Corriere di Novara

Periodico Indipendente delle Province di Novara e V.C.O.

Corriere di Novara
Fondato nel 1877 / In edicola il lunedì, giovedì e sabato

Il giornale di Oggi

Sfoglia abbonati
sabato, 21 ottobre 2017
 
 
Articolo di: mercoledì, 04 ottobre 2017, 11:41 m.

Nuova vita per l'area verde a Sant'Andrea grazie alla Fondazione De Agostini

Il progetto per celebrare i 10 anni di attività

NOVARA ­– E' stato sottoscritto ieri in Municipio l’accordo di partenariato tra il Comune di Novara e la Fondazione De Agostini per la riqualificazione dell’area verde comunale tra Via Redi e Via delle Rosette nel quartiere Sant’Andrea. Hanno partecipato all’evento il sindaco Alessandro Canelli, Simona Bezzi, assessore ai Lavori Pubblici e Verde Pubblico e Roberto Drago, presidente della Fondazione De Agostini.
Obiettivo del progetto, interamente sostenuto dalla Fondazione De Agostini, è la valorizzazione del quartiere Sant’Andrea attraverso la creazione di un’area verde attrezzata per l’aggregazione dei residenti della zona e dei cittadini in generale, con il coinvolgimento anche dei plessi scolastici presenti nel quartiere e ispirata a criteri di socializzazione e di accessibilità.


“La generosità della Fondazione De Agostini ci consentirà non il semplice recupero di un’area verde, ma il concreto input di un percorso di rivitalizzazione del quartiere - affermano Canelli e Bezzi, che esprimono gratitudine per il gesto di generosità della Fondazione De Agostini - Grazie al finanziamento di 305.000 euro, infatti, non andremo semplicemente a recuperare l’area verde tra via Redi e via delle Rosette nell’ambito di un progetto di riqualificazione condiviso: con questo intervento, infatti, sarà possibile rivitalizzare e restituire decoro all’intera zona, creando un punto di aggregazione del quale potranno beneficiare i bambini e i ragazzi che frequentano le scuole e la popolazione di un quartiere, giovane e anziana, che per anni ha avuto come unico punto di ritrovo il mercatino di piazza Vela. Si tratta pertanto di una grande opportunità, che sicuramente, insieme con le altre iniziative portate avanti dall’Amministrazione come la riqualificazione dell’area ex-Ferrovie Nord, l’asfaltatura di via delle Rosette e il recupero degli ex-bagni pubblici, migliorerà Sant’Andrea dal punto di vista estetico e urbanistico, ma anche sociale.
La Fondazione De Agostini, che nel progetto proposto ha tra l’altro manifestato attenzione e delicatezza anche nei confronti delle persone con disabilità, ha infatti saputo rispondere positivamente a un’esigenza concreta che rappresenta sicuramente un primo e importante passo per la complessiva riqualificazione di questa zona. Perché siamo convinti che la ripartenza della nostra città prenda il via proprio nel rilancio delle zone periferiche, alle quali prestiamo costante attenzione e per le quali abbiamo già in cantiere progetti per il futuro”.

Il presidente della Fondazione De Agostini Roberto Drago aggiunge: “Il sostegno che abbiamo deciso di offrire per la riqualificazione dell’area verde di Sant'Andrea assume per noi un significato particolare. Quest’anno, infatti, la Fondazione festeggia i dieci anni di attività e questo è il progetto che abbiamo scelto in occasione del decennale, sottolineando la particolare attenzione delle famiglie Boroli e Drago per la città di Novara. La nostra idea è quella di restituire alla comunità una parte delle risorse del Gruppo De Agostini, a favore delle necessità del territorio novarese al quale le nostre famiglie sono molto legate. Con questo progetto, assieme al Comune di Novara, vogliamo realizzare un nuovo spazio di socializzazione aperto a tutti, ispirato a criteri di accessibilità per le persone con disabilità, e pensato per gli anziani, i bambini e le loro mamme, i ragazzi e l’intera città. Siamo convinti che la valorizzazione del quartiere di Sant’Andrea, secondo un modello di sostenibilità ambientale, rappresenti un importante presupposto per lo sviluppo della città, il decoro e la sicurezza”.

Articolo di: mercoledì, 04 ottobre 2017, 11:41 m.

Dal Territorio

Igor Volley in festa al Teatro Coccia

Igor Volley in festa al Teatro Coccia
NOVARA - Il Teatro Coccia addobbato a festa, griffato in ogni angolo con il tricolore dello scudetto e gremito in ogni ordine di posto, è stato protagonista anche quest’anno dell’apertura ufficiale, ieri sera, della stagione agonistica della Igor Volley Novara, neo campione d’Italia, con la presentazione della squadra. Anche in questa occasione, Lorenzo Dallari, vice(...)

continua »

Altre notizie

Controlli della Polizia in città

Controlli della Polizia in città
NOVARA, Nell’ambito dell’attività di prevenzione e controllo del territorio effettuata durante la settimana, la Squadra Volanti della Questura ha fermato alcuni soggetti che sono risultati essere in posizione irregolare sul territorio nazionale. In particolare, nella serata di martedì, gli agenti sono intervenuti su segnalazione di una lite in corso tra(...)

continua »

Altre notizie

Dagli studenti il “Canto alla città”

Dagli studenti il “Canto alla città”
NOVARA - Il Faraggiana si apre ancora alla città e la rende protagonista. Questa sera, giovedì 19 ottobre alle 21, e replica domani alla stessa ora, sale il sipario sulla nuova sagione del teatro novarese, la seconda dopo la rinascita: in cartellone “Canto alla città 2.0 – Il verbo degli uccelli”. Sul palco Lucilla Giagnoni, attrice e autrice del(...)

continua »

Altre notizie

Corsi aperti a Borgomanero, la proposta: "Prima ora di sosta gratuita"

Corsi aperti a Borgomanero, la proposta: "Prima ora di sosta gratuita"
Borgomanero  - “Sembrava di essere in un giorno normale, quando lungo i quattro corsi e in piazza Martiri le auto circolano liberamente”: questo uno dei commenti a caldo raccolti tra i commercianti del centro cittadino venerdì pomeriggio, riaperto al traffico automobilistico nell’ambito di un progetto sperimentale che prevede per la durata di sei mesi, sino al 2(...)

continua »

Altre notizie

youkata - sidebar id 34
^ Top