Corriere di Novara

Periodico Indipendente delle Province di Novara e V.C.O.

AIN
Oggi è... domenica, 31 agosto 2014
manchette sinistra artekasa
Corriere di Novara
Manchette destra artekasa
 
 
 
 
 
 

Le palafitte di Mercurago nel Patrimonio dell’Unesco

05-07-2011

Insieme ad un centinaio di altri siti preistorici dell’arco alpino

MERCURAGO - I “Siti palafitticoli preistorici dell’arco alpino” entrano nella Lista del Patrimonio mondiale dell’Unesco. L’ufficialità è arrivata da Parigi, dove alla fine di giugno si è svolta la 35esima sessione del Comitato del Patrimonio Mondiale. La decisione coinvolge sei Paesi europei: Svizzera Austria, Francia, Germania, Slovenia e Italia, che con questo ultimo ingresso ottiene il 47esimo sito annoverabile tra le “nuove meraviglie del mondo”. Nello specifico si tratta di oltre un centinaio di villaggi palafitticoli preistorici dell’arco alpino, databili fra il 5000 e il 500 a.C. Le testimonianze di questi insediamenti si trovano lungo le rive di laghi o di fiumi e in generale nelle zone umide. In Piemonte, una delle cinque regioni che vantano tali testimonianze, i siti selezionati sono due. Il primo è a cavallo tra le province di Torino e Biella, nella zona del lago Viverone; il secondo, interamente su suolo novarese, si trova a Mercurago, nel parco dei Lagoni.

“Ringrazio tutti i soggetti nazionali che hanno presentato la candidatura. Come Provincia abbiamo dato il nostro contributo partecipando ai vari sopralluoghi necessari per rispondere ai severi requisiti previsti”, ha commentato il vicepresidente della Provincia di Novara, con delega al Turismo, Luca Bona. La Provincia ha già cominciato ad allestire un articolato progetto di valorizzazione delle eccellenze archeologiche presenti sul territorio, con particolare riferimento all’arte rupestre e ai popoli dell’acqua e della pietra. “I nostri primi concittadini – ha scherzato Bona – ci regaleranno importanti ricadute sul turismo. Ora dobbiamo far rendere al meglio questa grande visibilità, che deve investire tutta la provincia”. I pacchetti turistici integrati, attraverso i quali i turisti italiani e stranieri stanno scoprendo i sapori, l’arte e l’accoglienza del Novarese, sono pronti ad inserirsi in questo progetto.

Redazione online

 

Vuoi saperne di più? Leggilo sul Corriere di Novara in edicola lunedì, giovedì e sabato 

Dal Territorio

28 piante di marijuana alte oltre due metri rinvenute in un giardino di Lesa

28 piante di marijuana alte oltre due metri rinvenute in un giardino di Lesa
LESA – Una piantagione di marijuana è stata scoperta venerdì 29 agosto dai carabinieri della Stazione di Lesa, nel Novarese. I militari sono giunti all’individuazione di ben 28 piante di marijuana al termine di articolate indagini, volte a reprimere il fenomeno dello spaccio di sostanze stupefacenti. In occasione dell’operazione, i carabinieri hanno(...)

continua »

Altre notizie

Palazzo Fossati: al via un autunno di processi relativi a storie che hanno suscitato clamore

Palazzo Fossati: al via un autunno di processi relativi a storie che hanno suscitato clamore
Ancora qualche settimana e riprende la macchina della giustizia. Riparte, infatti, il 16 settembre, l'attività nelle aule del Tribunale di Novara (da inizio agosto sino ad allora si celebrano solo processi per direttissima, ossia in caso di arresto in flagranza di reato o confessione dell'imputato). Una ripresa che vedrà attivo il nuovo presidente a Palazzo Fossati, nominato(...)

continua »

Altre notizie

Borgolavezzaro, terminati i lavori a palazzo Longoni

Borgolavezzaro, terminati i lavori a palazzo Longoni
BORGOLAVEZZARO -  Lunedì 15 settembre tornerà a suonare anche la campanella della “storica” scuola elementare “G. Merula”. I piccoli alunni varcheranno la soglia di un maestoso edificio (palazzo Longoni, che la ospita da sempre) completamente ristrutturato dopo i lavori (secondo un progetto partito nel 2009) che lo hanno interessato per mesi (come(...)

continua »

Altre notizie

San Gottardo, chi è l'autore della grotta di Lourdes?

San Gottardo, chi è l'autore della grotta di Lourdes?
BORGOMANERO – Resta avvolto da un alone di mistero il nome dell’artigiano edile che verso la fine dell’800 riprodusse fedelmente all’interno della chiesa di San Gottardo la “grotta delle apparizioni” di Lourdes. Nonostante le ricerche che erano state effettuate già alcuni anni fa dallo scomparso rettore della chiesa don Angelo Uglione  non(...)

continua »

Altre notizie

INSERTO    
Shopping Corriere scopri le nostre offerte... >
| Arona, Verbano e Ossola
Job 360 - Il motore di ricerca del lavoro
Ti interessa questo spazio?
^ Top