Corriere di Novara

Periodico Indipendente delle Province di Novara e V.C.O.

Corriere di Novara
Fondato nel 1877 / In edicola il lunedì, giovedì e sabato

Il giornale di Oggi

Sfoglia abbonati
mercoledì, 22 febbraio 2017
 
 
Articolo di: sabato, 01 ottobre 2011, 7:58 p.

Pesta ospite del Rotary: "Novara merita ancora un teatro di tradizione"

L'ex sovrintendente del Coccia ha salutato gli amici del Rotary Club Val Ticino

NOVARA - «Sono solo rammaricato. Non sono arrabbiato con nessuno. Non mi aspettavo un trattamento simile. Mi spiace veder buttato via un progetto valido e novarese che, con i miei collaboratori, siamo riusciti a creare, con grande impegno e grandi sacrifici, nell'ultimo decennio».

Con queste parole Carlo Pesta, socio rotariano ed ex-sovrintendente del Teatro Coccia, ha salutato gli amici del Rotary Club Val Ticino di Novara durante l'ultima riunione conviviale del sodalizio.

«Il mio contratto di sovrintendente scadeva il 31 agosto 2011 – ha detto Pesta per spiegare ai soci le recenti polemiche legate alla fine del suo rapporto con il Coccia – ma trattandosi di un rapporto fiduciario non è stato ritenuto opportuno prolungarlo fino a fine aprile per consentirmi di dare il via a una stagione teatrale da me ideata. Comunque non avrei potuto essere a capo del Coccia insieme a persone che non condividono il mio progetto di teatro. Non ci sarà un mio successore, ma non voglio entrare in polemica: ognuno fa le proprie scelte».

Pesta, durante il suo intervento, si è detto dispiaciuto per il fatto di vedere «regalato ad altri il grande risultato di essere riuscito a costruire un teatro con un marchio e una cultura autenticamente novarese, perché il teatro di tradizione deve esprimere e mantenere viva la cultura di un territorio. E Novara merita ancora un teatro di tradizione». Se oggi, ha aggiunto, «a Tokio, a Mosca e a Berlino sanno dov'è Novara, come lo sanno i teatri italiani che hanno comprato le produzioni dal Teatro Coccia, è proprio grazie ai risultati di questa strategia. Sotto la mia direzione, ad esempio, sono state messe in scena due opere di Carlo Coccia, autore che prima nessuno conosceva. Abbiamo proposto un cartellone eterogeneo e originale che il pubblico, non solo locale, ha dimostrato di gradire».

Interrogato sul suo futuro professionale, Pesta ha dichiarato che non accetterà più incarichi nei teatri e che incrementerà la sua attività di produttore teatrale, puntando soprattutto al mercato internazionale con la sua società di Lugano, specializzata in lirica e balletto. «Non replicherò a quanto apparso sui giornali – ha concluso – e sono soddisfatto del rapporto che sono riuscito a instaurare con la città e con il suo pubblico: mi hanno sempre voluto bene e hanno capito il mio tentativo di costruire una “cultura teatrale” anche valorizzando le professionalità locali. Novara e il Novarese meritano molto. Anche per questo continuerò a far parte di questo Rotary».

Monica Curino

Articolo di: sabato, 01 ottobre 2011, 7:58 p.
Articoli correlati Rotary Club Valticino in aiuto ai più bisognosi con 12mila euro in buoni spesa (1) La difesa oggi in Italia tra Onu, Nato ed Europa (1) Un doppio “Tesoro” da scoprire (1) Restauro della Collegiata, anche l’aiuto del “Rotary” (1) Acqua: bene prezioso da preservare (1) A S. Agabio sorgerà la "Pinetina Alessia" (1) Emanuele Filiberto di Savoia a Novara (1) Acqua, bene prezioso da salvaguardare (1) Il Carroccio contesta il mancato rinnovo a Pesta quale direttore artistico del Coccia (1)

Tags: Carlo Coccia, Carlo Pesta, sovrintendente, polemiche, Rotary

Dal Territorio

Auto ribaltata in via Bonola

Auto ribaltata in via Bonola
NOVARA, Vigili del fuoco, 118 e Polizia locale sul posto e un’autovettura ribaltata sulla carreggiata. E’ il bilancio dell’incidente stradale avvenuto poco prima delle 10 in via Bonola, all’altezza dell’incrocio con via Pianca (foto Martignoni). Qui, per cause in fase di ricostruzione da parte della municipale, due auto sono entrate in collisione. Uno dei due(...)

continua »

Altre notizie

Il Novara Calcio ha trovato l’equilibrio

Il Novara Calcio ha trovato l’equilibrio
NOVARA - E adesso non parlate di play off. Anche se la classifica del Novara, ad oggi, direbbe il contrario, con tre punti di distanza da quel fatidico ottavo posto, attualmente occupato dall’Entella, e ben sei lunghezze di vantaggio sulla zona rischio. C’è ancora tanta strada da pedalare, come si dice in gergo ciclistico, e per gli uomini di Boscaglia(...)

continua »

Altre notizie

Gli appuntamenti a Novara e dintorni in questi giorni di festa

Gli appuntamenti a Novara e dintorni in questi giorni di festa
MOSTRE NOVARA Miserere mei Sino al 29 gennaio è visibile nel quadriportico del Duomo la mostra “Miserere mei. Immagini e visioni in terra gaudenziana”, iniziativa ideata e promossa dell’Ufficio dei Beni culturali della Diocesi di Novara con l’Atl, “Instagramersnovara”, in collaborazione con il Capitolo della Cattedrale novarese, Arcidiocesi(...)

continua »

Altre notizie

Anche Shell cerca petrolio nel Novarese

Anche Shell cerca petrolio nel Novarese
Oltre 400 chilometri quadrati di terreno tra Piemonte e Lombardia, nelle province di Novara, Vercelli, Varese e Biella. Da Castelletto Ticino a Borgomanero, sino a Gattinara e Sizzano: è su questa larga porzione di Nord Italia - denominata nel suo complesso “Cascina Alberto” - che il colosso petrolifero Shell eserciterà nel prossimo futuro il permesso di ricerca di(...)

continua »

Altre notizie

youkata - sidebar id 34
^ Top