Corriere di Novara

Periodico Indipendente delle Province di Novara e V.C.O.

Corriere di Novara
Fondato nel 1877 / In edicola il lunedì, giovedì e sabato

Il giornale di Oggi

Sfoglia abbonati
giovedì, 21 settembre 2017
 
 
Articolo di: lunedì, 13 marzo 2017, 12:36 p.

Resti umani nel bosco

Macabra scoperta in Valle Vigezzo

RE- Resti umani nel bosco. Macabra scoperta a Re, in Valle Vigezzo. Durante un normale sopralluogo per il controllo della fauna selvatica gli agenti della Polizia provinciale ieri pomeriggio, domenica, hanno notato delle ossa nella faggeta alla periferia di Re, lungo il versante boschivo che digrada dalle Rocce del Gridone. E quelle che inizialmente parevano ossa di un cervo, alla fine si sono rivelate per quello che erano: resti umani. Sul posto per il recupero delle spoglie è intervenuto anche il Soccorso alpino della Valle Vigezzo. Dalle verifiche effettuate anche dai Carabinieri di Santa Maria Maggiore, e dal ritrovamento della medaglietta d’oro e di qualche brandello di vestiti che indossava al momento della scomparsa, si è appurato che si tratta di Veronica Bencic (nella foto), l’ottantatreenne triestina dispersa a Re dallo scorso Ferragosto quando aveva raggiunto la valle in pullman con una comitiva per un pellegrinaggio. Per settimane erano stati battuti i sentieri e i boschi della zona, con i sommozzatori che avevano anche scandagliato le forre del torrente Melezzo: tutto era risultato vano. Fino a ieri, con il macabro ritrovamento.  Il corpo dell’anziana, che soffriva di amnesia, è stato localizzato a oltre un’ora a piedi dal centro di Re: «Ha camminato a lungo in una zona accidentata, il ritrovamento è avvenuto al di là del fiume Melezzo», conferma Matteo Gasparini, responsabile della Decima delegazione Valdossola del Cnsas. Un versante boschivo ripido ed insidioso che l’anziana ha risalito per oltre seicento metri di dislivello. E dove, dopo tanto girovagare senza meta, confusa e sola, ha trovato la morte.

Marco De Ambrosis

Articolo di: lunedì, 13 marzo 2017, 12:36 p.

Dal Territorio

Nebbiuno: 'accudiva' 43 piante di marijuana alte due metri, arrestato

Nebbiuno: 'accudiva' 43 piante di marijuana alte due metri, arrestato
NEBBIUNO, Sorpreso a coltivare piantine di marijuana e arrestato dai Carabinieri di Lesa. E' successo a Nebbiuno, nel Novarese. Nell’ambito di servizi di controllo del territorio, i Carabinieri di Lesa hanno tratto in arresto, nella giornata di ieri 20 settembre, un italiano del posto, F.G., classe 1969, già conosciuto dalle Forze dell'Ordine, resosi responsabile del reato(...)

continua »

Altre notizie

Spezia -Novara 1-0

Spezia -Novara  1-0
Trasferta negativa in terra ligure per il Novara che perde di misura a La Spezia. Decide un gol di Marilungo che sfrutta al meglio un calcio d'angolo. Il Novara presobil gol non riesce a rendersi pericoloso per tutto il primo tempo. Nella ripresa gli azzurri dimostrano più intraprendenza e creano un paio di palle gol senza però trovare la rete. Il risultato non cambia e per(...)

continua »

Altre notizie

Domenica a Novara la prima “Pedalata Cicli storici”

Domenica a Novara la prima “Pedalata Cicli storici”
NOVARA - Si svolgerà domenica 24 settembre la prima edizione della  “Pedalata Cicli storici”  organizzata dalla Pro loco Novara con il patrocinio del Comune e dell’Agenzia turistica locale della Provincia di Novara. La pedalata prevede il ritrovo in piazza Gramsci alle 8, quindi la partenza alle 9.30 per Olengo, Terdobbiate, Cascina Barzè,(...)

continua »

Altre notizie

Riso, «indispensabile essere uniti»

Riso, «indispensabile essere uniti»
SAN PIETRO MOSEZZO - «Siamo in un mercato ormai globale. L’Italia non è l’unico Paese che produce riso, e nemmeno l’unico che produce buon riso. Per questo dobbiamo imparare a “venderci” meglio e a mantenere una filiera che negli anni ha sempre saputo distinguersi per unità: solo così usciremo dal guado legato alla nuova politica agricola(...)

continua »

Altre notizie

youkata - sidebar id 34
^ Top