Corriere di Novara

Periodico Indipendente delle Province di Novara e V.C.O.

Corriere di Novara
Fondato nel 1877 / In edicola il lunedì, giovedì e sabato

Il giornale di Oggi

Sfoglia abbonati
domenica, 29 maggio 2016
 
 
Articolo di: martedì, 05 luglio 2011, 3:28 p.

Le palafitte di Mercurago nel Patrimonio dell’Unesco

Insieme ad un centinaio di altri siti preistorici dell’arco alpino

MERCURAGO - I “Siti palafitticoli preistorici dell’arco alpino” entrano nella Lista del Patrimonio mondiale dell’Unesco. L’ufficialità è arrivata da Parigi, dove alla fine di giugno si è svolta la 35esima sessione del Comitato del Patrimonio Mondiale. La decisione coinvolge sei Paesi europei: Svizzera Austria, Francia, Germania, Slovenia e Italia, che con questo ultimo ingresso ottiene il 47esimo sito annoverabile tra le “nuove meraviglie del mondo”. Nello specifico si tratta di oltre un centinaio di villaggi palafitticoli preistorici dell’arco alpino, databili fra il 5000 e il 500 a.C. Le testimonianze di questi insediamenti si trovano lungo le rive di laghi o di fiumi e in generale nelle zone umide. In Piemonte, una delle cinque regioni che vantano tali testimonianze, i siti selezionati sono due. Il primo è a cavallo tra le province di Torino e Biella, nella zona del lago Viverone; il secondo, interamente su suolo novarese, si trova a Mercurago, nel parco dei Lagoni.

“Ringrazio tutti i soggetti nazionali che hanno presentato la candidatura. Come Provincia abbiamo dato il nostro contributo partecipando ai vari sopralluoghi necessari per rispondere ai severi requisiti previsti”, ha commentato il vicepresidente della Provincia di Novara, con delega al Turismo, Luca Bona. La Provincia ha già cominciato ad allestire un articolato progetto di valorizzazione delle eccellenze archeologiche presenti sul territorio, con particolare riferimento all’arte rupestre e ai popoli dell’acqua e della pietra. “I nostri primi concittadini – ha scherzato Bona – ci regaleranno importanti ricadute sul turismo. Ora dobbiamo far rendere al meglio questa grande visibilità, che deve investire tutta la provincia”. I pacchetti turistici integrati, attraverso i quali i turisti italiani e stranieri stanno scoprendo i sapori, l’arte e l’accoglienza del Novarese, sono pronti ad inserirsi in questo progetto.

Redazione online

 

Vuoi saperne di più? Leggilo sul Corriere di Novara in edicola lunedì, giovedì e sabato 

Articolo di: martedì, 05 luglio 2011, 3:28 p.

Dal Territorio

L’abbraccio della Igor alle sue stelle

L’abbraccio della Igor alle sue stelle
NOVARA - La presentazione delle due stelle internazionali della Igor Volley edizione 2016/17 è avvenuta giovedì in un Broletto gremito da quasi un migliaio di sportivi, richiamati dalla notorietà soprattutto di Francesca Piccinini, icona del volley non solo italiano, ma anche dalla curiosità di scoprire la nuova regista della squadra azzurra, l’olandese(...)

continua »

Altre notizie

E’ guerra ai “vampiri” degli oleodotti

E’ guerra ai “vampiri” degli oleodotti
TRECATE - Li chiamano i “vampiri” degli oleodotti. E la loro presenza, in crescita esponenziale, sta cominciando davvero a creare serie preoccupazioni e a richiedere la messa in campo di impegnative contromisure. I ladri di carburante stanno prendendo di mira i 2.700 km di oleodotti che attraversano la penisola con una frequenza sempre più insistente: solo nel 2015,(...)

continua »

Altre notizie

A Novara il Fai incontra il Risorgimento

A Novara il Fai incontra il Risorgimento
NOVARA - A Novara il filo rosso delle Giornate di Primavera del Fai segue un percorso tra storia e arte all’insegna della Battaglia del 23 marzo 1849. Tra le tappe di Novara Risorgimentale anche la Villa Monrepos: situata a sud del sobborgo della Bicocca, fu al centro dei combattimenti sia per la sua posizione strategica che per la presenza di una torretta colombaia da cui era(...)

continua »

Altre notizie

Lavori sul lungolago di Arona, slittano i tempi

Lavori sul lungolago di Arona,  slittano i tempi
ARONA - Mura quattrocentesche rinvenute sul lungolago a seguito dei lavori di rifacimento della rete fognaria. Rispetto al progetto originale, presentato nel penultimo Consiglio comunale, modifiche in vista. «La Soprintendenza ha chiesto due cambiamenti, in meglio credo: invece di disegnare in porfido il muro viene lasciato anche fino alla curva dell’Angolino bar 2.0 e(...)

continua »

Altre notizie

youkata - sidebar id 34
^ Top