Corriere di Novara

Periodico Indipendente delle Province di Novara e V.C.O.

Corriere di Novara
Fondato nel 1877 / In edicola il lunedì, giovedì e sabato

Il giornale di Oggi

Sfoglia abbonati
sabato, 24 giugno 2017
 
 
Articolo di: giovedì, 06 ottobre 2016, 1:51 p.

Mondiali di pattinaggio: Silvia Stibilj e Daniel Morandin campioni del mondo

Presentato il libro

NOVARA – Silvia Stibilj conquista l’oro nella Solo Dance femminile e si riconferma Campionessa del Mondo. L’argento va alla colombiana Viviana Osorio, terzo posto per l’Argentina con Cecilia Liendo. Nel maschile Daniel Morandin vince l’oro davanti al portoghese Ricardo Pinto, Campione del Mondo uscente e al connazionale Alessandro Spigai, medaglia di bronzo. L’atleta triestina, che arrivava da favorita a questo Mondiale in casa, non ha tradito le attese e ha vinto per la seconda volta consecutiva il titolo iridato con una coreografia ispirata ad Anna Karenina. La gara maschile è stata invece una sfida all’ultimo sangue tra Italia e Portogallo con l’azzurro Daniel Morandin che è riuscito a strappare l’oro a Ricardo Pinto, a sua volta passato davanti all’altro atleta italiano, Alessandro Spigai. L’Italia consolida così sempre di più la sua posizione in testa al medagliere - che ora conta 7 ori, 7 argenti e 4 bronzi – staccando ulteriormente gli Usa, ancora fermi a 3 ori. Il programma di oggi sarà interamente dedicato alla gara delle coppie e al programma lungo nel Libero Senior maschile e femminile.

Ieri oltre alle gare al PalaIgor si è svolta la presentazione di “Con le rotelle quasi a posto”, il libro che la pluricampionessa di pattinaggio, Silvia Marangoni ha scritto a quattro mani con la giornalista Salima Barzanti per raccontare la sua carriera e far conoscere il mondo del pattinaggio a un pubblico sempre più ampio. Il libro, che contiene una prefazione scritta dalla campionessa Olimpica Federica Pellegrini, racconta in 29 episodi la carriera di Silvia – 11 volte campionessa del Mondo e 12 volte campionessa Europea – tra i momenti di gioia e di vittoria e quelli di sconforto e dolore, in particolare in seguito al brutto infortunio subito nel 2013, poco prima dei Mondiali di Reus ai quali è riuscita a partecipare comunque, arrivando seconda. “Ho scritto questo libro perché volevo raccontare la storia di una ragazzina di periferia che sogna di vincere il Mondiale e arrivare sul tetto del mondo – dichiara Silvia Marangoni – e anche perché vorrei far conoscere il pattinaggio a tante persone e soprattutto ai giovani, ma soprattutto i valori che questo sport insegna e che tornano utili anche nella vita, un percorso nel quale si può anche cadere ma ci si deve sempre rialzare e nel quale i risultati si ottengono soltanto con la fatica, la dedizione e il sacrificio ma anche con l’aiuto a il supporto della squadra composta da allenatore, federazione, nazionale”.
La presentazione è stata occasione per affrontare anche il tema del pattinaggio in linea, la disciplina in cui Silvia ha vinto i titoli mondiali ed europei e che sta prendendo sempre più piede, anche nel nostro Paese.
“Se avessimo avuto Silvia negli anni 90 quando è esplosa la moda del pattino in linea probabilmente avremmo potuto assistere a una affermazione più precoce di questa specialità – dichiara Sabatino Aracu, presidente della Firs – ora dobbiamo sostenere anche il pattinaggio inline perché tanti giovani si stanno avvicinando al nostro mondo e credo sia necessario offrire loro una scelta ampia”.
Alla conferenza ha preso parte anche l’assessore allo Sport del Comune di Novara, Federico Perugini che ha voluto dare il suo benvenuto alla campionessa. “Ringrazio Silvia perché è un modello per i giovani e i modelli vanno sempre seguiti – ha dichiarato Perugini – l’insegnamento che si trae dalla sua carriera e dal suo racconto è che da soli si fa prima ma insieme, con una squadra accanto, si va più lontano e questo è un grande valore come lo è il rimboccarsi le maniche per raggiungere degli obiettivi”.
Il libro, edito da Edizioni Becco Giallo, è disponibile in tutte le librerie. Una parte del ricavato delle vendite verrà devoluto alla Fondazione Onlus “Oltre il labirinto” che si occupa di autismo.

 

Articolo di: giovedì, 06 ottobre 2016, 1:51 p.

Dal Territorio

Ciclismo: Elisa Longo Borghini sul tetto d'Italia

Ciclismo: Elisa Longo Borghini sul tetto d'Italia
Elisa Longo Borghini cala il tris! La 25enne di Ornavasso ha conquistato ieri a Caluso il suo terzo titolo italiano a cronometro, il secondo consecutivo nella gara elite donne di ciclismo. Dopo la vittoria ottenuta la scorsa stagione a Romanengo, l’atleta tesserata per la Wiggle High5, in gara con il gruppo sportivo militare delle Fiamme Oro, partendo da Volpiano ha coperto i 19 km(...)

continua »

Altre notizie

Fermato alla guida della sua auto, non vuole sottoporsi al drug-test e inveisce contro gli agenti: denunciato

 Fermato alla guida della sua auto, non vuole sottoporsi al drug-test e inveisce contro gli agenti: denunciato
PARUZZARO, Giovedì 22 giugno, nel territorio di Paruzzaro, nel Novarese, gli agenti della Polizia stradale di Romagnano Sesia hanno proceduto a controllare una Ford Fiesta, alla cui guida c’era un 30enne di Premosello Chiovenda, M.P. le iniziali. Gli agenti l’hanno voluto fermare perché l’hanno visto compiere una manovra sembrata un po’ anomala.(...)

continua »

Altre notizie

Week end ricco di eventi a Novara

Week end ricco di eventi a Novara
NOVARA – Weekend ricco di eventi a Novara. Alle 10 di domani, sabato 13 maggio, è in programma l’inaugurazione della Fiera Campionaria che rimarrà allestita in viale Kennedy fino al 21 maggio. Tante e interessanti come sempre le realtà presenti: ci sarà anche il Corriere di Novara con un suo stand e tanti eventi e incontri. Sempre domani il Lions(...)

continua »

Altre notizie

Laghi: quattro vele per l’alto Verbano e Orta

Laghi: quattro vele per l’alto Verbano e Orta
Novità per la “Guida blu”, che certifica il meglio dei mari e dei laghi italiani,  realizzata da Legambiente e Touring Club italiano. Quest’anno le località marine e lacustri sono state raggruppate in comprensori turistici, e non assegnando le tradizionali vele ai singoli comuni, perché «chi va in vacanza non si ferma al confine(...)

continua »

Altre notizie

youkata - sidebar id 34
^ Top