Corriere di Novara

Periodico Indipendente delle Province di Novara e V.C.O.

Corriere di Novara
Fondato nel 1877 / In edicola il lunedì, giovedì e sabato

Il giornale di Oggi

Sfoglia abbonati
mercoledì, 21 febbraio 2018
 
 
Articolo di: venerdì, 08 settembre 2017, 9:45 m.

La fontana dell’Allea è tornata al suo splendore

Grazie al lavoro di Assa e dei cantieristi

NOVARA - Dal tardo pomeriggio di mercoledì 6 settembre, transitando da largo Donatori di Sangue, la fontana dell’Allea è stata rimessa in funzione e ripulita da Assa e dai cantieristi disoccupati attivi in azienda nell’ambito dei progetti sociali con il Comune.
«Grazie al fattivo lavoro svolto dal nostro personale e dai “cantieristi” assegnati dal Comune – sottolinea il presidente di Assa Giuseppe Antonio Policaro - abbiamo riportato il monumento cittadino al suo noto splendore. Gradualmente interverremo su beni e opere pubbliche della città quanto più possibile con l’obiettivo di ridonare a Novara lo stile e la funzionalità che l’hanno contraddistinta in passato. Siamo molto soddisfatti di quanto stiamo riuscendo a fare. Con impegno costante, proseguiamo. Infatti. l’opera di riqualificazione di strutture e spazi pubblici, intervenendo sulla base delle priorità per sistemare quanto trascurato arrivando in tutte le zone della città».
Dopo un primo intervento di pulizia per togliere i rifiuti e l'acqua stagnante, che la rendevano anche maleodorante, Assa, insieme con i cantieristi, ha provveduto al lavaggio ad alta pressione della fontana per togliere le incrostazioni e l’annerimento dalla pietra naturale, ha liberato gli scarichi e ha rimesso in funzione la parte elettrica e quella idraulica dell’impianto, riattivando il classico gettito d’acqua caratterizzato anche dai “giochi” idrici che tanto attraggono i bambini. Contestualmente Assa ha anche pulito la scala di accesso agli ex-vespasiani attigui.
Come spiega Riccardo Basile, responsabile in Assa dei progetti sociali, «stiamo lavorando per riportare a lucido scorci della città da tempo trascurati e in particolare stiamo riportando alla funzionalità le fontane chiuse e, purtroppo, spesso utilizzate impropriamente come ricettacolo di rifiuti, come le fontane di piazza Sacro Cuore e di piazza Matteotti».

Gallery articolo
*clicca sulle immagini per ingrandire

foto 5.jpg

foto 6.jpg

foto 8.jpg

foto 9.jpg

Articolo di: venerdì, 08 settembre 2017, 9:45 m.

Dal Territorio

Volley la Igor conquista la Coppa Italia

Volley la Igor conquista la Coppa Italia
Grande Igor Volley a Bologna. Contro Conegliano conquista la Coppa Italia imponendosi per 3 a 1. Dopo la Supercoppa italiana arriva anche il secondo sigillo per le novaresi. Sul Corriere di Novara di lunedì 19 febbraio cronaca e commenti del trionfo azzurro.  Foto www.agilvolley.com 

continua »

Altre notizie

In auto con due chili di hashish suddivisi in 20 panetti: in manette un 32enne

In auto con due chili di hashish suddivisi in 20 panetti: in manette un 32enne
GATTICO, Lunedì a Gattico, nel Novarese, i Carabinieri della locale Stazione hanno arrestato M.O., cittadino marocchino residente nella zona del Verbano, classe 1986, già conosciuto dalle Forze dell’ordine. L’uomo è finito in manette per detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente. Nel corso di uno dei quotidiani controlli alla(...)

continua »

Altre notizie

Nabucco al Teatro Coccia chiude il cartellone Opera e Balletto

Nabucco al Teatro Coccia chiude il cartellone Opera e Balletto
NOVARA - Ultimo appuntamento del cartellone Opera e Balletto per la stagione 2017/2018 del Teatro Coccia di Novara.  Venerdì 23 febbraio alle 20.30 e domenica 25 alle 16 andrà in scena "Nabucco" di Giuseppe Verdi, opera prodotta da Fondazione Teatro Coccia.   L’opera è diretta dal maestro Gianna Fratta (nella foto). Regia, scene, costumi e luci sono(...)

continua »

Altre notizie

Il territorio ribadisce il no a Shell

Il territorio ribadisce il no a Shell
«In questa fase solo “ascolto” del terreno, nessuna attività perforativa sul territorio; un contributo importante alla ricerca scientifica (possibili collaborazioni con Università); impatto ambientale pressoché nullo grazie a tecnologie all’avanguardia. E ancora: non più di 3-4 mesi, una volta ottenute le necessarie autorizzazioni per(...)

continua »

Altre notizie

^ Top