Corriere di Novara

Periodico Indipendente delle Province di Novara e V.C.O.

Corriere di Novara
Fondato nel 1877 / In edicola il lunedì, giovedì e sabato

Il giornale di Oggi

Sfoglia abbonati
mercoledì, 22 novembre 2017
 
 
Articolo di: venerdì, 14 dicembre 2012, 8:23 m.

Presidio a Villa Picchetta di Coldiretti per l’allarme cinghiali

«Per ricordare a Regione ed Ente parco l’urgenza di pagare i danni provocati dai cinghiali dal 2010 a oggi»

CAMERI - Una ventina di trattori, con decine di imprenditori agricoli davanti a Villa Picchetta (sede piemontese del Parco del Ticino), in provincia di Novara, per chiedere ai rappresentanti istituzionali “di agire in fretta e in modo concreto sul fronte dei danni provocati dai cinghiali alle imprese agricole”.

E’ stato un successo il presidio attivato ieri pomeriggio, giovedì 13 dicembre, dalle imprese di Coldiretti (giunte da tutto l’Ovest Ticino) a margine di un incontro che, proprio a Cameri, vedeva tra i protagonisti l’Assessore ai Parchi della Regione Piemonte, William Casoni e dei due presidenti del Parco del Ticino piemontese e lombardo (Marco Mario Avanza e Gian Pietro Beltrami).

Lo stesso assessore Casoni ha voluto confrontarsi con gli imprenditori nel loro insieme e ha garantito loro piena attenzione sul tema, rispondendo positivamente alla richiesta di stanziare in sede di bilancio i fondi necessari a rifondere i danni provocati dalla fauna selvatica già negli anni passati.

“Danni che – sottolinea Coldiretti – avrebbero già da tempo essere pagati, almeno per quanto riguarda l’annata 2010. Al presidente del Parco del Ticino lombardo è stato invece chiesto di adoperarsi, insieme al collega piemontese, per trovare una soluzione al problema, anche attraverso una necessaria concertazione con le organizzazioni di rappresentanza dell’imprenditoria agricola e, in particolare, con la stessa Coldiretti”.

Il vice presidente della Coldiretti interprovinciale di Novara-Vco, Antonio Ferrari e il segretario di zona di Oleggio Christian Invernizzi rimarcano come “i danni provocati dagli ungulati si siano mantenuti ingenti anche per tutto il periodo autunnale conseguente alla raccolta dei cereali. I danni subiti dalle imprese sono pesantissimi: alcune hanno visto addirittura raddoppiati i danni nei propri campi. Per molti, ormai, la distruzione dei raccolti è una drammatica consuetudine che si ripete di anno in anno, a fronte di risarcimenti che tardano ad arrivare: abbiamo voluto ricordare ai rappresentanti delle istituzioni che moltissimi imprenditori agricoli stanno ancora aspettando il ristorno dei danni per il 2010 e che la loro pazienza è stata più che abbondante”.

In tutta l’area del medio ed alto novarese “il contenimento degli ungulati è divenuto insufficiente e, nel contempo, gli stessi Atc sono obbligati a periziare i danni causati dalle specie selvatiche, senza però garantire il risarcimento alle imprese danneggiate, proprio a causa del mancato trasferimento delle risorse economiche necessarie da parte della Regione Piemonte. Nel caso delle foraggere, prati stabili o avvicendati, è un continuo distruggere e ripristinare, con il risultato di una fienagione compromessa o totalmente, o in parte. Il problema è di estremo rilievo nelle aree protette, in particolare in quella del Parco del Ticino: ma non solo. Il danno è ovunque, anche fuori parco, e sta compromettendo l’operatività delle imprese agricole in una fascia di territorio amplissima, da Divignano, a Comignago e Cressa, da Suno a Vaprio e Bogogno da Mezzomerico a Marano Ticino e, più a ovest, nell’ampia fascia che da Borgomanero, Maggiora, Boca, Fontaneto e Cavallirio si spinge sino a Romagnano e alla Valsesia. E il problema è altrettanto marcato nel Vco”, conclude il vice presidente. “Chiediamo alle istituzioni regionali e non solo di iniziare a pensare e predisporre la gestione del problema cinghiali in modo diverso: le misure attivate fino ad oggi per 'sradicare' questa emergenza non sono sufficienti e quindi bisogna correggere il tiro”.

Monica Curino

Articolo di: venerdì, 14 dicembre 2012, 8:23 m.
Articoli correlati Continuano i danni provocati dai cinghiali agli agricoltori (2) Sostegno ai servizi Wi-Fi gratuiti e aperti (1) Progetti territoriali di sicurezza integrata: bando della Provincia di Verbania per 69.500 euro (1) Prosegue l’iter per la realizzazione della Città della Salute di Novara (1) Distribuzione bonus bebé: primo bilancio positivo nell’Asl No (1) La Giunta regionale approva il Piano strategico del Vco (1) Trecentomila euro al Borgo della Cultura di Domodossola (1) Giustizia, efficienza e celerità “modello Torino” (1) Dove, come e quando ritirare i “bonus bebè” (1) Nuova area residenziale, ok dalla Regione (1) 3 milioni di euro per genitori lavoratori (1) La Provincia del Vco incontra l’assessore regionale all’Agricoltura Sacchetto (1) Il progetto “Reti di cura” della Provincia primo in Regione (1) “Due di cuori”: per sensibilizzare alla donazione degli organi (1) Il presidente della Regione Cota invia i suoi saluti ai piemontesi (1) Trasporto pubblico locale: si abbatte la scure dei tagli (1) Mario Minola al “Maggiore”, Emilio Iodice all’Asl No (1) I saluti del nuovo prefetto Francesco Paolo Castaldo (1) Protocollo Regione-Provincia per il primo nodo anti-discriminazione (1) Dalla Regione 12 milioni alla città di Verbania (1) Dalla Regione finanziamenti ai Comuni (1) Università: firmato protocollo col ministro Gelmini per 90 milioni (1) Undici nuove sezioni di materne statali nel Novarese (1) Monferino rassicura: “Soluzioni condivise” (1) La rocca riaprirà (1) Sozzani e Nobili crescono in classifica! (1) Regali enogastronomici per il Natale con i mercati di Campagna Amica (1) Coldiretti Novara Vco: “Il Capodanno “anticrisi” è a chilometro zero” (1) Domenica 8, gli imprenditori di Coldiretti incontrano il vescovo Corti (1) Nuovi sportelli Epaca-Coldiretti nell'Alto Novarese (1) Assenza di piogge: le ripercussioni sull'agricoltura (1) Sizzano: torna il raduno internazionale dei labrador (1) Coldiretti Novara e Vco torna in Africa (1) La generazione delle fattorie didattiche (1) «L’Italia sa ancora scommettere sull’agricoltura come risorsa» (1) Coldiretti: progetto da condividere con le imprese per combattere la flessione delle borse risi (1) Nasce a Novara la filiera Made in Italy del riso (1) Il sindaco di Ghemme a Roma con Coldiretti (1) Appello a difesa del Parco del Ticino (1) Cinghiali, un problema da risolvere (1) Avvistato orso nel parco del Ticino (1) Cota, Zanetta e De Salvo Novaresi dell'Anno 2011 (1) «Il Parco del Ticino non è un “cinghialificio”» (1) Con Coldiretti e Novarello il riso novarese in ambasciata a Parigi (1) Domenica delle Palme: ulivo dalla Coldiretti (1) Coldiretti: agriturismo e prodotti tipici per Pasqua (1) Cambia l'Imu per gli imprenditori agricoli: sarà meno pesante (1) Anche un novarese alle finali di Oscar Green 2012 (1) Celebrato il fondatore della Coldiretti (1)

Tags: coldiretti, cinghiali, ungulati, picchetta, regione

Dal Territorio

Il Novara cede al Bari

Il Novara cede al Bari
NOVARA - BARI 1-2   NOVARA:  Montipò, Golubovic, Mantovani, Del Fabro, Dickmann,Moscati, Orlandi, Sciaudone (11’ st Chajia), Calderoni, Macheda (20’ st Maniero), Da Cruz (26’ st Di Mariano).  All.:  Corini.   BARI:  Micai, Anderson, Gyömbér, Tonucci, Fiamozzi, Petriccione, Basha (25’ st(...)

continua »

Altre notizie

Nascondeva cocaina nel manubrio della bici: in manette

Nascondeva cocaina nel manubrio della bici: in manette
NOVARA, Un 46enne di nazionalità marocchina, residente in città a Novara, M.B. le sue iniziali, è stato tratto in arresto nel pomeriggio di domenica 19 novembre dalla Polizia di Stato a seguito di un normale controllo. Nel verificare l’uomo, hanno scoperto come il 46enne nascondesse nel manubrio della bicicletta alla quale era in sella 5 involucri contenenti(...)

continua »

Altre notizie

Don Camillo e Peppone? Sono a Galliate

Don Camillo e Peppone? Sono a Galliate
GALLIATE - Galliate come Brescello. Sta per arrivare a Galliate una “full immersion” nelle atmosfere di Don Camillo e Peppone. E’ in allestimento proprio in questi giorni, a cura della Pro loco, una mostra itinerante, a carattere antologico, all'insegna del "Mondo piccolo" con i personaggi che hanno reso immortale l’autore Giovannino Guareschi. La mostra(...)

continua »

Altre notizie

Chiude la discarica di Barengo, urge trovare un altro impianto

Chiude la discarica di Barengo, urge trovare un altro impianto
La discarica di Barengo chiuderà nel 2018, è l’unico impianto sul territorio del Novarese per lo smaltimento dei rifiuti indifferenziati e urge trovare un altro impianto dove conferire circa 58.000 tonnellate all’anno. Tre le soluzioni possibili. Il bando di gara si chiude con un vincitore oppure il progetto di un sopralzo. In alternativa prende piede(...)

continua »

Altre notizie

youkata - sidebar id 34
^ Top