Corriere di Novara

Periodico Indipendente delle Province di Novara e V.C.O.

Corriere di Novara
Fondato nel 1877 / In edicola il lunedì, giovedì e sabato

Il giornale di Oggi

Sfoglia abbonati
venerdì, 24 marzo 2017
 
 
Articolo di: domenica, 14 agosto 2016, 1:40 p.

Liberazione e Speranza senza fondi: intervengono la senatrice Ferrara e il consigliere regionale Rossi

Ferrara: “Il ministro Boschi ha assicurato che nessuna persona resterà senza assistenza”

NOVARA, Sulla vicenda che sta coinvolgendo le associazioni e i gruppi attivi in Piemonte contro la tratta, a partire da Liberazione e Speranza onlus, realtà novarese attiva sulla tematica dal 2001 e che ha esteso il suo ambito di intervento anche nel Vco e nel Vercellese, intervengono la senatrice del Pd Elena Ferrara e il consigliere regionale, sempre del Pd, Domenico Rossi. La questione è legata al fatto che il Dipartimento per le Pari Opportunità della Presidenza del Consiglio ha escluso la Regione Piemonte dal finanziamento del progetto “Piemonte in rete contro la tratta” finalizzato alla realizzazione di specifici programmi di protezione sociale a favore delle vittime nel periodo dal primo ottobre 2016 al 31 dicembre 2017. Motivo dell’esclusione, come riferito da Andrea Lebra, presidente di Liberazione e Speranza, in un nostro articolo, “gravi inadempienze addebitabili al personale della Regione Piemonte nella compilazione del modulo predisposto dall’autorità amministrativa centrale competente, e carenze macroscopiche in fatto di esplicitazione dei contenuti del progetto”.Ferrara si è confrontata con il Ministro Boschi. Quest’ultima ha assicurato alla senatrice novarese che nessuna persona resterà senza assistenza, come previsto dal bando. Analogamente ha confermato il massimo impegno del Governo sul piano contro la violenza di genere e sui centri antiviolenza. “Siamo di fronte a un fenomeno – spiega Ferrara - su cui è necessario tenere la guardia alta, soprattutto in un periodo di forte migrazione. Le associazioni che quotidianamente lavorano per assistere e liberare dallo sfruttamento migliaia di persone vanno sostenute e messe nelle migliori condizioni di operare”. Rossi: “Seguirò con estrema attenzione l’evolversi di questa spiacevole situazione. Il problema c'è e ne ho parlato con l'assessore Monica Cerutti che mi ha garantito massima disponibilità nella ricerca di una soluzione. E' ben chiaro a tutti che la rete piemontese delle associazioni anti-tratta e Liberazione e Speranza, nello specifico a Novara, sono un bene inestimabile per la collettività. Vanno messi nella condizione di poter continuare a operare nel migliore dei modi”.Monica Curino

Articolo di: domenica, 14 agosto 2016, 1:40 p.

Dal Territorio

«Manteniamo i piedi per terra»

«Manteniamo i piedi per terra»
Nella bolgia del “San Nicola”. Ferma la serie A, per l’impegno della nazionale italiana contro l’Albania, il piatto forte del fine settimana calcistico sarà certamente la sfida tra Bari e Novara, non a caso fissata come posticipo domenicale delle ore 20.30. Big match Spal-Frosinone a parte, sicuramente quello tra “galletti”(...)

continua »

Altre notizie

Ladri in un bar a Cameri

 Ladri in un bar a Cameri
CAMERI, Ladri in azione nella notte tra martedì e mercoledì in un bar di Cameri, nel Novarese. A essere stato preso di mira dai malviventi, il ‘Caffè del vapore’ lungo via Sempione. I ladri, dopo essere riusciti a entrare nel locale forzando un ingresso, hanno svuotato le macchinette con i videogiochi e le macchinette cambiamonete.A indagare(...)

continua »

Altre notizie

Gli appuntamenti a Novara e dintorni in questi giorni di festa

Gli appuntamenti a Novara e dintorni in questi giorni di festa
MOSTRE NOVARA Miserere mei Sino al 29 gennaio è visibile nel quadriportico del Duomo la mostra “Miserere mei. Immagini e visioni in terra gaudenziana”, iniziativa ideata e promossa dell’Ufficio dei Beni culturali della Diocesi di Novara con l’Atl, “Instagramersnovara”, in collaborazione con il Capitolo della Cattedrale novarese, Arcidiocesi(...)

continua »

Altre notizie

L’Università del Piemonte Orientale "Open" per un giorno

L’Università del Piemonte Orientale "Open" per un giorno
Sabato 1° aprile tutte le sedi dell’Università del Piemonte orientale saranno aperte, dalle ore 10 alle ore 13 e dalle ore 15 alle ore 18, per l’evento di orientamento "Open". Gli studenti delle scuole superiori e le loro famiglie potranno incontrare studenti dell’Ateneo, professori e personale tecnico-amministrativo e partecipare a presentazioni e visite guidate(...)

continua »

Altre notizie

youkata - sidebar id 34
^ Top