Corriere di Novara

Periodico Indipendente delle Province di Novara e V.C.O.

Corriere di Novara
Fondato nel 1877 / In edicola il lunedì, giovedì e sabato

Il giornale di Oggi

Sfoglia abbonati
mercoledì, 22 febbraio 2017
 
 
Articolo di: domenica, 14 agosto 2016, 10:57 m.

Ripartita la funivia del Mottarone

I prezzi sono rimasti quelli di 2 anni fa

STRESA – E’ ripartita ieri mattina con qualche minuto d’anticipo sull’orario (le 9,30), la funivia Stresa Mottarone. I prezzi sono rimasti quelli di 2 anni fa: 19 euro la tariffa intera andata e ritorno, 12 quella ridotta per bambini e ragazzi. I primi turisti, tutti stranieri, si sono messi in coda già dalle 9 per salire sulla prima cabina. Il “tam tam” mediatico che, da un paio di settimane dava per imminente il riavvio – secondo il primo annuncio sabato 6 – è servito da richiamo promozionale. Ha funzionato anche il passaparola delle ultime 36 ore, la certezza del riavvio era arrivata solo nel tardo pomeriggio di giovedì 11, negli alberghi e nelle altre strutture ricettive non solo di Stresa ma anche dei comuni vicini. La vera corsa inaugurale l’hanno presa i turisti. Le autorità, guidate dal sindaco Giuseppe Bottini e dal vicepresidente della Regione Piemonte Aldo Reschigna, hanno ceduto di buon grado il passo. Niente discorsi ufficiali, l’attesa tra bandi di gara andati deserti (il primo) e reperimento delle risorse finanziarie necessarie è stata fin troppo lunga. Alla fine, a ridurre il peso del concessionario (la nuova società costituita fra la Ferrovie del Mottarone srl e la Leitner di Bolzano) nel rinnovamento tecnologico che ha richiesto un onere finanziario di 4 milioni e 400 mila euro hanno concorso Regione Piemonte e comune di Stresa. La prima aumentando a un milione e 560 mila il proprio contributo, il secondo da un milione a un milione e 800 mila il proprio. Assegnato, però, in rate annue fino alla scadenza della concessione, nel 2028, anno in cui andranno a scadenza tecnologica le funi.

Mauro Rampinini


Articolo di: domenica, 14 agosto 2016, 10:57 m.

Dal Territorio

Anche Shell cerca petrolio nel Novarese

Anche Shell cerca petrolio nel Novarese
Oltre 400 chilometri quadrati di terreno tra Piemonte e Lombardia, nelle province di Novara, Vercelli, Varese e Biella. Da Castelletto Ticino a Borgomanero, sino a Gattinara e Sizzano: è su questa larga porzione di Nord Italia - denominata nel suo complesso “Cascina Alberto” - che il colosso petrolifero Shell eserciterà nel prossimo futuro il permesso di ricerca di(...)

continua »

Altre notizie

Il Novara Calcio ha trovato l’equilibrio

Il Novara Calcio ha trovato l’equilibrio
NOVARA - E adesso non parlate di play off. Anche se la classifica del Novara, ad oggi, direbbe il contrario, con tre punti di distanza da quel fatidico ottavo posto, attualmente occupato dall’Entella, e ben sei lunghezze di vantaggio sulla zona rischio. C’è ancora tanta strada da pedalare, come si dice in gergo ciclistico, e per gli uomini di Boscaglia(...)

continua »

Altre notizie

Rubati Gratta & Vinci e stecche di sigarette in una tabaccheria

Rubati Gratta & Vinci e stecche di sigarette in una tabaccheria
VICOLUNGO, Bottino di qualche migliaio di euro tra stecche di sigarette, Gratta & Vinci e qualche contante per i ladri che l’altra notte hanno agito alla tabaccheria Ferrari di via IV Novembre a Vicolungo, nel Novarese. I malviventi sono entrati nell’esercizio commerciale intorno alle 4 dopo aver forzato la saracinesca. Sull’episodio indagano i Carabinieri di(...)

continua »

Altre notizie

Gli appuntamenti a Novara e dintorni in questi giorni di festa

Gli appuntamenti a Novara e dintorni in questi giorni di festa
MOSTRE NOVARA Miserere mei Sino al 29 gennaio è visibile nel quadriportico del Duomo la mostra “Miserere mei. Immagini e visioni in terra gaudenziana”, iniziativa ideata e promossa dell’Ufficio dei Beni culturali della Diocesi di Novara con l’Atl, “Instagramersnovara”, in collaborazione con il Capitolo della Cattedrale novarese, Arcidiocesi(...)

continua »

Altre notizie

youkata - sidebar id 34
^ Top