Corriere di Novara

Periodico Indipendente delle Province di Novara e V.C.O.

Corriere di Novara
Fondato nel 1877 / In edicola il lunedì, giovedì e sabato

Il giornale di Oggi

Sfoglia abbonati
sabato, 23 settembre 2017
 
 
Articolo di: venerdì, 24 ottobre 2014, 8:01 p.

Partito il nuovo corso all’Asl No dedicato ai papà in attesa

E con Novaramamma incontri alla libreria La Talpa

NOVARA – E’ partito all’Asl No un percorso di sensibilizzazione alla condivisione delle responsabilità di cure familiari riservato ai papà in attesa “Figli si nasce… papà si diventa”, promosso in collaborazione con la Regione Piemonte e il Dipartimento per le Pari Opportunità della Presidenza del Consiglio dei Ministri. Durante i vari corsi, sarà distribuito materiale informativo, quale l’opuscolo delle Consigliere di Parità “I nostri auguri tra opportunità e diritti”, il pieghevole della Regione Piemonte “Missione possibile”, “Insieme ai papà” e verrà inoltre illustrata la normativa di riferimento. Il progetto prevede lezioni frontali, esperienze pratiche guidate da esperti, come psicologi, ostetriche e assistenti sociali; la costituzione di gruppi di riflessione e sensibilizzazione alla condivisione delle responsabilità di cura familiari. Gli incontri si terranno secondo calendari prestabiliti nelle sedi di Arona, Borgomanero, Galliate e Novara. Il corso “Figli si nasce… papà si diventa” è partito il 16 ottobre, a Novara in viale Roma 7 presso la sede Consultoriale e si articola in 6 appuntamenti, al giovedì con cadenza quindicinale dalle 18 alle 20 per favorire l’equilibrio tra l’attività lavorativa e la vita privata della coppia. I prossimi incontri sono previsti il 30 ottobre, il 13 e il 27 novembre, l’11 dicembre per concludersi il 18 dicembre. Chi volesse iscriversi al corso, totalmente gratuito, può telefonare allo 0321 374112 oppure inviare un email all’indirizzo: npi.nov@asl.novara.it.

Altri incontri per genitori (sia mamme che papà) di bambini dai 0 a 3 anni sono in programma alla Libreria La Talpa di Novara (viale Roma 21). Gli incontri organizzati dalla libreria in collaborazione con il gruppo Facebook Novaramamma sono gratuiti e sono tenuti dalla psicologa Evelina Larcinese. Il primo si è tenuto il 18 ottobre ed ha avuto come tema il gioco. I prossimi appuntamenti sono l’8 novembre (la nutrizione), il 22 novembre (il sonno) e il 13 dicembre (dal pannolino al vasino). L’inizio è sempre alle 15.30. E’ gradita la prenotazione al numero 0321 390077.

v.s.

Articolo di: venerdì, 24 ottobre 2014, 8:01 p.

Dal Territorio

Domenica a Novara la prima “Pedalata Cicli storici”

Domenica a Novara la prima “Pedalata Cicli storici”
NOVARA - Si svolgerà domenica 24 settembre la prima edizione della  “Pedalata Cicli storici”  organizzata dalla Pro loco Novara con il patrocinio del Comune e dell’Agenzia turistica locale della Provincia di Novara. La pedalata prevede il ritrovo in piazza Gramsci alle 8, quindi la partenza alle 9.30 per Olengo, Terdobbiate, Cascina Barzè,(...)

continua »

Altre notizie

Spezia -Novara 1-0

Spezia -Novara  1-0
Trasferta negativa in terra ligure per il Novara che perde di misura a La Spezia. Decide un gol di Marilungo che sfrutta al meglio un calcio d'angolo. Il Novara presobil gol non riesce a rendersi pericoloso per tutto il primo tempo. Nella ripresa gli azzurri dimostrano più intraprendenza e creano un paio di palle gol senza però trovare la rete. Il risultato non cambia e per(...)

continua »

Altre notizie

Scontro frontale a San Pietro Mosezzo, morto 80enne

Scontro frontale a San Pietro Mosezzo, morto 80enne
SAN PIETRO MOSEZZO, Un uomo di 80 anni ha perso la vita intorno alle 19,30 di oggi, venerdì 22 settembre, in un incidente stradale avvenuto a S. Pietro Mosezzo, nel Novarese.  Sul posto, per rilevare il sinistro, i Carabinieri. Sul luogo dell'incidente anche i Vigili del fuoco di Novara.  L'incidente ha visto uno scontro frontale tra due veicoli. Ad avere la peggio(...)

continua »

Altre notizie

Riso, «indispensabile essere uniti»

Riso, «indispensabile essere uniti»
SAN PIETRO MOSEZZO - «Siamo in un mercato ormai globale. L’Italia non è l’unico Paese che produce riso, e nemmeno l’unico che produce buon riso. Per questo dobbiamo imparare a “venderci” meglio e a mantenere una filiera che negli anni ha sempre saputo distinguersi per unità: solo così usciremo dal guado legato alla nuova politica agricola(...)

continua »

Altre notizie

youkata - sidebar id 34
^ Top