Corriere di Novara

Periodico Indipendente delle Province di Novara e V.C.O.

Corriere di Novara
Fondato nel 1877 / In edicola il lunedì, giovedì e sabato

Il giornale di Oggi

Sfoglia abbonati
martedì, 24 ottobre 2017
 
 
Articolo di: giovedì, 14 luglio 2016, 2:52 p.

Meno bimbi al Nido, “tagliate” due educatrici

A Ghemme mamme sul piede di guerra

GHEMME - Tempi di crisi, che a Ghemme batte duro. E ad andarci di mezzo sono i piccoli dell’asilo nido comunale, dove un gruppo di genitori accende la protesta. Oggetto del contendere: la riduzione del personale, con il taglio di due educatrici.

«Abbiamo già avuto un incontro con l’amministrazione comunale – spiegano due mamme, Barbara Fontana e Alessia Tara – cercando di capire quali fossero le loro ragioni e cosa potessimo fare noi per non perdere il gruppo di lavoro che fino ad oggi ha reso possibile l’attività del nido». A fine luglio due educatrici finiranno il loro servizio: questo perchè «ad oggi – continuano le mamme – gli iscritti sono 15 e quindi, stando a quanto dice la legge, ne basterebbero due. In questo modo le attività che i bambini svolgeranno verranno a diminuire, perché non ci saranno più i tempi per poterle fare o addirittura annullate».

Per questo Tara e Fontana lanciano, oltre alla protesta, anche un appello: «Il nostro invito è rivolto ai genitori che nei prossimi mesi vorrebbero iscrivere i loro bambini, di anticipare la domanda di iscrizione a questi giorni, perché così facendo sarà possibile avere una visuale completa di quanti bambini ci saranno e magari riuscire ad evitare di perdere un gruppo di lavoro così professionale».

Portano anche la loro testimonianza le mamme: «A coloro che non conoscono la realtà del nido – spiegano ancora – possiamo dire che è un’esperienza positiva sia per i bambini ma anche per i genitori: è un percorso che permette di crescere, che fa scoprire ai bambini le loro attitudini, i loro limiti e a superarli; non è un semplice “parcheggio”. Il nostro grido di aiuto è rivolto anche alle associazioni, alle aziende e ai privati che pensano che questa sia una giusta causa e hanno voglia di sostenerci come qualcuno ha già fatto. Anticipate le iscrizioni: le mamme vi ringraziano».

Ma non è l’unica possibile novità per il nido “Rosetta Rossi”: da settembre le rette d’iscrizione alla struttura aumenteranno. Tra i cittadini la situazione genera insicurezza: molti genitori hanno già sollevato il dubbio sulla continuità nella qualità del servizio offerto; tant’è che alcuni hanno già annunciato che porteranno i propri figli nelle strutture limitrofe. Il rischio, dunque, è che il taglio generi un “effetto domino” e che, in mancanza dei numeri, il prezioso luogo per la crescita dei più piccoli chiuda le sue porte. «Non abbiamo altra scelta – spiega il sindaco, Davide Temporelli – perché se il numero dei bambini diminuisce, anche quello degli educatori segue a ruota. L’unico modo per poter assicurare la loro presenza è quella di avere più iscritti. Anche noi siamo consci delle difficoltà dei genitori, ma altre soluzioni non ce ne sono». Temporelli spiega inoltre che «siamo un Comune al dissesto: non possiamo permetterci di spendere un euro in più; la situazione è davvero critica». Lunedì 25 luglio alle 18 i genitori incontreranno il Comune, la Cooperativa che gestisce il personale e le educatrici.

Paolo Usellini

Articolo di: giovedì, 14 luglio 2016, 2:52 p.

Dal Territorio

Corsi aperti a Borgomanero, la proposta: "Prima ora di sosta gratuita"

Corsi aperti a Borgomanero, la proposta: "Prima ora di sosta gratuita"
Borgomanero  - “Sembrava di essere in un giorno normale, quando lungo i quattro corsi e in piazza Martiri le auto circolano liberamente”: questo uno dei commenti a caldo raccolti tra i commercianti del centro cittadino venerdì pomeriggio, riaperto al traffico automobilistico nell’ambito di un progetto sperimentale che prevede per la durata di sei mesi, sino al 2(...)

continua »

Altre notizie

Calcio, è riesplosa la “Novara mania”

Calcio, è riesplosa la “Novara mania”
NOVARA - Riesplode la “Novara mania”. La terza vittoria consecutiva, che ha portato gli azzurri a violare per la prima volta nella loro storia l’ancora imbattuto “Barbera” di Palermo, ha ridato ulteriore entusiasmo all’intero ambiente. A maggior ragione perché arrivata in condizioni ancora difficili, soprattutto nel reparto avanzato. Ma almeno fino a(...)

continua »

Altre notizie

Infastidiva i passanti con un pezzo di vetro: fermato dalla Polizia

Infastidiva i passanti con un pezzo di vetro: fermato dalla Polizia
NOVARA, Momenti concitati in via Perazzi, all’altezza del Soms, oggi pomeriggio lunedì 23 ottobre, a Novara. Tutto è successo poco prima delle 17. Stando a quanto raccolto sinora un soggetto stava infastidendo in maniera pesante la gente che transitava nella zona. Dalle prime informazioni risulta che avesse in mano un pezzo di vetro, probabilmente il coccio di(...)

continua »

Altre notizie

Dagli studenti il “Canto alla città”

Dagli studenti il “Canto alla città”
NOVARA - Il Faraggiana si apre ancora alla città e la rende protagonista. Questa sera, giovedì 19 ottobre alle 21, e replica domani alla stessa ora, sale il sipario sulla nuova sagione del teatro novarese, la seconda dopo la rinascita: in cartellone “Canto alla città 2.0 – Il verbo degli uccelli”. Sul palco Lucilla Giagnoni, attrice e autrice del(...)

continua »

Altre notizie

youkata - sidebar id 34
^ Top