Corriere di Novara

Periodico Indipendente delle Province di Novara e V.C.O.

Corriere di Novara
Fondato nel 1877 / In edicola il lunedì, giovedì e sabato

Il giornale di Oggi

Sfoglia abbonati
domenica, 25 giugno 2017
 
 
Articolo di: sabato, 01 ottobre 2011, 7:58 p.

Pesta ospite del Rotary: "Novara merita ancora un teatro di tradizione"

L'ex sovrintendente del Coccia ha salutato gli amici del Rotary Club Val Ticino

NOVARA - «Sono solo rammaricato. Non sono arrabbiato con nessuno. Non mi aspettavo un trattamento simile. Mi spiace veder buttato via un progetto valido e novarese che, con i miei collaboratori, siamo riusciti a creare, con grande impegno e grandi sacrifici, nell'ultimo decennio».

Con queste parole Carlo Pesta, socio rotariano ed ex-sovrintendente del Teatro Coccia, ha salutato gli amici del Rotary Club Val Ticino di Novara durante l'ultima riunione conviviale del sodalizio.

«Il mio contratto di sovrintendente scadeva il 31 agosto 2011 – ha detto Pesta per spiegare ai soci le recenti polemiche legate alla fine del suo rapporto con il Coccia – ma trattandosi di un rapporto fiduciario non è stato ritenuto opportuno prolungarlo fino a fine aprile per consentirmi di dare il via a una stagione teatrale da me ideata. Comunque non avrei potuto essere a capo del Coccia insieme a persone che non condividono il mio progetto di teatro. Non ci sarà un mio successore, ma non voglio entrare in polemica: ognuno fa le proprie scelte».

Pesta, durante il suo intervento, si è detto dispiaciuto per il fatto di vedere «regalato ad altri il grande risultato di essere riuscito a costruire un teatro con un marchio e una cultura autenticamente novarese, perché il teatro di tradizione deve esprimere e mantenere viva la cultura di un territorio. E Novara merita ancora un teatro di tradizione». Se oggi, ha aggiunto, «a Tokio, a Mosca e a Berlino sanno dov'è Novara, come lo sanno i teatri italiani che hanno comprato le produzioni dal Teatro Coccia, è proprio grazie ai risultati di questa strategia. Sotto la mia direzione, ad esempio, sono state messe in scena due opere di Carlo Coccia, autore che prima nessuno conosceva. Abbiamo proposto un cartellone eterogeneo e originale che il pubblico, non solo locale, ha dimostrato di gradire».

Interrogato sul suo futuro professionale, Pesta ha dichiarato che non accetterà più incarichi nei teatri e che incrementerà la sua attività di produttore teatrale, puntando soprattutto al mercato internazionale con la sua società di Lugano, specializzata in lirica e balletto. «Non replicherò a quanto apparso sui giornali – ha concluso – e sono soddisfatto del rapporto che sono riuscito a instaurare con la città e con il suo pubblico: mi hanno sempre voluto bene e hanno capito il mio tentativo di costruire una “cultura teatrale” anche valorizzando le professionalità locali. Novara e il Novarese meritano molto. Anche per questo continuerò a far parte di questo Rotary».

Monica Curino

Articolo di: sabato, 01 ottobre 2011, 7:58 p.
Articoli correlati Rotary Club Valticino in aiuto ai più bisognosi con 12mila euro in buoni spesa (1) La difesa oggi in Italia tra Onu, Nato ed Europa (1) Un doppio “Tesoro” da scoprire (1) Restauro della Collegiata, anche l’aiuto del “Rotary” (1) Acqua: bene prezioso da preservare (1) A S. Agabio sorgerà la "Pinetina Alessia" (1) Emanuele Filiberto di Savoia a Novara (1) Acqua, bene prezioso da salvaguardare (1) Il Carroccio contesta il mancato rinnovo a Pesta quale direttore artistico del Coccia (1)

Tags: Carlo Coccia, Carlo Pesta, sovrintendente, polemiche, Rotary

Dal Territorio

Fiamme a un tetto a Pombia

Fiamme a un tetto a Pombia
POMBIA, Il temporale delle prime ore della giornata ha creato qualche problema a Pombia, nel Novarese. Intorno alle 6 una squadra dei Vigili del fuoco della sede centrale  è intervenuta in via Don Minzoni a Pombia per un principio di incendio a un tetto di una casa, scaturito  da un fulmine. Fortunatamente nessun ferito. I vigili del fuoco hanno provveduto a(...)

continua »

Altre notizie

Ciclismo: Elisa Longo Borghini sul tetto d'Italia

Ciclismo: Elisa Longo Borghini sul tetto d'Italia
Elisa Longo Borghini cala il tris! La 25enne di Ornavasso ha conquistato ieri a Caluso il suo terzo titolo italiano a cronometro, il secondo consecutivo nella gara elite donne di ciclismo. Dopo la vittoria ottenuta la scorsa stagione a Romanengo, l’atleta tesserata per la Wiggle High5, in gara con il gruppo sportivo militare delle Fiamme Oro, partendo da Volpiano ha coperto i 19 km(...)

continua »

Altre notizie

Week end ricco di eventi a Novara

Week end ricco di eventi a Novara
NOVARA – Weekend ricco di eventi a Novara. Alle 10 di domani, sabato 13 maggio, è in programma l’inaugurazione della Fiera Campionaria che rimarrà allestita in viale Kennedy fino al 21 maggio. Tante e interessanti come sempre le realtà presenti: ci sarà anche il Corriere di Novara con un suo stand e tanti eventi e incontri. Sempre domani il Lions(...)

continua »

Altre notizie

Laghi: quattro vele per l’alto Verbano e Orta

Laghi: quattro vele per l’alto Verbano e Orta
Novità per la “Guida blu”, che certifica il meglio dei mari e dei laghi italiani,  realizzata da Legambiente e Touring Club italiano. Quest’anno le località marine e lacustri sono state raggruppate in comprensori turistici, e non assegnando le tradizionali vele ai singoli comuni, perché «chi va in vacanza non si ferma al confine(...)

continua »

Altre notizie

youkata - sidebar id 34
^ Top