Corriere di Novara

Periodico Indipendente delle Province di Novara e V.C.O.

Corriere di Novara
Fondato nel 1877 / In edicola il lunedì, giovedì e sabato

Il giornale di Oggi

Sfoglia abbonati
sabato, 21 ottobre 2017
 
 
Articolo di: domenica, 11 settembre 2016, 7:26 m.

La Bassa novarese rilancia il “Razza 77”

Dopo 40 anni torna in produzione la varietà storica di riso

TORNACO - La Bassa novarese rilancia il Razza 77. Il Razza 77 per rilanciare la Bassa. E’ un circolo virtuoso quello innescato e che, nelle intenzioni degli ideatori, dovrà essere potenziato per legare un prodotto di altissima qualità, ormai praticamente sparito e ripescato dalla storia, al suo territorio di produzione e farne un’esclusività locale. Il Razza 77 è un riso superfino da risotto nato nel 1941 da un incrocio (all’Istituto di allevamento vegetale di Bologna da Lady Wright e Greppi) e coltivato fino alla metà degli anni Settanta, su un’estensione di circa 7-8mila ettari, nelle risaie tra Novara e Vercelli. «Allora era il riso da risotto per eccellenza – spiega Domenico Bernascone, assessore comunale all’Agricoltura e alla Cultura di Tornaco – ma non aveva una buona produzione: taglia molto alta e scarsa resistenza all’allettamento. Quando, negli anni Sessanta, la visione iniziò a cambiare passando dai risi di qualità a quelli di produzione, il Razza 77 fu abbandonato. Ma è stato il ‘papà’, a sua volta su incrocio, del riso Roma. Oggi la tendenza è al recupero della qualità, del prodotto di nicchia: da qui l’idea, che mi frullava in testa da qualche anno». Bernascone punta a riseminarlo nella Bassa dopo quarant’anni: la proposta è sposata all’istante da Fabrizio Rizzotti, coltivatore diretto nonché presidente di Agrimercato e di Campagna Amica di Coldiretti Novara e Vco; lui che già può vantare la felice esperienza, del tutto similare, del riso Artiglio a Vespolate. Ci mette i campi Silvio Nai Oleari, imprenditore agricolo tornacese dell’omonima azienda, alla terza generazione, che ha fatto la storia del riso italiano. «Tre anni fa l’idea di recuperare una varietà storica di alta qualità – spiegano Bernascone e Rizzotti – Di coltivarla su questo territorio per farne un emblema della Bassa Novarese». Arianna Martelli 
Leggi di più sul Corriere di Novara di sabato 10 settembre 2016 

Articolo di: domenica, 11 settembre 2016, 7:26 m.

Dal Territorio

Corsi aperti a Borgomanero, la proposta: "Prima ora di sosta gratuita"

Corsi aperti a Borgomanero, la proposta: "Prima ora di sosta gratuita"
Borgomanero  - “Sembrava di essere in un giorno normale, quando lungo i quattro corsi e in piazza Martiri le auto circolano liberamente”: questo uno dei commenti a caldo raccolti tra i commercianti del centro cittadino venerdì pomeriggio, riaperto al traffico automobilistico nell’ambito di un progetto sperimentale che prevede per la durata di sei mesi, sino al 2(...)

continua »

Altre notizie

Igor Volley in festa al Teatro Coccia

Igor Volley in festa al Teatro Coccia
NOVARA - Il Teatro Coccia addobbato a festa, griffato in ogni angolo con il tricolore dello scudetto e gremito in ogni ordine di posto, è stato protagonista anche quest’anno dell’apertura ufficiale, ieri sera, della stagione agonistica della Igor Volley Novara, neo campione d’Italia, con la presentazione della squadra. Anche in questa occasione, Lorenzo Dallari, vice(...)

continua »

Altre notizie

Controlli della Polizia in città

Controlli della Polizia in città
NOVARA, Nell’ambito dell’attività di prevenzione e controllo del territorio effettuata durante la settimana, la Squadra Volanti della Questura ha fermato alcuni soggetti che sono risultati essere in posizione irregolare sul territorio nazionale. In particolare, nella serata di martedì, gli agenti sono intervenuti su segnalazione di una lite in corso tra(...)

continua »

Altre notizie

Dagli studenti il “Canto alla città”

Dagli studenti il “Canto alla città”
NOVARA - Il Faraggiana si apre ancora alla città e la rende protagonista. Questa sera, giovedì 19 ottobre alle 21, e replica domani alla stessa ora, sale il sipario sulla nuova sagione del teatro novarese, la seconda dopo la rinascita: in cartellone “Canto alla città 2.0 – Il verbo degli uccelli”. Sul palco Lucilla Giagnoni, attrice e autrice del(...)

continua »

Altre notizie

youkata - sidebar id 34
^ Top