Corriere di Novara

Periodico Indipendente delle Province di Novara e V.C.O.

Corriere di Novara
Fondato nel 1877 / In edicola il lunedì, giovedì e sabato

Il giornale di Oggi

Sfoglia abbonati
giovedì, 27 luglio 2017
 
 
Articolo di: venerdì, 24 febbraio 2017, 7:25 m.

Orlandi: «Testa solo allo Spezia»

L’italo-spagnolo spinge il Novara: «Mi ha voluto veramente»

NOVARA - A 32 anni è sbarcato per la prima volta da calciatore in Italia. A dispetto delle sue origini “italianissime”, come tiene a sottolineare. 
Andrea Orlandi è nato a Barcellona, ma sente il cuore diviso a metà: «Sono nato in Spagna, ho vissuto sempre lì e mia moglie è spagnola - rivela - Ma i miei genitori sono italiani e mi hanno trasmesso l’italianità. E’ un orgoglio giocare qui».
Un’opportunità che si è concretizzata un po’ a sorpresa.
«Appena ho saputo di questa opzione ho accettato immediatamente. E’ stato tutto molto veloce. Il Novara mi ha voluto fortemente, l’ho preferito ad altre soluzioni e non sono affatto pentito».
A Latina un debutto coi fiocchi
«Dal primo giorno i miei compagni mi hanno fatto sentire subito a mio agio. Sono felice del mio esordio perchè è coinciso con la vittoria della squadra, che è la cosa più importante».
Come mai il calcio italiano si è accorto di Orlandi così tardi?
«Non c’è mai stata la possibilità. Ho giocato in Inghilterra per tanti anni e sarei voluto rimanere lì, ma non è stato possibile. Dopo la rescissione con l’Apoel ho colto al volo l’opportunità di venire a giocare in Italia. Come si dice non è mai troppo tardi. Ho 32 anni, ma ho voglia di continuare ancora per un po’».
Conoscevi già Novara?
«Sì, quando era stato in serie A e nel club c’era un direttore spagnolo. E avevo sentito parlare di Novarello».
A proposito di direttori, Teti ti seguiva da tempo...
«Non lo conoscevo, ma quando ho parlato con lui mi ha descritto perfettamente come calciatore. E da lì ho capito che era Novara la scelta giusta».
E poi c’è Macheda, vecchia conoscenza dal calcio inglese.
«Federico lo conoscono tutti ed è un ottimo calciatore. Inoltre è anche il mio compagno di stanza. Spero di aiutare a segnare tanti gol a lui e a Galabinov».
Ma dove può arrivare questo Novara?
«L’altro giorno abbiamo parlato col mister e ci siamo detti di pensare partita per partita. La serie B italiana mi ricorda la Championship, c’è molta fisicità ed è difficile vincere le partite contro avversari veramente duri. Ci stiamo allenando bene, con grande voglia. E soprattutto in casa dobbiamo cercare sempre la vittoria. Iniziamo, però, a pensare solo alla prossima partita contro lo Spezia».
A che punto è la tua condizione?
«Gli allenamenti sono duri e spero di essere al massimo prestissimo. Sono felice di questa nuova avventura».
E i tifosi azzurri già sognano un nuovo beniamino...
Paolo De Luca

Articolo di: venerdì, 24 febbraio 2017, 7:25 m.

Dal Territorio

Novara Calcio: dieci squilli per iniziare

Novara Calcio: dieci squilli per iniziare
GRANOZZO - Dieci squilli nella “prima” del nuovo Novara. Finisce 10-1 la riedizione della sfida con il San Mauro Torinese, ancora meglio dell’anno scorso quando gli uomini di Boscaglia vinsero per 7-0. Nonostante la stanchezza per i pesanti carichi di lavoro, gli azzurri hanno mostrato un buono spirito e tanta volontà, meritandosi gli applausi dei circa 600 tifosi(...)

continua »

Altre notizie

Centenarie novaresi in festa

Centenarie novaresi in festa
NOVARA - Sono due le donne novaresi che ieri hanno tagliato traguardi di vita importanti. Una è Annamaria Gregotti che ha festeggiato  i 104 anni. Nata a Nicorvo Lomellina (Pavia) in una famiglia di agricoltori, è vissuta qui fino a 18 anni, quando si è sposata con Piero Camussone (classe 1902, originario di Giovenzana). La coppia ha avuto due figli, Enrico e(...)

continua »

Altre notizie

Midsummer, grande jazz sul lago

Midsummer, grande jazz sul lago
Primo appuntamento oggi, martedì 18 luglio, nel parco di Villa La Palazzola, con Midsummer Jazz Concerts, dal 18 al 21 a Stresa, sabato 22 e domenica 23 luglio al Teatro “Il Maggiore" di Verbania. Ad aprire la rassegna jazz, giunta alla sesta edizione e inserita nel cartellone di Stresa Festival, sono il pianista spagnolo Chano Dominguez, Horacio Fumero al contrabbasso e David(...)

continua »

Altre notizie

Lunga Notte di Arona: massima sicurezza per accogliere 25mila persone

Lunga Notte di Arona: massima sicurezza per accogliere 25mila persone
ARONA - Massima sicurezza, ma senza censura al divertimento, per la Lunga Notte del weekend. A seguito dei recenti fatti di Torino sono aumentati i controlli in occasione di manifestazione con forte afflusso di persone. E la Lunga Notte non sarà da meno. «Già dall’anno scorso sono stati messi in atto protocolli di prevenzione in modo da far svolgere con(...)

continua »

Altre notizie

youkata - sidebar id 34
^ Top