Corriere di Novara

Periodico Indipendente delle Province di Novara e V.C.O.

Corriere di Novara
Fondato nel 1877 / In edicola il lunedì, giovedì e sabato

Il giornale di Oggi

Sfoglia abbonati
martedì, 28 marzo 2017
 
 
Articolo di: sabato, 11 marzo 2017, 9:41 m.

Legge aborto: quando Novara diventa un caso

Due proposte in Regione

In Consiglio regionale, martedì scorso, sono stati presentati da Pd e Sel due documenti «per garantire l’attuazione della legge 194». Si è parlato anche di consultori e interruzioni di gravidanza. Proprio il Piemonte, e nel caso specifico Novara, condivide con Puglia e Sicilia un’anomalia territoriale: l’attività dei medici non obiettori è superiore rispetto alla media. Partendo da questa premessa, e alla luce delle polemiche scattato nei giorni scorsi in Lazio, dopo il concorso bandito dall’ospedale S. Camillo, sono stati predisposti due provvedimenti che a breve arriveranno in aula regionale: comune la volontà di potenziare i consultori, progressivamente impoveriti dalla mancanza di specialisti, e di rendere l’attività territoriale la più omogenea possibile. Infine, garantire la giusta proporzione tra medici obiettori, permettendo a tutte le donne una scelta libera e consapevole. Tra i firmatari anche il consigliere regionale novarese, Domenico Rossi: «Ho firmato sia la proposta di deliberazione a prima firma Marco Grimaldi
(Sel) sia la mozione a prima firma Nadia Conticelli (Pd) perché credo sia giusto garantire quanto previsto dalla legge e per evitare che si creino casi limite, come quello dell’Azienda Ospedaliera Universitaria di Novara, dove la situazione è certamente anomala e non in equilibrio. Credo - ha concluso - che vada affrontata anche con bandi riservati a specialisti non obiettori così come prevedono sia la mozione sia la proposta di deliberazione».

La proposta di delibera presentata da Marco Grimaldi, capogruppo di Sel, prevede la possibilità, per le Asl e le Aso che hanno una concentrazione di obiettori di coscienza superiore al 50% la possibilità di bandire concorsi riservati a medici specialisti che non abbiamo prestato obiezione di coscienza. In Piemonte, stando al dato fornito da Grimaldi, gli obiettori sono il 67,4%. Per riequilibrare sul territorio regionale il rapporto fra personale obiettore e non obiettore, le aziende possono ricorrere anche alle procedure di mobilità del personale. Previsto, inoltre, un percorso specifico nei consultori per le donne che intendono scegliere l’interruzione volontaria di gravidanza e campagne informative precisando quali attività sono comunque dovute dal personale sanitario (inserito nei consultori) che ha optato per l’obiezione di coscienza.
La mozione del Pd, primi firmatari i consiglieri Nadia Conticelli e Domenico Ra- vetti, parte dalle stesse premesse ed è sostanzialmente simile, ad eccezione di un punto: nel senso che non si fa riferimento alla percentuale del 50% ma l’equilibrio nei consultori e negli ospedali tra medici obiettori e non ha come criterio i rispettivi carichi di lavoro.

Sandro Devecchi

Articolo di: sabato, 11 marzo 2017, 9:41 m.

Dal Territorio

La Igor Volley butta via il secondo posto

La Igor Volley butta via il secondo posto
BUSTO ARSIZIO - L’Igor esce sconfitta per 3-1 senza giustificazioni dal PalaYamamay nell’ultimo turno di regular season, battuta nella serata in cui una vittoria sarebbe servita, visto il contemporaneo stop di Casalmaggiore a Montichiari, per passare sul filo di lana al secondo posto in classifica. Una squadra azzurra arruffona, frenetica e confusionaria come avevamo(...)

continua »

Altre notizie

Gli appuntamenti a Novara e dintorni in questi giorni di festa

Gli appuntamenti a Novara e dintorni in questi giorni di festa
MOSTRE NOVARA Miserere mei Sino al 29 gennaio è visibile nel quadriportico del Duomo la mostra “Miserere mei. Immagini e visioni in terra gaudenziana”, iniziativa ideata e promossa dell’Ufficio dei Beni culturali della Diocesi di Novara con l’Atl, “Instagramersnovara”, in collaborazione con il Capitolo della Cattedrale novarese, Arcidiocesi(...)

continua »

Altre notizie

Successo di visitatori per le Giornate di Primavera del Fai

Successo di visitatori per le Giornate di Primavera del Fai
NOVARA - Ci mettono passione ed entusiasmo. E anche professionalità. Sono il valore aggiunto delle Giornate di Primavera: gli Apprendisti Ciceroni. Studenti di ogni ordine e grado che hanno accompagnato in visita per la due giorni di arte e cultura proposta sul territorio della delegazione Fai di Novara. Sabato 25 e domenica 26 marzo apertura di 29 beni tra la città (cinque nel(...)

continua »

Altre notizie

youkata - sidebar id 34
^ Top