Corriere di Novara

Periodico Indipendente delle Province di Novara e V.C.O.

Corriere di Novara
Fondato nel 1877 / In edicola il lunedì, giovedì e sabato

Il giornale di Oggi

Sfoglia abbonati
lunedì, 01 maggio 2017
 
 
Articolo di: lunedì, 03 ottobre 2016, 1:20 p.

Novara, clima da ultima spiaggia

La società non cambia, ma la panchina di Boscaglia non è più così salda

NOVARA - Per ora la società non cambia. Ma dopo l’ennesima sconfitta del Novara in trasferta a Benevento, la quarta su altrettante uscite, il clima è diventato da ultima spiaggia o poco (pochissimo…) ci manca. La sfida casalinga di sabato prossimo contro l’Ascoli, allenato da un altro ex recente come Alfredo Aglietti, potrebbe essere decisiva per scrivere il destino di Roberto Boscaglia sulla panchina azzurra.

Ma una domanda sorge spontanea: quanto potrebbe giovare un eventuale cambio di guida tecnica? Lo può sapere solamente chi lavora quotidianamente a Novarello. Il Novara, quest’estate, ha deciso di intraprendere un percorso differente e, se ci crede, lo deve difendere, come sta facendo, esponendosi agli strali di tutto l’ambiente esterno. Ma gli effetti, finora, sono sotto gli occhi di tutti: la squadra costruita in estate non ha ancora assorbito questo cambiamento e il tecnico non riesce ancora a darle l’impronta che vorrebbe. C’è da dire, comunque, che non è colpa di Boscaglia se sottoporta non la si butta dentro, anche perchè, lo abbiamo scritto a più riprese, questo vizio è strutturale: manca una prima punta. Non è la conseguenza di tutti i mali, ma una pecca evidente sul mercato: Galabinov è la pallida ombra dell’attaccante intravisto a sprazzi e il suo sostituto designato Bayde ha bisogno di tempo per crescere. Proprio questi ultimi due sabato pomeriggio non ci saranno e chissà che Boscaglia non riesca a trovare un’idea innovativa che possa trasformarsi nella soluzione del problema. Sicuramente, in questo momento, il risultato deve diventare una priorità a dispetto della ricerca del bel gioco.

Di certo, la svolta auspicata continua a non arrivare, anche perché la storia continua a ripetersi con lo stesso, identico spartito. Fa specie come la partita al “Ciro Vigorito” abbia ricalcato esattamente quella di sette giorni prima al “Picco” di La Spezia: inizio promettente, con opportunità puntualmente “mangiate”, gol beccato alla prima vera sortita in avanti degli avversari e reazione inconcludente nonostante l’assedio finale: quando l’avversario è schierato scema anche quella parvenza di pericolosità. Il tutto condito da un pizzico di malasorte nei momenti che contano, elemento che non può mancare mai quando le cose non vanno nel verso giusto.

Teti e Boscaglia continuano a predicare pazienza, sottolineando i progressi della squadra, ma dopo sette giornate la classifica inizia a farsi davvero preoccupante e questo andazzo, a lungo andare, rischia di trasformarsi in abitudine: il Novara ha totalizzato la miseria di 5 punti e, dopo il pareggio del Latina a Cesena, è ultimo assieme ai pontini, al Trapani e al Vicenza.

Paolo De Luca

Articolo di: lunedì, 03 ottobre 2016, 1:20 p.

Dal Territorio

Il Novara si perde e perde contro il Brescia

Il Novara si perde e perde contro il Brescia
'Abbiamo fatto fatica. Continuiamo a portarci dietro ls gara con il Perugia. Mentalmente c''è gente chenon si è ancora ripresa. Mi spiace molto. Mi aspettavo qualcosa di piu'.  Cosi a fine partita il presidente del Novara Massimo De Salvo commenta la brutta prova della squadra. Un Novara apparso per lunghi tratti della gara svagato e poco cattivo. Gli azzurti andati in(...)

continua »

Altre notizie

Lavoro: migliora ma ancora non basta

Lavoro: migliora ma ancora non basta
NOVARA - “Lavoro. Le nostre radici, il nostro futuro”. E’ questo il tema scelto dalle organizzazioni sindacali Cgil, Cisl e Uil per la manifestazione del 1° maggio, che quest’anno celebra il 70° anniversario. Questa mattina, come ogni anno, il corteo dei lavoratori - accompagnato dalla marching band “Bandragola” - prenderà il via da piazza(...)

continua »

Altre notizie

Gli appuntamenti a Novara e dintorni in questi giorni di festa

Gli appuntamenti a Novara e dintorni in questi giorni di festa
MOSTRE NOVARA Miserere mei Sino al 29 gennaio è visibile nel quadriportico del Duomo la mostra “Miserere mei. Immagini e visioni in terra gaudenziana”, iniziativa ideata e promossa dell’Ufficio dei Beni culturali della Diocesi di Novara con l’Atl, “Instagramersnovara”, in collaborazione con il Capitolo della Cattedrale novarese, Arcidiocesi(...)

continua »

Altre notizie

Trenino turistico ad Arona, nuovo gestore cercasi

Trenino turistico ad Arona, nuovo gestore cercasi
ARONA - Non suona più da oltre sei mesi la sua inconfondibile campanella. Per il momento il “trenino turistico” (nella foto di Emanuele Sandon), da cinque anni a servizio della città per portare turisti, villeggianti e aronesi dal centro alla Rocca e al colosso di San Carlo, si è dovuto fermare. Forse ancora per poco. Scade oggi, mercoledì 26 aprile,(...)

continua »

Altre notizie

youkata - sidebar id 34
^ Top