Corriere di Novara

Periodico Indipendente delle Province di Novara e V.C.O.

Corriere di Novara
Fondato nel 1877 / In edicola il lunedì, giovedì e sabato

Il giornale di Oggi

Sfoglia abbonati
sabato, 21 ottobre 2017
 
 
Articolo di: lunedì, 31 luglio 2017, 7:14 p.

Piscina scoperta chiusa, chi pagherà?

L’assessore Perugini: «Verificheremo le responsabilità»

NOVARA - Continua la vicenda infinita della piscina di via Solferino. Dopo l’annuncio della mancata apertura per quest’estate, ora dovrà essere messa in sicurezza, con relativo esborso ulteriore, prima di capire il suo destino.
Una storia infinita: la Libertas Novara ha rinunciato all’ultimo anno di gestione che le rimaneva, in base alla convenzione con il Comune, successivamente le nuove associazioni che avevano vinto il nuovo bando di assegnazione, alla fine hanno comunicato di non poter gestire l’impianto per una serie di mancanze. Morale, porte sprangate per questa stagione.
L’ultimo atto è stata la determina dell’Amministrazione che ha stanziato 5.695 euro per degli interventi all’impianto di via Solferino per evitare ulteriori danni nella stagione invernale: in particolare lo svuotamento, la pulizia e il riempimento delle vasche e la manutenzione delle altre apparecchiature e dei filtri.
Una spesa che va sommata al mancato introito, previsto dal Comune di Novara dopo l’assegnazione del bando, di 23.500 euro, che sarebbe dovuto arrivare con l’apertura della piscina. Quasi 30mila euro in fumo.
La domanda che abbiamo girato, a questo punto, all’assessore allo Sport del Comune di Novara, Federico Perugini, è stata proprio questa.
Qualcuno risponderà di queste mancate entrate? «E’ un capitolo non ancora chiuso quello della piscina di Via Solferino. Infatti oggi, proprio per il rammarico di non averla resa disponibile ai cittadini e per la legittima aspettativa che ne avevano i fruitori, una volta terminata la pulizia e riempimento vasca per motivi igienico sanitari che inizierà oggi, in attesa di recuperarla, verificheremo le responsabilità: dalla rinuncia alla gestione fino alla mancata apertura. Infatti questa vicenda certamente ha portato ad una mancata entrata per il Comune ed ha impegnato una spesa per quanto appena detto. Detto questo, sono anche molto preoccupato per la situazione del mondo del nuoto novarese».
Sandro Devecchi 
Leggi di più sul Corriere di Novara di lunedì 31 luglio 2017 

Articolo di: lunedì, 31 luglio 2017, 7:14 p.

Dal Territorio

Igor Volley in festa al Teatro Coccia

Igor Volley in festa al Teatro Coccia
NOVARA - Il Teatro Coccia addobbato a festa, griffato in ogni angolo con il tricolore dello scudetto e gremito in ogni ordine di posto, è stato protagonista anche quest’anno dell’apertura ufficiale, ieri sera, della stagione agonistica della Igor Volley Novara, neo campione d’Italia, con la presentazione della squadra. Anche in questa occasione, Lorenzo Dallari, vice(...)

continua »

Altre notizie

Incidente in A4, coinvolti bimbo di 2 anni e donna incinta

Incidente in A4, coinvolti bimbo di 2 anni e donna incinta
NOVARA, Incidente stradale intorno alle 19,30 di venerdì 20 ottobre lungo l'autostrada A4, tra i caselli di Novara Est e Novara Ovest (direzione Torino). Due le autovetture coinvolte, una con a bordo quattro persone, tra cui un bambino di circa due anni e una donna in stato di gravidanza, e l’altra con a bordo solo il conducente. Tutte le persone sono state portate(...)

continua »

Altre notizie

Dagli studenti il “Canto alla città”

Dagli studenti il “Canto alla città”
NOVARA - Il Faraggiana si apre ancora alla città e la rende protagonista. Questa sera, giovedì 19 ottobre alle 21, e replica domani alla stessa ora, sale il sipario sulla nuova sagione del teatro novarese, la seconda dopo la rinascita: in cartellone “Canto alla città 2.0 – Il verbo degli uccelli”. Sul palco Lucilla Giagnoni, attrice e autrice del(...)

continua »

Altre notizie

Corsi aperti a Borgomanero, la proposta: "Prima ora di sosta gratuita"

Corsi aperti a Borgomanero, la proposta: "Prima ora di sosta gratuita"
Borgomanero  - “Sembrava di essere in un giorno normale, quando lungo i quattro corsi e in piazza Martiri le auto circolano liberamente”: questo uno dei commenti a caldo raccolti tra i commercianti del centro cittadino venerdì pomeriggio, riaperto al traffico automobilistico nell’ambito di un progetto sperimentale che prevede per la durata di sei mesi, sino al 2(...)

continua »

Altre notizie

youkata - sidebar id 34
^ Top