Corriere di Novara

Periodico Indipendente delle Province di Novara e V.C.O.

Corriere di Novara
Fondato nel 1877 / In edicola il lunedì, giovedì e sabato

Il giornale di Oggi

Sfoglia abbonati
sabato, 18 novembre 2017
 
 
Articolo di: venerdì, 20 ottobre 2017, 10:45 m.

La cerimonia per ricordare i trucidati di piazza Martiri e piazza Cavour

In programma anche la “Passeggiata per i luoghi della Memoria e della Resistenza”

NOVARA - Si terrà il 24 ottobre la commemorazione dei trucidati di piazza Martiri e piazza Cavour organizzata dal Comune e dall’Arma dei Carabinieri con la collaborazione dell’Istituto storico della Resistenza e della Società contemporanea del Novarese e del Vco “Piero Fornara”, dal Comitato provinciale dell’Associazione nazionale partigiani d’Italia, Assoarma e Sermais.

Attraverso il tradizionale appuntamento si intende tenere viva la memoria di Natale Olivieri, Giovani Bellandi, Ludovico Bertona e Aldo Fizzotti, trucidati in piazza Martiri il 17 ottobre 1944, e di Vittorio Aina, Mario Campagnoli, Emilio Lavizzari e Giuseppe Piccini, uccisi il 24 ottobre 1944 in piazza Cavour.

La cerimonia prevede il ritrovo alle 10.30 in piazza Martiri, dove saranno attribuiti gli onori militari ai caduti e al Carabiniere Natale Olivieri (Medaglia d’Argento al Valore militare) e quindi deposte le corone di alloro alla lapide. Da piazza Martiri si muoverà il corteo che raggiungerà piazza Cavour: qui, dopo la deposizione della corona di fiori alla lapide, seguiranno i saluti delle autorità (il sindaco Alessandro Canelli, il consigliere Emanuela Allegra in rappresentanza della Provincia di Novara), gli interventi del direttore dell’Istituto storico della Resistenza e della Società contemporanea Giovanni Cerutti e del prefetto Francesco Paolo Castaldo. Alla commemorazione saranno presenti gli alunni della classe III D della scuola secondaria di primo grado ​dell'Istituto ​comprensivo “Margherita Hack”.

L’Orchestra di fiati del Liceo musicale “Casorati” (composta da studenti delle classi III M, IV M e  V M , accompagnati da una rappresentanza di altri studenti dell'artistico e del coreutico) e l’”Omar Band” dell’omonimo Istituto superiore accompagneranno la cerimonia con l’esecuzione dei brani del cerimoniale. 

Il 26 ottobre, a cura del Sermais, sarà quindi organizzata la “Passeggiata per i luoghi della Memoria e della Resistenza”, con ritrovo alle 19 davanti a palazzo Vochieri (corso Cavallotti, 6) e arrivo alle 20 in piazza Cavour, di fronte al monumento ai Caduti.

Articolo di: venerdì, 20 ottobre 2017, 10:45 m.

Dal Territorio

Una nazionale sempre più novarese

Una nazionale sempre più novarese
NOVARA - Prima Montipò e adesso Dickmann. In pochi mesi il Novara ha visto debuttare in nazionale due suoi “gioielli” fatti in casa.  Ad inizio stagione era toccato al portierino “made in Novara” esordire con l’Under 21 in un’amichevole ufficiale, martedì la stessa gioia l’ha provata il biondo terzino milanese: novanta minuti(...)

continua »

Altre notizie

Controlli di caccia: sequestrato fucile ‘irregolare’

Controlli di caccia: sequestrato fucile ‘irregolare’
OLEGGIO, Nel corso del week end passato sono stati eseguiti alcuni controlli di caccia sul territorio del Novarese. A conclusione dell’attività, una persona è stata denunciata all’Autorità giudiziaria e, contro un’altra, è stato elevato un verbale di sanzione amministrativa. L’11 novembre i militari della Stazione Carabinieri(...)

continua »

Altre notizie

Don Camillo e Peppone? Sono a Galliate

Don Camillo e Peppone? Sono a Galliate
GALLIATE - Galliate come Brescello. Sta per arrivare a Galliate una “full immersion” nelle atmosfere di Don Camillo e Peppone. E’ in allestimento proprio in questi giorni, a cura della Pro loco, una mostra itinerante, a carattere antologico, all'insegna del "Mondo piccolo" con i personaggi che hanno reso immortale l’autore Giovannino Guareschi. La mostra(...)

continua »

Altre notizie

Bonifica cava della Romentino Inerti: «A pagare non siano i cittadini»

Bonifica cava della Romentino Inerti: «A pagare non siano i cittadini»
ROMENTINO - Ora che il processo per presunto traffico illecito di rifiuti alla cava della Romentino Inerti si è concluso con sei assoluzioni, l’Amministrazione comunale guarda al futuro con una certa preoccupazione. Che ne sarà del sito di via Torre Mandelli dove sono stati ritrovati rifiuti che lì non dovevano essere? Chi effettuerà la bonifica?(...)

continua »

Altre notizie

youkata - sidebar id 34
^ Top