Corriere di Novara

Periodico Indipendente delle Province di Novara e V.C.O.

Corriere di Novara
Fondato nel 1877 / In edicola il lunedì, giovedì e sabato

Il giornale di Oggi

Sfoglia abbonati
lunedì, 19 febbraio 2018
 
 
Articolo di: giovedì, 21 settembre 2017, 5:43 p.

Legambiente: «Pedonalizzare Piazza Martiri? Ben venga!»

Sabato torna l'iniziativa "Puliamo il mondo"

NOVARA - «Ben venga la pedonalizzazione di piazza Martiri, se organizzata e gestita bene anche i commercianti potranno avere ricadute positive sulle loro attività». E’ l’opinione di Marzia De Marchi, presidente del Circolo Legambiente di Novara: «Non si tratta di un’idea nuova, ma rendere pedonale  Piazza Martiri secondo me sarebbe importantissimo - insiste De Marchi -  Esistono in Italia città con ampie aree del centro storico chiusi al traffico, penso a Parma o Ferrara,  in cui sono presenti dei bei negozi che in tal modo sono anche stati valorizzati. Ricordo quando, diversi anni fa, a Novara fu chiuso al traffico Corso Cavour. All’inizio ci fu un’insurrezione, sembrava dovessero chiudere tutti i negozi dall’oggi al domani. Invece non è successo». 
De Marchi ha anche presentato martedì in conferenza stampa la 25a edizione della manifestazione ”Puliamo il mondo” che si svolgerà anche a Novara sabato 23 settembre: «Il ritrovo dei volontari è fissato per le 9 in Piazzale Donatello  - ha spiegato - Si agirà in Via Cefalonia, dove all’angolo con Strada Torgano esiste un’area abbandonata “a gerbido”  da 25 anni che verrà ripulita per poi essere restituita alla città. Il tutto, nell’ambito del bando di  Fondazione San Paolo relativo al progetto ”Cittadino Albero” che Legambiente ha vinto. Il Comune di Novara  ha individuato l’area di Via Cefalonia  dove i volontari faranno pulizia, rimettendola in ordine». Non solo: «Successivamente lì  verranno piantumati alberi da frutto, saranno organizzati corsi di potatura e innesto  - ha spiegato De Marchi - Stiamo costruendo una rete con associazioni cittadine e residenti del quartiere Sud affinché  quella nuova area verde venga poi sentita “propria” da parte di tutti.  Domani, venerdì 22 settembre, si terrà invece la giornata dedicata alle scuole: Legambiente fa parte della  “Rete scuola ambiente”. Negli istituti comprensivi di Novara i piccoli studenti, guidati dalle maestre,  si prenderanno cura dei cortili e dei giardini interni alla loro scuola, oppure del parco esterno più vicino all’istituto che frequentano». 

Filippo Bezio
Leggi di più sul Corriere di Novara in edicola

Articolo di: giovedì, 21 settembre 2017, 5:43 p.

Dal Territorio

Volley la Igor conquista la Coppa Italia

Volley la Igor conquista la Coppa Italia
Grande Igor Volley a Bologna. Contro Conegliano conquista la Coppa Italia imponendosi per 3 a 1. Dopo la Supercoppa italiana arriva anche il secondo sigillo per le novaresi. Sul Corriere di Novara di lunedì 19 febbraio cronaca e commenti del trionfo azzurro.  Foto www.agilvolley.com 

continua »

Altre notizie

Lite a Cerano con accoltellamento: a processo uno per tentato omicidio, l’altro per lesioni

Lite a Cerano con accoltellamento: a processo uno per tentato omicidio, l’altro per lesioni
NOVARA, E’ stato aggiornato all’11 maggio, in Tribunale a Novara, un processo che vede al centro del dibattimento una lite che, a Cerano, nella tarda serata del 22 maggio 2015, si era conclusa con due feriti, uno più grave (che era finito in ospedale in Rianimazione) e uno più lieve. L’episodio era avvenuto in piazza Crespi. In quell’occasione due(...)

continua »

Altre notizie

Vercelli e Novara Sposi: 1ª edizione

Vercelli e Novara Sposi: 1ª edizione
Per il primo anno viene organizzata al quartiere fieristico di Vercelli a Caresanablot la 1ª edizione di Vercelli e Novara Sposi, l’evento rivolto alle coppie in procinto di sposarsi. Una manifestazione che si inserisce all’interno di un circuito di ben 24 fiere sul matrimonio che da fine settembre fino a metà febbraio 2018 porta il format in giro per il Nord Italia(...)

continua »

Altre notizie

Il territorio ribadisce il no a Shell

Il territorio ribadisce il no a Shell
«In questa fase solo “ascolto” del terreno, nessuna attività perforativa sul territorio; un contributo importante alla ricerca scientifica (possibili collaborazioni con Università); impatto ambientale pressoché nullo grazie a tecnologie all’avanguardia. E ancora: non più di 3-4 mesi, una volta ottenute le necessarie autorizzazioni per(...)

continua »

Altre notizie

^ Top