Corriere di Novara

Periodico Indipendente delle Province di Novara e V.C.O.

Corriere di Novara
Fondato nel 1877 / In edicola il lunedì, giovedì e sabato

Il giornale di Oggi

Sfoglia abbonati
lunedì, 20 febbraio 2017
 
 
Articolo di: mercoledì, 12 ottobre 2016, 9:12 p.

Minaccia l’amico: “O mi procuri dei soldi e mi compri con questi quel che voglio o ti ammazzo”

In manette per estorsione 23enne di Torino

NOVARA, Costringe un amico a procurargli dei soldi, minacciandolo. Gli dice infatti che, se non l’avesse fatto e se non avesse comprato con quei soldi quello che lui chiedeva, avrebbe fatto del male a lui e ai suoi famigliari. L’episodio è successo a Novara negli scorsi giorni e ha portato la Polizia ad arrestare in flagranza di reato C.M., accusato di estorsione.La vittima, poco più che maggiorenne, sotto minaccia grave, è stato costretto a compiere numerosi acquisti in diversi negozi del centro cittadino, nonché nell’area del centro commerciale San Martino, dove è poi avvenuto l’arresto. Qui, infatti, erano in corso controlli della Polizia, potenziati anche in zone commerciali. E’ intervenuta la Volante, grazie alla segnalazione su linea 113 in merito alla presenza di un giovane che stava acquistando gioielli per un importo di svariate migliaia di euro, perché obbligato da un amico lì presente.Immediato l’intervento degli agenti, che hanno bloccato il giovane che ‘accompagnava’ la vittima. Si tratta di un 23enne nato e residente a Torino, con precedenti di polizia per reati contro il patrimonio, che è stato condotto in Questura per gli accertamenti di rito. Da quanto appurato dai poliziotti, la vittima, ventenne novarese, veniva costretto, mediante minaccia dell’arrestato, a fare diversi acquisti di notevole importo presso alcuni negozi di telefonia della città e poi in una gioielleria del centro commerciale, il tutto utilizzando la carta di credito del nonno della vittima, presso la cui abitazione erano ospiti da qualche giorno sia l’arrestato sia la vittima. Quest’ultima, in particolare, ha raccontato che l’amico l’aveva minacciato di fare del male non solo a lui, ma anche ai propri familiari, che avrebbe fatto “ammazzare” qualora non gli avesse procurato dei soldi e non avesse acquistato quanto da lui richiesto, obbligandolo così a eseguire i suoi ordini. Mentre era all’interno del negozio, la giovane vittima è riuscita a sottrarsi per qualche istante al controllo dell’accompagnatore che lo minacciava, così da chiedere aiuto al personale di sorveglianza, che ha allertato il 113. Il 23enne si trova ora in carcere a disposizione dell’autorità giudiziaria.mo.c.

Articolo di: mercoledì, 12 ottobre 2016, 9:12 p.

Dal Territorio

Autofficina abusiva sequestrata dalla Polstrada

Autofficina abusiva sequestrata dalla Polstrada
BRIONA, La Polizia stradale di Borgomanero ha scoperto un’autofficina abusiva sul territorio di Briona, nel Novarese. L’attività non aveva alcun tipo di iscrizione alla Camera di Commercio, né nessuna autorizzazione. Così gli agenti della Polstrada hanno proceduto al sequestro dell’autofficina e del materiale qui contenuto, comminando anche una(...)

continua »

Altre notizie

Il Novara Calcio ha trovato l’equilibrio

Il Novara Calcio ha trovato l’equilibrio
NOVARA - E adesso non parlate di play off. Anche se la classifica del Novara, ad oggi, direbbe il contrario, con tre punti di distanza da quel fatidico ottavo posto, attualmente occupato dall’Entella, e ben sei lunghezze di vantaggio sulla zona rischio. C’è ancora tanta strada da pedalare, come si dice in gergo ciclistico, e per gli uomini di Boscaglia(...)

continua »

Altre notizie

Gli appuntamenti a Novara e dintorni in questi giorni di festa

Gli appuntamenti a Novara e dintorni in questi giorni di festa
MOSTRE NOVARA Miserere mei Sino al 29 gennaio è visibile nel quadriportico del Duomo la mostra “Miserere mei. Immagini e visioni in terra gaudenziana”, iniziativa ideata e promossa dell’Ufficio dei Beni culturali della Diocesi di Novara con l’Atl, “Instagramersnovara”, in collaborazione con il Capitolo della Cattedrale novarese, Arcidiocesi(...)

continua »

Altre notizie

Anche Shell cerca petrolio nel Novarese

Anche Shell cerca petrolio nel Novarese
Oltre 400 chilometri quadrati di terreno tra Piemonte e Lombardia, nelle province di Novara, Vercelli, Varese e Biella. Da Castelletto Ticino a Borgomanero, sino a Gattinara e Sizzano: è su questa larga porzione di Nord Italia - denominata nel suo complesso “Cascina Alberto” - che il colosso petrolifero Shell eserciterà nel prossimo futuro il permesso di ricerca di(...)

continua »

Altre notizie

youkata - sidebar id 34
^ Top