Corriere di Novara

Periodico Indipendente delle Province di Novara e V.C.O.

Corriere di Novara
Fondato nel 1877 / In edicola il lunedì, giovedì e sabato

Il giornale di Oggi

Sfoglia abbonati
domenica, 18 febbraio 2018
 
 
Articolo di: giovedì, 09 novembre 2017, 5:04 p.

Per Novara “più abitanti, più ricchezza, più bellezza”

Presentato in Consiglio comunale il Documento unico di programmazione 2018-2023

NOVARA - Presentato a palazzo Cabrino il Documento unico di programmazione (Dup) 2018-2023 che il Consiglio comunale approverà nel 2018 con il bilancio preventivo. “Più abitanti, più ricchezza, più bellezza” così l’Amministrazione ha chiamato il suo progetto contenuto nel Dup, approvato dalla Giunta entro la scadenza del 31 luglio. 
L’ultima modifica può essere fatta entro il 15 novembre con la nota di aggiornamento. I consiglieri hanno tempo fino al 14 novembre per presentare osservazioni che potranno essere accolte o non accolte dall’Amministrazione. 
Un progetto che ha come obiettivo di invertire una serie di tendenze negative: far crescere il numero degli abitanti, far aumentare il Pil cittadino, mantenere il decoro della città (pulizia,monumenti, sicurezza, alta qualità ambientale e culturale). L’intento finale è di far diventare Novara la città capoluogo del Piemonte Orientale, recuperando la capacità attrattiva di un tempo che è venuta meno. 
Il Dup è un documento di recente compilazione (ha debuttato nel 2016) e si accompagna al nuovo regolamento della contabilità armonizzata. 
E’ costituito da due parti: la Sezione strategica (Ses) che ha la durata quinquennale del mandato amministrativo e la Sezione operativa (Seo) che ha la durata triennale pari a quella del bilancio di previsione. 
Al termine del mandato amministrativo è prevista la rendicontazione. 
Il documento di 119 pagine è riferito alla programmazione del periodo 2018/2020. 
Contiene una analisi delle condizioni esterne e le prescrizioni governative cui l’Amministrazione deve attenersi. Si passa poi all’analisi delle condizioni interne: evoluzione della situazione finanziaria ed economico patrimoniale, governo della partecipate, servizi pubblici locali, disponibilità e gestione delle risorse umane, linee programmatiche relative alle azioni e ai progetti da svolgere nel mandato, indirizzi e  obiettivi strategici di una città che al 31 dicembre 2016 contava 104.509 abitanti. 
Mariateresa Ugazio

Leggi di più sul Corriere di Novara in edicola

Articolo di: giovedì, 09 novembre 2017, 5:04 p.

Dal Territorio

Per il Novara pareggio tra gli applausi

Per il Novara pareggio tra gli applausi
NOVARA – SPEZIA 1 - 1   NOVARA : Montipò, Golubovic, Mantovani, Chiosa, Dickmann (32’ st Maniero), Casarini, Ronaldo (24’ st Orlandi), Calderoni, Moscati, Sansone (41’ st Di Mariano), Puscas.  All.:  Di Carlo. SPEZIA:  Di Gennaro, De Col, Terzi, Giani, Lopez, Mora (21’ stMaggiore), Bolzoni,(...)

continua »

Altre notizie

Soccorso persona in via Corridoni: 68enne ritrovato privo di vita in casa

Soccorso persona in via Corridoni: 68enne ritrovato privo di vita in casa
NOVARA, I Vigili del fuoco di Novara sono intervenuti poco dopo le 14 in via Corridoni per un soccorso persona all'interno della propria abitazione. I Vigili del comando di via Generali, dopo essere riusciti a entrare nell'alloggio, hanno purtroppo trovato il corpo privo di vita di un uomo di 68 anni, che sarebbe deceduto per cause naturali. Sul posto anche il 118. mo.c.

continua »

Altre notizie

Vercelli e Novara Sposi: 1ª edizione

Vercelli e Novara Sposi: 1ª edizione
Per il primo anno viene organizzata al quartiere fieristico di Vercelli a Caresanablot la 1ª edizione di Vercelli e Novara Sposi, l’evento rivolto alle coppie in procinto di sposarsi. Una manifestazione che si inserisce all’interno di un circuito di ben 24 fiere sul matrimonio che da fine settembre fino a metà febbraio 2018 porta il format in giro per il Nord Italia(...)

continua »

Altre notizie

Il territorio ribadisce il no a Shell

Il territorio ribadisce il no a Shell
«In questa fase solo “ascolto” del terreno, nessuna attività perforativa sul territorio; un contributo importante alla ricerca scientifica (possibili collaborazioni con Università); impatto ambientale pressoché nullo grazie a tecnologie all’avanguardia. E ancora: non più di 3-4 mesi, una volta ottenute le necessarie autorizzazioni per(...)

continua »

Altre notizie

^ Top