Corriere di Novara

Periodico Indipendente delle Province di Novara e V.C.O.

Corriere di Novara
Fondato nel 1877 / In edicola il lunedì, giovedì e sabato

Il giornale di Oggi

Sfoglia abbonati
lunedì, 20 novembre 2017
 
 
Articolo di: lunedì, 08 agosto 2016, 10:56 m.

La Longo Borghini è nell’Olimpo

Olimpiadi di Rio, la ciclista di Ornavasso bronzo nella corsa in linea

ORNAVASSO - Una caduta ci ha tolto sabato una medaglia nella prova in linea maschile e una caduta, probabilmente, ieri ci ha ridato un posto sul podio in quella femminile.

Elisa Longo Borghini ha, infatti, conquistato uno splendido terzo posto nella prova in linea di ciclismo femminile alle Olimpiadi di Rio, coronando una prestazione incredibile in fatto di grinta, tenacia e determinazione. Sembrava quasi che se l’aspettasse: poco prima della partenza, infatti, aveva dichiarato: «Adesso ce la giochiamo fino in fondo». E così è stato.

Il Vco può festeggiare, ancora una volta, una sua atleta che sale sul tetto del mondo: I successi sono di casa da Elisa, però, visto che la mamma, Guidina Dal Sasso, è stata olimpionica di sci da fondo e Nando era tecnico della nazionale. Elisa, però, ha voluto seguire le orme del fratello Paolo, professionista fino al 2014, ed ha scelto la bicicletta.

Mamma Guidina e papà Nando l’hanno seguita in Brasile ed hanno potuto gioire con lei, quasi una predestinata dopo che le era stata ritrovata anche la sua bicicletta, persa a Malpensa.  Insomma tanti piccoli indizi che facevano pensare ad una grande prestazione di Elisa.

La corsa si è giocata tutta negli ultimi dieci chilometri, quando una coppia composta dalla scatenata olandese Van Vleuten  e dalla statunitense Abbott, più guardinga, affronta la discesa finale dopo la rampa di Vista Chinesa con un vantaggio di circa 40’ secondi. Dietro, un terzetto composto da Longo Borghini, Van der Breggen (orande) e Johansson, svedese. Sembra un distacco cristallizzato, ma, alla penultima curva, l’olandese cade e lascia via libera a Mara Abbot, che deve percorrere da sola, in una corsa contro il tempo, gli 11 chilometri rimasti.

A questo punto tutta la tecnica di Elisa Longo Borghini esce allo scoperto ed inizia un inseguimento a tre della battistrada. Il vantaggio si riduce sempre di più. Fino a 400 metri dall’arrivo, quando il terzetto “salta” una stremata Abbot e inizia la volata per decidere le medaglie. L’olandese Van der Breggen taglia per prima il traguardo, precedendo la Johansson, argento, ed Elisa Longo Borghini, medaglia di bronzo, che non riesce a trattenere le lacrime di gioia. Adesso è nell’olimpo del ciclismo.

Sandro Devecchi

Articolo di: lunedì, 08 agosto 2016, 10:56 m.

Dal Territorio

Il Novara cede al Bari

Il Novara cede al Bari
NOVARA - BARI 1-2   NOVARA:  Montipò, Golubovic, Mantovani, Del Fabro, Dickmann,Moscati, Orlandi, Sciaudone (11’ st Chajia), Calderoni, Macheda (20’ st Maniero), Da Cruz (26’ st Di Mariano).  All.:  Corini.   BARI:  Micai, Anderson, Gyömbér, Tonucci, Fiamozzi, Petriccione, Basha (25’ st(...)

continua »

Altre notizie

Controllano l’auto sulla quale viaggia e lui insulta gli agenti: ventenne nei guai

Controllano l’auto sulla quale viaggia e lui insulta gli agenti: ventenne nei guai
NOVARA, Inizia a sbraitare e a insultare gli agenti impegnati in un controllo contro le stragi del sabato sera sulle strade del Novarese e finisce così con l’essere denunciato per diversi reati. Protagonista della vicenda, un 20enne borgomanerese, passeggero di un’autovettura, coinvolta nei controlli messi in atto dalla Polizia stradale di Arona a Novara.(...)

continua »

Altre notizie

Don Camillo e Peppone? Sono a Galliate

Don Camillo e Peppone? Sono a Galliate
GALLIATE - Galliate come Brescello. Sta per arrivare a Galliate una “full immersion” nelle atmosfere di Don Camillo e Peppone. E’ in allestimento proprio in questi giorni, a cura della Pro loco, una mostra itinerante, a carattere antologico, all'insegna del "Mondo piccolo" con i personaggi che hanno reso immortale l’autore Giovannino Guareschi. La mostra(...)

continua »

Altre notizie

Chiude la discarica di Barengo, urge trovare un altro impianto

Chiude la discarica di Barengo, urge trovare un altro impianto
La discarica di Barengo chiuderà nel 2018, è l’unico impianto sul territorio del Novarese per lo smaltimento dei rifiuti indifferenziati e urge trovare un altro impianto dove conferire circa 58.000 tonnellate all’anno. Tre le soluzioni possibili. Il bando di gara si chiude con un vincitore oppure il progetto di un sopralzo. In alternativa prende piede(...)

continua »

Altre notizie

youkata - sidebar id 34
^ Top