Corriere di Novara

Periodico Indipendente delle Province di Novara e V.C.O.

Corriere di Novara
Fondato nel 1877 / In edicola il lunedì, giovedì e sabato

Il giornale di Oggi

Sfoglia abbonati
giovedì, 28 luglio 2016
 
 
Articolo di: martedì, 05 luglio 2011, 3:28 p.

Le palafitte di Mercurago nel Patrimonio dell’Unesco

Insieme ad un centinaio di altri siti preistorici dell’arco alpino

MERCURAGO - I “Siti palafitticoli preistorici dell’arco alpino” entrano nella Lista del Patrimonio mondiale dell’Unesco. L’ufficialità è arrivata da Parigi, dove alla fine di giugno si è svolta la 35esima sessione del Comitato del Patrimonio Mondiale. La decisione coinvolge sei Paesi europei: Svizzera Austria, Francia, Germania, Slovenia e Italia, che con questo ultimo ingresso ottiene il 47esimo sito annoverabile tra le “nuove meraviglie del mondo”. Nello specifico si tratta di oltre un centinaio di villaggi palafitticoli preistorici dell’arco alpino, databili fra il 5000 e il 500 a.C. Le testimonianze di questi insediamenti si trovano lungo le rive di laghi o di fiumi e in generale nelle zone umide. In Piemonte, una delle cinque regioni che vantano tali testimonianze, i siti selezionati sono due. Il primo è a cavallo tra le province di Torino e Biella, nella zona del lago Viverone; il secondo, interamente su suolo novarese, si trova a Mercurago, nel parco dei Lagoni.

“Ringrazio tutti i soggetti nazionali che hanno presentato la candidatura. Come Provincia abbiamo dato il nostro contributo partecipando ai vari sopralluoghi necessari per rispondere ai severi requisiti previsti”, ha commentato il vicepresidente della Provincia di Novara, con delega al Turismo, Luca Bona. La Provincia ha già cominciato ad allestire un articolato progetto di valorizzazione delle eccellenze archeologiche presenti sul territorio, con particolare riferimento all’arte rupestre e ai popoli dell’acqua e della pietra. “I nostri primi concittadini – ha scherzato Bona – ci regaleranno importanti ricadute sul turismo. Ora dobbiamo far rendere al meglio questa grande visibilità, che deve investire tutta la provincia”. I pacchetti turistici integrati, attraverso i quali i turisti italiani e stranieri stanno scoprendo i sapori, l’arte e l’accoglienza del Novarese, sono pronti ad inserirsi in questo progetto.

Redazione online

 

Vuoi saperne di più? Leggilo sul Corriere di Novara in edicola lunedì, giovedì e sabato 

Articolo di: martedì, 05 luglio 2011, 3:28 p.

Dal Territorio

Sansone: «Qui si lavora con il sorriso»

Sansone: «Qui si lavora con il sorriso»
NOVARA - Ha scelto Novara anche per tornare ai piani alti del calcio. A 29 anni Gianluca Sansone si rimette in gioco dopo una stagione di alti e bassi a Bari: «Ho avuto difficoltà - ha ammesso - Non sono stato io in grado di ripagare la fiducia con le prestazioni, anche se sono successe delle cose sulle quali non mi va di tornare. Guardo avanti». Già a gennaio(...)

continua »

Altre notizie

Scomparsa da un mese una giovane di 25 anni di Novara

Scomparsa da un mese una giovane di 25 anni di Novara
NOVARA, Manca dalla sua abitazione di via Delleani, a Novara, dallo scorso 29 giugno. A essere sparita da Novara e dalla casa dove viveva con i genitori e con i suoi due figli, è Adelina Rossini, 25 anni, novarese. La ragazza non dà più segni di sé, dunque, da quasi un mese. E’ alta 1,70 m, ha gli occhi e i capelli castani. Di corporatura è piuttosto(...)

continua »

Altre notizie

Gli appuntamenti del weekend a Novara e provincia

Gli appuntamenti del weekend a Novara e provincia
A Novara oggi 23 giugno “Rimare – il concetto di mare in poesia”, presso il Circolo dei Lettori alle 18.30 un viaggio in lettura tra le onde inquiete della poesia: Il Libro di Giona: alla scoperta del più breve libro della Bibbia, di un profeta scorbutico e irriverente che vive nel mare e passa tre giorni nel ventre di un mostro primordiale. Con Alessandro Barbaglia(...)

continua »

Altre notizie

“Nuovo Piano regolatore in tempi brevi a Romentino”

“Nuovo Piano regolatore in tempi brevi a Romentino”
ROMENTINO - Il punto sul Piano Regolatore lo fa il sindaco Alessio Biondo alla luce delle ultime decisioni. ≪All’architetto incaricata della revisione dello strumento urbanistico, Estella Ferrara, abbiamo assegnato l’incarico per la redazione del piano regolatore cimiteriale: serve un documento in funzione della riduzione della fascia di rispetto che noi intendiamo richiedere.(...)

continua »

Altre notizie

youkata - sidebar id 34
^ Top