Corriere di Novara

Periodico Indipendente delle Province di Novara e V.C.O.

Corriere di Novara
Fondato nel 1877 / In edicola il lunedì, giovedì e sabato

Il giornale di Oggi

Sfoglia abbonati
giovedì, 23 febbraio 2017
 
 
Articolo di: venerdì, 06 gennaio 2017, 9:52 m.

Rubano e subito lasciano l’auto: è per disabili

E' successo a Borgomanero

BORGOMANERO - Tutto è bene ciò che finisce bene. Lo ripete tirando giustamente un sospiro di sollievo Max Negretti, 57 anni, ex alpino della Brigata Taurinense ed ex “stella” del basket locale, da tempo costretto a convivere con la sclerosi multipla, malattia che lo aveva colpito quando di anni ne aveva solo trenta. La sera di San Silvestro, mentre stava aspettando tra le mura domestiche l’arrivo del nuovo anno, qualcuno ha ben pensato di rubargli l’auto, una Volkswagen Caddy parcheggiata nel cortile di casa, equipaggiata con tanto di “gruetta” e predisposta per accogliere anche la sedia a rotelle che per Max è purtroppo ormai diventata il mezzo di trasporto per girare in città. Nonostante la grave disabilità, Negretti è una persona straordinariamente attiva. Dal 2014 è presidente dell’Asd Baskin Ciuff, società che si occupa di baskin, una nuova attività sportiva che si ispira al basket, pensata per permettere a giovani normodotati e giovani disabili di entrambi i sessi di giocare nella stessa squadra. «Quando mi sono accorto che mi avevano rubato l’auto - ci ha raccontato – sono stato preso dallo sconforto. Ho denunciato subito l’accaduto ai Carabinieri della locale Tenenza e ho lanciato un appello su Facebook. Come faccio, mi sono domandato, a rimanere senza un’ auto che era stata equipaggiata per le mia disabilità? Prima di poter avere un’auto nuova con lo stesso equipaggiamento avrei dovuto aspettare mesi». Quando ormai Max aveva perso tutte le speranze, nella notte tra domenica e lunedì è arrivata la buona novella. I Carabinieri hanno ritrovato il veicolo nel parcheggio dello stadio comunale di via Matteotti. E per fortuna anche in buone condizioni. Dall’abitacolo era stato trafugato solo un paio di occhiali. Probabilmente, questo il sospetto degli inquirenti, il mezzo potrebbe essere stato utilizzato da qualche banda di ladri per trasportare della refurtiva (nella notte di Capodanno i soliti ignoti hanno fatto visita a diverse abitazioni sia del centro che in periferia, ndr). Poi, accortisi che il veicolo così com’era stato accessoriato sarebbe stato inservibile, hanno deciso di abbandonarlo.

 
Carlo Panizza

 


Articolo di: venerdì, 06 gennaio 2017, 9:52 m.

Dal Territorio

Donna trovata ferita al sottopasso: si tratterebbe di una caduta accidentale

Donna trovata ferita al sottopasso: si tratterebbe di una caduta accidentale
NOVARA, Una caduta accidentale. Dovuta forse a un improvviso malore o anche all’aver inciampato in uno dei gradini. E’ questa l’ipotesi maggiormente accreditata per l’episodio che ha visto vittima, mercoledì pomeriggio intorno alle 16,30, una donna di 83 anni, trovata a terra gravemente ferita nel sottopasso che collega via Pietro Micca a via per Biandrate.(...)

continua »

Altre notizie

Il Novara Calcio ha trovato l’equilibrio

Il Novara Calcio ha trovato l’equilibrio
NOVARA - E adesso non parlate di play off. Anche se la classifica del Novara, ad oggi, direbbe il contrario, con tre punti di distanza da quel fatidico ottavo posto, attualmente occupato dall’Entella, e ben sei lunghezze di vantaggio sulla zona rischio. C’è ancora tanta strada da pedalare, come si dice in gergo ciclistico, e per gli uomini di Boscaglia(...)

continua »

Altre notizie

Gli appuntamenti a Novara e dintorni in questi giorni di festa

Gli appuntamenti a Novara e dintorni in questi giorni di festa
MOSTRE NOVARA Miserere mei Sino al 29 gennaio è visibile nel quadriportico del Duomo la mostra “Miserere mei. Immagini e visioni in terra gaudenziana”, iniziativa ideata e promossa dell’Ufficio dei Beni culturali della Diocesi di Novara con l’Atl, “Instagramersnovara”, in collaborazione con il Capitolo della Cattedrale novarese, Arcidiocesi(...)

continua »

Altre notizie

Anche Shell cerca petrolio nel Novarese

Anche Shell cerca petrolio nel Novarese
Oltre 400 chilometri quadrati di terreno tra Piemonte e Lombardia, nelle province di Novara, Vercelli, Varese e Biella. Da Castelletto Ticino a Borgomanero, sino a Gattinara e Sizzano: è su questa larga porzione di Nord Italia - denominata nel suo complesso “Cascina Alberto” - che il colosso petrolifero Shell eserciterà nel prossimo futuro il permesso di ricerca di(...)

continua »

Altre notizie

youkata - sidebar id 34
^ Top