Corriere di Novara

Periodico Indipendente delle Province di Novara e V.C.O.

Corriere di Novara
Fondato nel 1877 / In edicola il lunedì, giovedì e sabato

Il giornale di Oggi

Sfoglia abbonati
martedì, 28 marzo 2017
 
 
Articolo di: sabato, 11 giugno 2011, 8:13 m.

Referendum: alle urne domani e lunedì

Ecco cosa si andrà a votare

Domani (domenica) e lunedì si vota per i quattro referendum abrogativi che riguardano gestione dell’acqua, tariffe idriche, energia nucleare e legittimo impedimento. Le urne saranno aperte domenica 12 dalle 8 alle 22, mentre lunedì 13 le urne apriranno alle 7 e chiuderanno alle 15.

Gli elettori devono presentarsi, con un documento d’identità valido e la tessera elettorale, presso la sezione elettorale indicata sulla tessera stessa. Il voto deve essere espresso con una X sull’opzione scelta in ciascuna delle quattro schede: una per ogni quesito. Come tutti i referendum abrogativi, bisogna votare “Sì” se si vogliono cancellare le norme al centro dei quesiti. Con la vittoria del “No”, invece le norme rimangono vigenti. Perché i referendum siano validi occorre che sia raggiunto il quorum del 50% più uno degli aventi diritto. Nelle ultime ore i sindaci di alcuni Comuni del Vco (Domodossola, Villadossola, Baveno, Casale Corte Cerro, Vogogna, Piedimulera, Vanzone con San Carlo, Premia, Viganella, Pieve Vergonte, Formazza, Ghiffa, Falmenta, Villette, Formazza, Cossogno, Belgirate) e il consigliere regionale Aldo Reschigna hanno sottoscritto una nota che invita la popolazione ad andare alle urne.

 

Ecco una una sintesi dei quattro quesiti.

 

PRIVATIZZAZIONE  DELL’ACQUA (scheda rossa)

Si propone l’abrogazione dell’art. 23 bis (dodici commi) della Legge n. 133/2008 , relativo alla privatizzazione dei servizi pubblici di rilevanza economica.

È l’ultima normativa approvata dal governo Berlusconi: stabilisce l’affidamento del servizio idrico a soggetti privati attraverso una gara o l’affidamento a società a capitale misto pubblico-privato (all’interno delle quali il privato detenga almeno il 40%). La norma inoltre disciplina le società miste collocate in Borsa, le quali, per poter mantenere l’affidamento del servizio, dovranno diminuire la quota di capitale pubblico al 40% entro giugno 2013 e al 30% entro dicembre 2015.

Abrogare questa norma significa contrastare l’accelerazione sulle privatizzazioni imposta dal governo e la definitiva consegna al mercato dei servizi idrici.

 

PROFITTI SULL’ACQUA (scheda gialla)

Si propone l’abrogazione dell’art. 154 del Decreto Legislativo n. 152/2006 (c.d. Codice dell’Ambiente), limitatamente a quella parte del comma 1 che dispone che la tariffa per il servizio idrico è determinata tenendo conto dell’”adeguatezza della remunerazione del capitale investito”. La parte di normativa che si chiede di abrogare è quella che consente al gestore di ottenere profitti garantiti sulla tariffa, caricando sulla bolletta dei cittadini un 7% a remunerazione del capitale investito, senza alcun collegamento a qualsiasi logica di reinvestimento per il miglioramento qualitativo del servizio. Abrogando questa parte dell’articolo sulla norma tariffaria, si elimina il meccanismo che ha aperto la strada ai privati nella gestione dei servizi idrici.

 

NUCLEARE (scheda grigia)

Si chiede di cancellare il comma 1 e il comma 8 del dell’articolo 5 del decreto omnibus. Il titolo del quesito è “Abrogazione delle nuove norme che consentono la produzione nel territorio nazionale di energia elettrica nucleare”

La vittoria dei sì eliminerebbe l’ambiguità della moratoria nucleare che il governo ha annunciato come una misura a tempo. Palazzo Chigi aveva abrogato una parte del piano nucleare ma contemporaneamente aveva annunciato la possibilità di farlo ripartire tra un anno, a referendum bloccato.

 

LEGITTIMO IMPEDIMENTO (scheda verde chiaro)

La scheda è colore verde e il titolo del quesito è chiaro e comprensibile: “Abrogazione della legge 7 aprile 2010 n. 51 in materia di legittimo impedimento del Presidente del Consiglio dei ministri e dei Ministri a comparire in udienza penale”. Si tratta quindi della richiesta di cancellare quelle norme che danno all’inquilino di Palazzo Chigi e ai suoi ministri la possibilità di opporre impegni istituzionali alla presenza in aula di giustizia dove sono imputati di reati non ministeriali. Per esemplificare i promotori chiedono la cancellazione di una di quelle norme considerate “ad personam” e che favorirebbero Silvio Berlusconi nelle sue vicende giudiziarie. Evidentemente il sì o il no all’’abrogazione di questa norma ha un forte peso politico. Anche se la legge in questione è già stata “corretta” da un intervento della Corte Costituzionale che ha affidato ai magistrati la “valutazione” della validità del legittimo impedimento opposto dal presidente del Consiglio o dai ministri alla presenza nell’’aula di giustizia. Prima bastava una semplice autocertificazione della presidenza del Consiglio.

 

Roberto Conti

 

Vuoi saperne di più? Leggilo sul Corriere di Novara in edicola lunedì, giovedì e sabato 

Gallery articolo
*clicca sulle immagini per ingrandire

04_scheda verde2.jpg

01_scheda rossa2 copia.jpg

02_scheda gialla2.jpg

03_scheda grigia2.jpg

Articolo di: sabato, 11 giugno 2011, 8:13 m.
Articoli correlati Elezioni: a Novara, Trecate e Domodossola affluenza alle urne in aumento (2) Referendum: si moltiplicano gli appelli (2) Referendum per la tangenziale a Casalino: «Senza quorum, bocciatura personale» (2) Tangenziale di Casalino: dalle urne il verdetto della popolazione (2) Referendum: quorum raggiunto, vincono i sì (2) Anche Domo al ballottaggio per decretare il sindaco (1) Continuano i confronti con i candidati (1) Ecco le schede elettorali di Novara e Trecate (1) “Domande con cronometro ai candidati”: incontro-dibattito a Novara (1) Tre i confronti diretti tra Ballaré e Franzinelli in programma (1) Verso le elezioni: scendono in campo i big di tutti i partiti (1) Dati definitivi sull'affluenza alle urne (1) Elezioni, a Casalvolone in cinque in corsa per la poltrona (1) Elezioni amministrative 2012, a Varallo Pombia sarà sfida a cinque (1) “Vogliamo Primarie aperte e partecipate” (1) Tre Comuni al voto, nessun candidato (1) “Italia sono anch’io”: al via anche a Novara la raccolta firme (1) Amministrative 2011: a Trecate la scelta è tra Ruggerone e Binatti (1) Franceschini a Novara (1) Elezioni: a Trecate il Pdl dice no «ad accordi poco trasparenti» (1) Speciale Elezioni Domodossola e Vco (1) Ballarè candidato sindaco del Pd alle primarie di coalizione (1) Masciadri inaugura il centro-sinistra (1) 700 firme per chiedere il referendum (1) Costituito anche a Novara il Comitato per il referendum sulla caccia (1) Notte bianca a Galliate per il “Sì” al referendum sull’acqua (1) Non per abolire, ma per limitare (1) Chi sarà il candidato sindaco del centro sinistra? (1) Un fiorir di candidature (1) Quattro liste escluse dalle amministrative a Novara (1) Casa Bossi fa “parlare” i candidati (1) Candidati sindaco: una poltrona per sette (1) Verso le elezioni (1) «Trecate merita di più»: Ruggerone in campo (1) Verso le elezioni a Trecate: situazione fluida in casa Pdl (1) Ballarè critica l assessore Giuliano (1)

Tags: referendum, voto, urne, quesiti

Dal Territorio

La Igor Volley butta via il secondo posto

La Igor Volley butta via il secondo posto
BUSTO ARSIZIO - L’Igor esce sconfitta per 3-1 senza giustificazioni dal PalaYamamay nell’ultimo turno di regular season, battuta nella serata in cui una vittoria sarebbe servita, visto il contemporaneo stop di Casalmaggiore a Montichiari, per passare sul filo di lana al secondo posto in classifica. Una squadra azzurra arruffona, frenetica e confusionaria come avevamo(...)

continua »

Altre notizie

Sfascia i vetri di tredici auto per farsi arrestare

Sfascia i vetri di tredici auto per farsi arrestare
GRAVELLONA TOCE - E’ tornata in libertà, al termine dell’udienza di convalida sabato 25, la 40enne albanese che, venerdì 24, aveva sfasciato i vetri di 13 auto per farsi arrestare. La donna, da tempo affetta da problemi psichici, ha sfasciato la prima auto, una Peugeot posteggiata in via Roma da un giovane di Omegna, alle 10,20 di venerdì. Poi era andata ad(...)

continua »

Altre notizie

Gli appuntamenti a Novara e dintorni in questi giorni di festa

Gli appuntamenti a Novara e dintorni in questi giorni di festa
MOSTRE NOVARA Miserere mei Sino al 29 gennaio è visibile nel quadriportico del Duomo la mostra “Miserere mei. Immagini e visioni in terra gaudenziana”, iniziativa ideata e promossa dell’Ufficio dei Beni culturali della Diocesi di Novara con l’Atl, “Instagramersnovara”, in collaborazione con il Capitolo della Cattedrale novarese, Arcidiocesi(...)

continua »

Altre notizie

Successo di visitatori per le Giornate di Primavera del Fai

Successo di visitatori per le Giornate di Primavera del Fai
NOVARA - Ci mettono passione ed entusiasmo. E anche professionalità. Sono il valore aggiunto delle Giornate di Primavera: gli Apprendisti Ciceroni. Studenti di ogni ordine e grado che hanno accompagnato in visita per la due giorni di arte e cultura proposta sul territorio della delegazione Fai di Novara. Sabato 25 e domenica 26 marzo apertura di 29 beni tra la città (cinque nel(...)

continua »

Altre notizie

youkata - sidebar id 34
^ Top