Corriere di Novara

Periodico Indipendente delle Province di Novara e V.C.O.

Corriere di Novara
Fondato nel 1877 / In edicola il lunedì, giovedì e sabato

Il giornale di Oggi

Sfoglia abbonati
martedì, 21 febbraio 2017
 
 
Articolo di: domenica, 04 settembre 2016, 8:52 m.

Riso, serve un cambio di rotta: «Siamo ottimi produttori, ma bisogna anche sapersi vendere»

Il punto sulle problematiche del comparto nella visita ai campi varietali

NOVARA - Il 2016 sarà una buona annata per il riso: il raccolto - se non interverranno brusche variazioni climatiche - dovrebbe mantenersi sui livelli dello scorso anno, mentre si è verificato un incremento della superficie coltivata di circa 10.000 ettari (che ha riguardato, per la verità, più la zona del Pavese che quelle tradizionalmente vocate alla risicoltura come Novara e Vercelli). Sono i dati anticipati dal presidente nazionale dell’Ente Risi, Paolo Carrà, giovedì pomeriggio durante la tradizionale visita ai campi varietali di riso, organizzata dal Settore Agricoltura di Novara (da quest’anno rientrato a far parte della Direzione Agricoltura della Regione Piemonte), in collaborazione con l’Ente Nazionale Risi di Novara, le organizzazioni agricole di categoria, la Fondazione Agraria Novarese, l’Ordine dei dottori agronomi e forestali e il Collegio dei periti agrari e periti agrari e grazie alla “regia” di due ex dipendenti della Provincia ormai in pensione, Antonio Pogliani e Graziano Caielli.

Non mancano però - ha rilevato Carrà - le note negative: prime fra tutte il deciso incremento delle importazioni (+48%), in particolare di riso “indica”, e il pesante calo dell’export verso la Turchia, compensato solo in parte dagli aumenti verso paesi come Svizzera, Siria e Libano. Il riso dunque, sebbene non penalizzato come altri comparti agricoli, potrebbe star meglio. «In Italia siamo ottimi produttori - ha detto tra l'altro Carrà - ma pessimi venditori. Come Ente Risi, nel nostro piccolo, ci impegniamo nella promozione, ma serve un’opera continuativa e maggiore liberta ̀d’azione».

Durante la visita ai campi varietali, giunta alla 29a edizione, i numerosi risicoltori presenti hanno potuto confrontarsi con i tecnici dell’Ente Risi, del Settore Agricoltura e delle ditte sementiere, che hanno illustrato i campi sperimentali sui quali sono stati testati risoni di diversi gruppi merceologici, a semina precoce, convenzionale e tardiva, risoni a tecnologia Clearfield e varietà normali e ibride, oltre ad una varietà di soia potenzialmente adatta al terreno di risaia. Le prove si sono svolte presso l’azienda Ilario e Silvio Pieropan di Nibbia e presso l’azienda Paola Battioli, Cascina Motta di San Pietro Mosezzo, che ha ospitato anche gli interventi delle autorità e le premiazioni. Che quest’anno hanno visto protagoniste tre aziende agricole del territorio: Vincenzo Rapio di Vespolate, Carlo Brustia di Trecate e Baroffio di San Pietro Mosezzo.
Premi anche, per l’impegno e l’attenzione (ciascuno per quanto di competenza) verso il comparto risicolo, anche al “Corriere di Novara”, alla Fondazione Agraria Novarese e alla Direzione agricoltura - sede di Novara.
Servizio di Laura Cavalli

Leggi di più sul Corriere di Novara di sabato 3 settembre 2016

Articolo di: domenica, 04 settembre 2016, 8:52 m.

Dal Territorio

Il Novara Calcio ha trovato l’equilibrio

Il Novara Calcio ha trovato l’equilibrio
NOVARA - E adesso non parlate di play off. Anche se la classifica del Novara, ad oggi, direbbe il contrario, con tre punti di distanza da quel fatidico ottavo posto, attualmente occupato dall’Entella, e ben sei lunghezze di vantaggio sulla zona rischio. C’è ancora tanta strada da pedalare, come si dice in gergo ciclistico, e per gli uomini di Boscaglia(...)

continua »

Altre notizie

Donna derubata nell’area parcheggio del Santuario di Boca

Donna derubata nell’area parcheggio del Santuario di Boca
BOCA, Ladri in azione domenica pomeriggio nell’area adibita a parcheggio posta davanti al Santuario di Boca, nel Novarese. Una signora ha parcheggiato la sua autovettura per assistere alla messa. Prima di lasciare il veicolo, ha messo la propria borsa nel baule, perché, come spiega la stessa figlia della donna su Facebook, “con stampella e borsa non riusciva a entrare(...)

continua »

Altre notizie

Gli appuntamenti a Novara e dintorni in questi giorni di festa

Gli appuntamenti a Novara e dintorni in questi giorni di festa
MOSTRE NOVARA Miserere mei Sino al 29 gennaio è visibile nel quadriportico del Duomo la mostra “Miserere mei. Immagini e visioni in terra gaudenziana”, iniziativa ideata e promossa dell’Ufficio dei Beni culturali della Diocesi di Novara con l’Atl, “Instagramersnovara”, in collaborazione con il Capitolo della Cattedrale novarese, Arcidiocesi(...)

continua »

Altre notizie

Anche Shell cerca petrolio nel Novarese

Anche Shell cerca petrolio nel Novarese
Oltre 400 chilometri quadrati di terreno tra Piemonte e Lombardia, nelle province di Novara, Vercelli, Varese e Biella. Da Castelletto Ticino a Borgomanero, sino a Gattinara e Sizzano: è su questa larga porzione di Nord Italia - denominata nel suo complesso “Cascina Alberto” - che il colosso petrolifero Shell eserciterà nel prossimo futuro il permesso di ricerca di(...)

continua »

Altre notizie

youkata - sidebar id 34
^ Top