Corriere di Novara

Periodico Indipendente delle Province di Novara e V.C.O.

Corriere di Novara
Fondato nel 1877 / In edicola il lunedì, giovedì e sabato

Il giornale di Oggi

Sfoglia abbonati
lunedì, 19 febbraio 2018
 
 
Articolo di: giovedì, 14 luglio 2016, 2:52 p.

Meno bimbi al Nido, “tagliate” due educatrici

A Ghemme mamme sul piede di guerra

GHEMME - Tempi di crisi, che a Ghemme batte duro. E ad andarci di mezzo sono i piccoli dell’asilo nido comunale, dove un gruppo di genitori accende la protesta. Oggetto del contendere: la riduzione del personale, con il taglio di due educatrici.

«Abbiamo già avuto un incontro con l’amministrazione comunale – spiegano due mamme, Barbara Fontana e Alessia Tara – cercando di capire quali fossero le loro ragioni e cosa potessimo fare noi per non perdere il gruppo di lavoro che fino ad oggi ha reso possibile l’attività del nido». A fine luglio due educatrici finiranno il loro servizio: questo perchè «ad oggi – continuano le mamme – gli iscritti sono 15 e quindi, stando a quanto dice la legge, ne basterebbero due. In questo modo le attività che i bambini svolgeranno verranno a diminuire, perché non ci saranno più i tempi per poterle fare o addirittura annullate».

Per questo Tara e Fontana lanciano, oltre alla protesta, anche un appello: «Il nostro invito è rivolto ai genitori che nei prossimi mesi vorrebbero iscrivere i loro bambini, di anticipare la domanda di iscrizione a questi giorni, perché così facendo sarà possibile avere una visuale completa di quanti bambini ci saranno e magari riuscire ad evitare di perdere un gruppo di lavoro così professionale».

Portano anche la loro testimonianza le mamme: «A coloro che non conoscono la realtà del nido – spiegano ancora – possiamo dire che è un’esperienza positiva sia per i bambini ma anche per i genitori: è un percorso che permette di crescere, che fa scoprire ai bambini le loro attitudini, i loro limiti e a superarli; non è un semplice “parcheggio”. Il nostro grido di aiuto è rivolto anche alle associazioni, alle aziende e ai privati che pensano che questa sia una giusta causa e hanno voglia di sostenerci come qualcuno ha già fatto. Anticipate le iscrizioni: le mamme vi ringraziano».

Ma non è l’unica possibile novità per il nido “Rosetta Rossi”: da settembre le rette d’iscrizione alla struttura aumenteranno. Tra i cittadini la situazione genera insicurezza: molti genitori hanno già sollevato il dubbio sulla continuità nella qualità del servizio offerto; tant’è che alcuni hanno già annunciato che porteranno i propri figli nelle strutture limitrofe. Il rischio, dunque, è che il taglio generi un “effetto domino” e che, in mancanza dei numeri, il prezioso luogo per la crescita dei più piccoli chiuda le sue porte. «Non abbiamo altra scelta – spiega il sindaco, Davide Temporelli – perché se il numero dei bambini diminuisce, anche quello degli educatori segue a ruota. L’unico modo per poter assicurare la loro presenza è quella di avere più iscritti. Anche noi siamo consci delle difficoltà dei genitori, ma altre soluzioni non ce ne sono». Temporelli spiega inoltre che «siamo un Comune al dissesto: non possiamo permetterci di spendere un euro in più; la situazione è davvero critica». Lunedì 25 luglio alle 18 i genitori incontreranno il Comune, la Cooperativa che gestisce il personale e le educatrici.

Paolo Usellini

Articolo di: giovedì, 14 luglio 2016, 2:52 p.

Dal Territorio

Il territorio ribadisce il no a Shell

Il territorio ribadisce il no a Shell
«In questa fase solo “ascolto” del terreno, nessuna attività perforativa sul territorio; un contributo importante alla ricerca scientifica (possibili collaborazioni con Università); impatto ambientale pressoché nullo grazie a tecnologie all’avanguardia. E ancora: non più di 3-4 mesi, una volta ottenute le necessarie autorizzazioni per(...)

continua »

Altre notizie

Volley la Igor conquista la Coppa Italia

Volley la Igor conquista la Coppa Italia
Grande Igor Volley a Bologna. Contro Conegliano conquista la Coppa Italia imponendosi per 3 a 1. Dopo la Supercoppa italiana arriva anche il secondo sigillo per le novaresi. Sul Corriere di Novara di lunedì 19 febbraio cronaca e commenti del trionfo azzurro.  Foto www.agilvolley.com 

continua »

Altre notizie

Lite a Cerano con accoltellamento: a processo uno per tentato omicidio, l’altro per lesioni

Lite a Cerano con accoltellamento: a processo uno per tentato omicidio, l’altro per lesioni
NOVARA, E’ stato aggiornato all’11 maggio, in Tribunale a Novara, un processo che vede al centro del dibattimento una lite che, a Cerano, nella tarda serata del 22 maggio 2015, si era conclusa con due feriti, uno più grave (che era finito in ospedale in Rianimazione) e uno più lieve. L’episodio era avvenuto in piazza Crespi. In quell’occasione due(...)

continua »

Altre notizie

Vercelli e Novara Sposi: 1ª edizione

Vercelli e Novara Sposi: 1ª edizione
Per il primo anno viene organizzata al quartiere fieristico di Vercelli a Caresanablot la 1ª edizione di Vercelli e Novara Sposi, l’evento rivolto alle coppie in procinto di sposarsi. Una manifestazione che si inserisce all’interno di un circuito di ben 24 fiere sul matrimonio che da fine settembre fino a metà febbraio 2018 porta il format in giro per il Nord Italia(...)

continua »

Altre notizie

^ Top