alla dottoressa Rita Fossaceca – ci sarà un premio speciale alla memoria. Sarà attribuito a due Novaresi che, nel corso della loro vita, si sono spesi in maniera emblematica nelle attività di volontariato e a favore degli altri: Ennio Miola e Vittorio Pernechele.

Da quest’anno – spiega il sindaco Alessandro Canelli - la Fondazione della Comunità del Novarese e il Comune hanno deciso di ricordare congiuntamente, in occasione della Festa patronale, due persone che hanno lasciato un segno nell’attività sociale della città. La scelta non poteva che ricadere su Ennio Miola e Vittorio Pernechele, due nostri concittadini che, oltre a essere stati esemplari interpreti dei valori del volontariato più autentico, non hanno mai smesso di lavorare, su diversi fronti, affinché si trovassero soluzioni ai problemi delle persone in difficoltà. Il riconoscimento verrà consegnato ai famigliari in apertura dell’evento di sabato 21 gennaio dedicato ai “Benemeriti della solidarietà” e ai “Novaresi dell’anno””.

Miola, nativo di Saletto nel Padovano, viveva da sempre a Novara, dove ha lavorato alla Falconi e da sempre si è impegnato in attività di volontariato. Nel 1991 è stato insignito del Premio alla Bontà Cristiana Cortinovis, nel 2015 è diventato Cavaliere della Repubblica. Moltissime le associazioni che hanno visto operare il 67enne (scomparso a luglio dopo una breve malattia). Dall’Aism, l’Associazione italiana sclerosi multipla, all’Avis, passando per Liberazione e Speranza (dove cercava tirocini per le ragazze salvate dall’associazione), Aido, Casa Shalom (con tanti turni alla notte, accanto agli ospiti della struttura di Ponzana di Casalino), Uici (Unione Italiana Ciechi), Volontari della Notte, Casa Nazaret a Morghengo e molte altre. Senza dimenticare il Centro di Solidarietà San Francesco, di cui, molti anni fa, era stato uno dei fondatori. Non solo: aveva coinvolto l’intera comunità di S. Francesco per dare una mano a un piccolo villaggio della Romania, Fundu Racaciuni. Ecco una delle tante caratteristiche e forza di Miola era proprio l’entusiasmo con cui si buttava in ogni progetto e con cui, soprattutto, sapeva coinvolgere chiunque.

Pernechele, anche lui originario del Veneto, precisamente di Montorso Vicentino, scomparso a 79 anni lo scorso marzo, è stato parimenti una colonna portante del volontariato novarese in città. Un uomo che ha dedicato tutta la vita agli altri, con un impegno costante e pieno di entusiasmo nel volontariato. Una foga e una grande voglia di fare riversate in tante associazioni. Da due anni era alla guida dell’Avo, l’Associazione Volontari Ospedalieri di Novara, di cui, nel 1980, era stato tra i fondatori. Aveva anche guidato, per ben due mandati, il Centro servizi per il volontariato della provincia (l’attuale Cst, Centro servizi territoriale Novara e Vco), di cui è stato anche vicepresidente. Accanto a questo suo donarsi a chi è in difficoltà, ai malati, ai bisognosi, anche un’intensa attività sportiva sin da giovane. E’ stato giudice di gara e presidente del Comitato provinciale della Fidal, la Federazione italiana di atletica leggera.

Monica Curino

Articolo di: mercoledì, 11 gennaio 2017, 8:24 p.

Dal Territorio

Novara Calcio, è campanello d’allarme

Novara Calcio, è campanello d’allarme
NOVARA - La tradizione si ripete. Nuovamente la prima partita dell’anno si rivela una pillola amara da ingoiare per il Novara Calcio. Ormai anche a dispetto di San Gaudenzio, ai tempi munifico con i colori azzurri in occasione della sua festa. Eppure a Trapani, contro il fanalino di coda che non vinceva da due mesi, gli uomini di Boscaglia erano riusciti addirittura a segnare il(...)

continua »

Altre notizie

Chieste condanne a 3 e a 5 anni per un tentativo di estorsione a un imprenditore

Chieste condanne a 3 e a 5 anni per un tentativo di estorsione a un imprenditore
NOVARA, Due condanne a cinque anni e 5mila euro di multa e altre due a tre anni e 3mila euro di ammenda. E’ quanto ha chiesto, questa mattina martedì 24 gennaio, in Tribunale a Novara, il pm Silvia Baglivo al processo per una presunta tentata estorsione che vede alla sbarra personaggi già coinvolti nell’omicidio di Ettore Marcoli. A essere sul banco degli(...)

continua »

Altre notizie

Gli appuntamenti a Novara e dintorni in questi giorni di festa

Gli appuntamenti a Novara e dintorni in questi giorni di festa
MOSTRE NOVARA Miserere mei Sino al 29 gennaio è visibile nel quadriportico del Duomo la mostra “Miserere mei. Immagini e visioni in terra gaudenziana”, iniziativa ideata e promossa dell’Ufficio dei Beni culturali della Diocesi di Novara con l’Atl, “Instagramersnovara”, in collaborazione con il Capitolo della Cattedrale novarese, Arcidiocesi(...)

continua »

Altre notizie

Cessa l'attività il Carrefour di viale Kennedy a Borgomanero

Cessa l'attività il Carrefour di viale Kennedy a Borgomanero
Borgomanero – Chiude i battenti il supermercato “Carrefour” in viale Kennedy a Borgomanero (nella foto di Panizza). L’annuncio è stato dato ieri a Bologna dai vertici aziendali che in un incontro con le rappresentanze sindacali hanno stabilito che entro il mese di aprile cesserà l’operatività anche un altro punto vendita in ambito regionale,(...)

continua »

Altre notizie

youkata - sidebar id 34
^ Top