Corriere di Novara

Periodico Indipendente delle Province di Novara e V.C.O.

Corriere di Novara
Fondato nel 1877 / In edicola il lunedì, giovedì e sabato

Il giornale di Oggi

Sfoglia abbonati
domenica, 26 marzo 2017
 
 
Articolo di: giovedì, 17 novembre 2016, 2:36 p.

Procreazione assistita, Galliate è leader

Il centro dell’Ospedale di Novara ora può eseguire fecondazioni anche di secondo e terzo livello

Il Centro di Procreazione Assistita dell'ospedale Maggiore di Novara diventa di secondo livello. Dal 10 ottobre nella sede di Galliate dell'azienda ospedaliera è infatti possibile eseguire tecniche di fecondazione anche di secondo e terzo livello, che richiedono laboratorio biologico e sala operatoria. È la prima struttura del genere in Piemonte al di fuori di Torino. Fino a pochi giorni fa le coppie del territorio, per cui erano necessarie  procedure più complesse dell'inseminazione artificiale, si rivolgevano d'abitudine nel capoluogo piemontese, a Milano o addirittura all'estero.

"È il coronamento di un progetto regionale cominciato 10 anni fa - spiega il direttore generale del Maggiore, Mario Minola - ed è un ulteriore traguardo di eccellenza per la struttura di Ostetricia e Ginecologia". Attrezzature d'avanguardia e una equipe multidisciplinare  (composta da ginecologi, infermieri, osterica, biologo, psicologo, endocrinologo, andrologo e anestesista) sono il fiore all'occhiello della nuova struttura che implementa gli ambulatori per la sterilità di coppia già presenti a Galliate dal 2009. "Con l'inaugurazione di oggi mi sento di aver raggiunto tutti gli obiettivi che mi ero posto al mio arrivo a Novara 23 anni fa - commenta Nicola Surico, direttore della Struttura di Ginecologia e Ostetricia - Saremo riferimento per tutto il Piemonte Orientale ma anche per la zona a noi limitrofa della Lombardia perché ora offriamo tutte le possibili prestazioni tranne la donazione di gameti, possibile in Italia solo attraverso la collaborazione con centri esteri". Il personale del Centro è tutto interno all'Ospedale, tranne il biolologo specializzato Gabriele Dalmaso. "Molti sono ex studenti, a dimostrazione che qando università e ospedale si mettono insieme i risultati sono sempre eccellenti" sottolinea Giorgio Bellomo, preside della Scuola di Medicina dell'ateneo del Piemonte Orientale.

Per accedere al Centro di Procreazione Assistita è sufficiente l'impegnativa del medico di base o di uno specialista. Al momento la lista d'attesa è di un paio di mesi. "Prima proponiamo un colloquio alla coppia e poi si procede alla scelta della tecnica più adatta- spiega la dottoressa Elisabetta Fortina, responsabile della struttura - Il centro è piccolo e le pazienti apprezzano proprio l'ambiente familiare e il fatto di non sentirsi trattate da numeri come avviene nei grandi ospedali". Così come è molto apprezzata la possibilità di eseguire le procedure più invasive sotto completa sedazione.

l.pa.

Articolo di: giovedì, 17 novembre 2016, 2:36 p.

Dal Territorio

L’Università del Piemonte Orientale "Open" per un giorno

L’Università del Piemonte Orientale "Open" per un giorno
Sabato 1° aprile tutte le sedi dell’Università del Piemonte orientale saranno aperte, dalle ore 10 alle ore 13 e dalle ore 15 alle ore 18, per l’evento di orientamento "Open". Gli studenti delle scuole superiori e le loro famiglie potranno incontrare studenti dell’Ateneo, professori e personale tecnico-amministrativo e partecipare a presentazioni e visite guidate(...)

continua »

Altre notizie

Rosalba Fecchio al vertice del Coni Novara

Rosalba Fecchio al vertice del Coni Novara
Il delegato Coni della provincia di Novara cambia ancora. A distanza di un solo anno, in corrispondenza con i rinnovi sportivi legati al nuovo quadriennio olimpico, Giovanni Mainardi deve cedere lo scettro, per scelta del presidente regionale del Coni Gianfranco Porqueddu, alla professoressa Rosalba Fecchio, 57enne insegnante di educazione fisica al Pascal di Romentino. Mainardi, che era(...)

continua »

Altre notizie

Sequestro preventivo di un cantiere edile a Grignasco

Sequestro preventivo di un cantiere edile a Grignasco
GRIGNASCO, Lo scorso 16 marzo il personale del Gruppo Carabinieri Forestale di Novara ha eseguito un sequestro preventivo d’iniziativa di un cantiere edile su un’area di circa 7.000 mq., nel comune di Grignasco, nel Novarese. L’attività, condotta dal personale della Stazione Carabinieri Forestale territorialmente competente, durante un ordinario controllo di(...)

continua »

Altre notizie

Gli appuntamenti a Novara e dintorni in questi giorni di festa

Gli appuntamenti a Novara e dintorni in questi giorni di festa
MOSTRE NOVARA Miserere mei Sino al 29 gennaio è visibile nel quadriportico del Duomo la mostra “Miserere mei. Immagini e visioni in terra gaudenziana”, iniziativa ideata e promossa dell’Ufficio dei Beni culturali della Diocesi di Novara con l’Atl, “Instagramersnovara”, in collaborazione con il Capitolo della Cattedrale novarese, Arcidiocesi(...)

continua »

Altre notizie

youkata - sidebar id 34
^ Top