Corriere di Novara

Periodico Indipendente delle Province di Novara e V.C.O.

Corriere di Novara
Fondato nel 1877 / In edicola il lunedì, giovedì e sabato

Il giornale di Oggi

Sfoglia abbonati
lunedì, 19 febbraio 2018
 
 
Articolo di: lunedì, 26 settembre 2016, 11:13 m.

Motocross delle Nazioni, è tornata “la storia” a Maggiora

L’Italia, guidata da Tony Cairoli, chiude al quinto posto, il successo alla Francia

MAGGIORA - Era l’appuntamento più atteso, perché a Maggiora il Motocross delle Nazioni tornava dopo trent’anni dall’ultima edizione con Tony Cairoli di nuovo in pista. L’infortunio della passata stagione lo aveva infatti costretto ad alzare bandiera bianca. Una sfida ad alto coefficiente di difficoltà per la Nazionale azzurra, dove la Francia aveva tutti i favori del pronostico. Alla fine i transalpini non hanno tradito, conquistando uno storico successo. I nostri azzurri, capitanati da Tony Cairoli, hanno stretto i denti, ottenendo un prezioso quinto posto davanti ai 50 mila del Mottaccio del Balmone. L’aveva detto il siciliano: «La top five è l’obiettivo», la promessa è stata mantenuta. Non si è risparmiato il pilota di Patti, dopo un sabato pomeriggio che lo ha visto terminare in qualifica alle spalle di Febvre. La prestazione dell’alfiere KTM è stata confermata anche in gara, dove si è imposto nella categoria MXGP, grazie al doppio secondo posto. Gli azzurri hanno però sofferto nella classe MX2 ed Open, troppa la superiorità degli avversari per Davide Cervellin e Samuele Bernardini. Il podio è quindi sfumato per otto punti. Per quanto riguarda le posizioni di testa è stato un finale al cardiopalma. Gli Stati Uniti avevano in tasca la vittoria, ma la caduta dell’americano Cooper Weeb al penultimo giro ha lasciato strada aperta alla Francia, che con un super Romain Febvre ne ha approfittato per regalare ai transalpini il successo. Una doccia gelata invece per l’America, relegata sul gradino più basso del podio dall’Olanda. Quarto invece il Belgio. Archiviato l’appuntamento con il Nazioni, il prossimo weekend i motori saranno nuovamente protagonisti al Mottaccio del Balmone. Sabato e domenica andrà in scena il Red Bull MX Superchampions, che vedrà al via ben 400 piloti provenienti da ogni Regione. Riccardo GuglielmettiLeggi di più sul Corriere di Novara di lunedì 26 settembre 2016

Articolo di: lunedì, 26 settembre 2016, 11:13 m.

Dal Territorio

Volley la Igor conquista la Coppa Italia

Volley la Igor conquista la Coppa Italia
Grande Igor Volley a Bologna. Contro Conegliano conquista la Coppa Italia imponendosi per 3 a 1. Dopo la Supercoppa italiana arriva anche il secondo sigillo per le novaresi. Sul Corriere di Novara di lunedì 19 febbraio cronaca e commenti del trionfo azzurro.  Foto www.agilvolley.com 

continua »

Altre notizie

Lite a Cerano con accoltellamento: a processo uno per tentato omicidio, l’altro per lesioni

Lite a Cerano con accoltellamento: a processo uno per tentato omicidio, l’altro per lesioni
NOVARA, E’ stato aggiornato all’11 maggio, in Tribunale a Novara, un processo che vede al centro del dibattimento una lite che, a Cerano, nella tarda serata del 22 maggio 2015, si era conclusa con due feriti, uno più grave (che era finito in ospedale in Rianimazione) e uno più lieve. L’episodio era avvenuto in piazza Crespi. In quell’occasione due(...)

continua »

Altre notizie

Vercelli e Novara Sposi: 1ª edizione

Vercelli e Novara Sposi: 1ª edizione
Per il primo anno viene organizzata al quartiere fieristico di Vercelli a Caresanablot la 1ª edizione di Vercelli e Novara Sposi, l’evento rivolto alle coppie in procinto di sposarsi. Una manifestazione che si inserisce all’interno di un circuito di ben 24 fiere sul matrimonio che da fine settembre fino a metà febbraio 2018 porta il format in giro per il Nord Italia(...)

continua »

Altre notizie

Il territorio ribadisce il no a Shell

Il territorio ribadisce il no a Shell
«In questa fase solo “ascolto” del terreno, nessuna attività perforativa sul territorio; un contributo importante alla ricerca scientifica (possibili collaborazioni con Università); impatto ambientale pressoché nullo grazie a tecnologie all’avanguardia. E ancora: non più di 3-4 mesi, una volta ottenute le necessarie autorizzazioni per(...)

continua »

Altre notizie

^ Top