Corriere di Novara

Periodico Indipendente delle Province di Novara e V.C.O.

Corriere di Novara
Fondato nel 1877 / In edicola il lunedì, giovedì e sabato

Il giornale di Oggi

Sfoglia abbonati
domenica, 18 febbraio 2018
 
 
Articolo di: venerdì, 07 aprile 2017, 11:41 m.

Riorganizzazione Polizia Postale: il presidio novarese sarà salvaguardato

Soddisfazione della senatrice Elena Ferrara

NOVARA - Il presidio della Polizia Postale di Novara sarà salvaguardato. La conferma è arrivata nel pomeriggio di ieri, mercoledì 5 aprile, nel corso della riunione al Dipartimento di Pubblica Sicurezza sulla bozza di razionalizzazione dei Presidi della Polizia postale e delle Comunicazioni e sul Rinnovo della convenzione con Poste Italiane. 

«Accolgo con soddisfazione questa notizia che giunge al termine di un lungo percorso di riorganizzazione che ho seguito con grande attenzione e su cui ho più volte, con altri colleghi senatori, attenzionato il Governo affinché si salvaguardasse il più possibile il presidio sui territori» commenta la senatrice Elena Ferrara. 

«Ho avuto modo di apprezzare la professionalità e la competenza degli agenti di questa specialità della Polizia di Stato, da sempre in prima linea sul fronte della prevenzione ed il contrasto al cyberbullismo. Voglio ricordare soltanto la campagna educativa “Una Vita da Social” che nel corso delle sue tre edizioni ha incontrato oltre 1 milione di studenti in tutta Italia toccando circa 9mila istituti in 150 città tra cui Novara, Oleggio e Borgomanero» precisa la senatrice novarese. 

«La presenza - aggiunge Ferrara - a Torino del Compartimento della Polizia Postale per il Piemonte e la Val D’Aosta, e delle due sezioni ad Aosta e Novara, rappresentano certamente una buona notizia per il territorio».

Il documento, seppur provvisorio, prevede una nuova architettura per la Polizia Postale e delle Telecomunicazioni con 20 Compartimenti Regionali, 8 Sezioni Distrettuali e 21 Sezioni Provinciali. «Al di là dell’assetto organizzativo, su cui proseguiranno i confronti con le organizzazioni sindacali - conclude Ferrara - auspico che gli agenti della Polizia Postale vengano messi nelle migliori condizioni per svolgere un’attività davvero importante per il Paese e soprattutto per i ragazzi. Solo nel 2016 la Polizia Postale ha raccolto 235 denunce per reati riconducibili al cyberbullismo. Un presidio irrinunciabile per arginare un fenomeno che colpisce il 12% dei minori, senza contare il sommerso: ad ogni denuncia, secondo i dati della Polizia Postale, corrispondono 100 casi non segnalati». 

Articolo di: venerdì, 07 aprile 2017, 11:41 m.

Dal Territorio

Volley la Igor conquista la Coppa Italia

Volley la Igor conquista la Coppa Italia
Grande Igor Volley a Bologna. Contro Conegliano conquista la Coppa Italia imponendosi per 3 a 1. Dopo la Supercoppa italiana arriva anche il secondo sigillo per le novaresi. Sul Corriere di Novara di lunedì 19 febbraio cronaca e commenti del trionfo azzurro.  Foto www.agilvolley.com 

continua »

Altre notizie

Lite a Cerano con accoltellamento: a processo uno per tentato omicidio, l’altro per lesioni

Lite a Cerano con accoltellamento: a processo uno per tentato omicidio, l’altro per lesioni
NOVARA, E’ stato aggiornato all’11 maggio, in Tribunale a Novara, un processo che vede al centro del dibattimento una lite che, a Cerano, nella tarda serata del 22 maggio 2015, si era conclusa con due feriti, uno più grave (che era finito in ospedale in Rianimazione) e uno più lieve. L’episodio era avvenuto in piazza Crespi. In quell’occasione due(...)

continua »

Altre notizie

Vercelli e Novara Sposi: 1ª edizione

Vercelli e Novara Sposi: 1ª edizione
Per il primo anno viene organizzata al quartiere fieristico di Vercelli a Caresanablot la 1ª edizione di Vercelli e Novara Sposi, l’evento rivolto alle coppie in procinto di sposarsi. Una manifestazione che si inserisce all’interno di un circuito di ben 24 fiere sul matrimonio che da fine settembre fino a metà febbraio 2018 porta il format in giro per il Nord Italia(...)

continua »

Altre notizie

Il territorio ribadisce il no a Shell

Il territorio ribadisce il no a Shell
«In questa fase solo “ascolto” del terreno, nessuna attività perforativa sul territorio; un contributo importante alla ricerca scientifica (possibili collaborazioni con Università); impatto ambientale pressoché nullo grazie a tecnologie all’avanguardia. E ancora: non più di 3-4 mesi, una volta ottenute le necessarie autorizzazioni per(...)

continua »

Altre notizie

^ Top